LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bellagio, 50 nuove case nella ex cementeria
Alberto Gaffuri
La Provincia - Como, 20 -02 - 2008

BELLAGIO Una cinquantina di nuovi appartamenti. Tutti in uno dei punti pi panoramici del lago, anche se a dir la verit poco baciato dal sole per lunghi periodi dellanno. Troppi, comunque. Tanto da sollevare perplessit da una parte allaltra in merito a chi (lattuale minoranza) ha a suo tempo redatto il Piano regolatore generale in uso e chi (lodierna maggioranza) ha dato il suo personale avvallo alloperazione che potrebbe prendere piede di qui a qualche tempo. La giunta comunale ha recentemente visionato un importante Piano attuativo che riguarda la frazione Vergonese. Allinterno dellex cementeria, infatti, stato presentato un progetto edilizio di notevole portata, che porter - qualora la pratica giungesse a compimento - alla costruzione di almeno 50 appartamenti. Lallarme lanciato dallex assessore allurbanistica, oggi in minoranza, Angelo Barindelli: Si tratta - spiega - di quasi novemila metri cubi, dei quali poco meno di 6mila residenziali e quasi 3mila a destinazione turistico alberghiera. Stiamo parlando di una cinquantina circa di appartamenti, allinterno di palazzine collegate tra loro come in un serpentone. una soluzione che suscita perplessit, poich lintervento di riqualificazione avrebbe dovuto parcellizzare le cubature ed inserirle nel verde, anche a costo di non recuperare appieno la cubatura esistente o di recuperarla nellinterrato. Fin qui lo studio previsto, che al di l dellaspetto eminentemente estetico porter con s lamentano le opposizioni - problemi di altra natura che andrebbero attentamente valutati prima piuttosto che risolti a opere ultimate. Il primo in ordine dimportanza la portata dellacquedotto della frazione e la possibilit di fornire i nuovi insediamenti . C poi la questione del sottosuolo dellarea, per tanti anni interessato dalle gallerie dellex-miniera. Per un verso, il Comune avrebbe negato qualsiasi ipotesi di utilizzare il sito minerario solo a scopi turistici come proposto lo scorso anno da alcuni privati interessati a una simile iniziativa. Dallaltro, aleggia sullo sfondo il problema della stabilit delle gallerie, che anche il municipio ha inteso valutare attraverso un geologo. Per il sindaco Mario Gatti, la minoranza ha forse capito che la migliore difesa dei suoi madornali errori lattacco, ritenendo che per i suoi oppositori intervenire su questi argomenti come lanciare boomerang. Lintervento - afferma Gatti - non stato programmato da noi ma dal Piano regolatore generale, adottato dalla precedente amministrazione, prevedendo volumetrie folli. Quando il Prg attribuisce il diritto di utilizzare una volumetria molto difficile, se non impossibile, negare il diritto acquisito dal proprietario del terreno. Solo la modifica del Prg lo pu fare, ma questo non attualmente possibile perch la legge regionale non consente modifiche, nemmeno in senso restrittivo. Per ridurre la volumetria bisogna adottare il nuovo strumento urbanistico, il Pgt, che molto complesso e richiede tempi molto lunghi. La commissione ambientale e gi intervenuta riducendo al minimo limpatto ambientale. La pratica corredata da perizie geologiche e sono state poste condizioni, vincoli, impegni e garanzie per il potenziamento dellacquedotto a spese di chi fa lintervento. Il Comune, dal canto suo, ha conferito un incarico a un geologo per controllare gli elaborati dei privati, anche in sede attuativa.



news

11-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news