LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

URBANISTICA - PISTOIA Piano Cervellati occasione persa
VENERDÌ, 22 FEBBRAIO 2008 IL TIRRENO - Pistoia

Il consiglio comunale ha approvato le controdeduzioni alle osservazioni dei cittadini alla variante al Piano regolatore.
In realtà con questo atto si è provveduto a realizzare il tetto di un edificio in attesa di costruirne le fondamenta. Per questo l’Udc ha espresso il suo parere contrario. Le stesse osservazioni presentate dalla Regione Toscana, dalla Sovrintendenza ai monumenti e dall’Ordine degli Architetti hanno evidenziato che si è fatta un’operazione che ha poco senso in assenza del nuovo Regolamento urbanistico, che verrà approvato in futuro. Viene da chiedersi il perché di questa forzatura.
Il ribaltamento temporale di quello che la logica avrebbe imposto (prima il Regolamento urbanistico e dopo la variante al Prg per il centro storico) è evidentemente legato alla vicenda del nuovo ospedale ed alla esigenza di valorizzare i beni immobiliari dell’area del Ceppo. Ma anche limitandosi al centro storico è adeguato quello che ci propone Cervellati?
Questa è un’occasione persa che doveva essere spesa anche per riequilibrare i rapporti fra le diverse zone della città dopo lo stravolgimento che si è verificato nell’immediata periferia per l’eccessiva cementificazione verificatasi negli ultimi anni. Cervellati tende a privilegiare un aspetto della città come era in certo periodo storico “restaurando” e “ristrutturando” un modello che non tiene affatto conto del divenire di una città, che rischia così di diventare un museo senza cittadini. Dove sono ora le energie e le risorse per ristrutturare il centro storico dopo quanto si è costruito altrove? Nel progetto Cervellati niente si dice su come si intende riportare i cittadini ad abitare il centro.
Un altro tema che lascia ancora a desiderare è quello della mobilità e dei parcheggi, sono queste problematiche che non si risolvono positivamente senza avere un’idea di insieme fra le parti della città e della città con l’area metropolitana. Pistoia rimane ancora una città provinciale, solo ora si realizza qualche rotatoria, mentre a Prato se ne sono fatte decine ed ora si realizzano i sottopassi. Infine i parcheggi, le macchine vanno tenute il più lontano possibile dalle zone congestionate, ma se si osservano le proposte di questa variante si trovano parcheggi sotterranei, a raso e sopraelevati dovunque: Porta al Borgo, piazza Resistenza, piazza Garibaldi, piazza San Lorenzo, via Zamenhof, San Bartolomeo ed altri: non sarà come con quei programmi elettorali che tutto promettono e niente realizzano?
Comunque la mobilità non si migliora prevedendo tanto, forse troppo, ma realizzando prima possibile l’essenziale e rendendo più agibili anche per l’automobilista-pedone (quando scende di macchina) i servizi esistenti, cito ad esempio il parcheggio Cellini che non rende facile l’accesso alla città per il povero pedone. Certamente non si può parlare di un piano per il rilancio del centro storico, si faccia ora il Regolamento Urbanistico per uscire dalla paralisi provocata dalla incapacità dimostrata nel gestire la politica urbanistica del Comune.

Giampaolo Pagliai Capogruppo Udc Comune di Pistoia



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news