LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sardegna - Anche i prof si arrabbiano Tuvixeddu, cos non va
Valentina Lo Bianco
Il Sardegna 21/02/2008

L' universit si schiera con la Commissione per i fatti di Tuvixeddu. Avevano temporeggiato un p. Volevano valutare, documenti alla mano, il contenuto della sentenza del Tar. Ora da Cagliari prendono posizione, allineandosi a quanto espresso qualche giorno fa dai colleghi sassaresi. Una quarantina di professori hanno sottoscritto il documento col quale si esprime totale sostegno alla decisione della Commissione regionale del paesaggio. Lo ntani dall 'esprimere un giudizio tecnico sull'operato del Tribunale, nell'atto, evidenziano alcune valutazioni sul concetto di bene ambientale e culturale. La sentenza del Ta r che annulla il provvedimento con cui la Regione aveva esteso il vincolo paesaggistico all'area di Tuvixeddu, non tiene conto di un fatto realmente nuovo che imponeva e impone una revisione della situazione precedente. La novit intervenuta nel 2004 quando, col cosiddettoCodice Ur bani (codice dei beni culturali e del paesaggio) stato introdotto il concetto radicalmente innovativo del bene paesaggistico come unit ambientale all'interno della quale si trovano diverse categorie di beni culturali: naturalistici, storici, archeologici..... Fatta questa premessa la posizione dei giudici che si basa sulla mancanza di nuovi ritrovamenti archeologici che giustif ichino il vincolo, privilegia la vecchia idea del bene cultur ale cos come prevista prima della Urbani. In base alla nuova legge, proseguono: deriv a la possibilit di restaur are il paesaggio con il ripris tino della sua unit ambientale. Questo significa non un ritorno alle origini, che sarebbe impossibile. Piut tosto una restituzione alla condizione precedente a una serie di interventi pi o meno recenti che l' hanno compromessa pur non cancellandone la memoria. Se quegli inter venti danneggiano l'unit ambientale, cos come definita dal codice Urbani, illogico pensare che la situazione sia irre versibile. Soprattutto se - proseguono i professori - quell'area destina ta al pubblico viene consegnata ad un uso totalmente privato. Questo va contro l'obiettivo fondamentale: l'unit ambientale Tuvixeddu - Tuvumannu - Is Mirrionis rimanga oritorni a essere patrimonio della collettivit. La Commissione nell'aver riconosciuto l'unit di notevole interesse pubblico, ha bene interpretato il senso del codice Urbani. Su questa base sostengono che da una parte l' imposizione di quel vincolo fosse legittima econtemporaneamente che i privati che su quell'area hanno avviato legittimamente dei lavori possano aver diritto ad un risarcim ento. La sentenza pecca di lungimiranza, perch si limita a ribadire la legittimit di quanto programmato e intrapreso prima della modifi ca, viceversa recepita e fatta propria dalla Commissione.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news