LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Udine - Il Wwf "detta" la linea ai politici «L’ambiente non va sacrificato»
Irene Giurovich
20 FEBBRAIO 2008, IL GAZZETTINO ONLINE

I punti prioritari dell’associazione



In nome dell'ambiente e della tutela dell'ecosistema il Wwf regionale ha stilato le sue linee-guida in vista delle elezioni regionali. Non è una panoramica opzionale, bensì le regole d'oro che non potranno essere messe tra parentesi, pena la messa in crisi di un'economia regionale che non può sacrificare, a detta del presidente regionale Vinicio Collavino, il bene della natura sull'altare degli interessi di potenti e lobby.

Sei i punti-chiave attorno a cui ruota la mission, che dovrebbe essere condivisa dai futuri politici che reggeranno le sorti del Friuli Venezia Giulia, resa nota a Udine. Svetta al primo posto il rifiuto della logica della grande opera: no alle maxi infrastrutture che sconvolgono l'ambiente e, per di più, richiedono costi elevatissimi. In pole position si trova il no alla Tav (sì invece al trasferimento del trasporto da gomma a ferro), seguito dal no all'autostrada-raccordo tra A23 e A27 (tra Carnia e Cadore), e dal no alle casse di espansione sul Tagliamento.

La natura, in questa terra, reclama protezione: al secondo punto del proclama del Panda troviamo la richiesta di un programma definito sulla tutela delle aree protette e della natura, con tanto di riperimetrazione della zona a protezione speciale Magredi di Pordenone e la realizzazione di corridoi ecologici tra aree che dovranno essere salvaguardate. Inoltre, negli altri punti, la difesa delle specificità territoriali non può svincolarsi dall'istituzione di una riserva naturale regionale sul Cansiglio (transregionale) e del parco del Carso (transfrontaliero), oltre agli obblighi di provvedere alla riperimetrazione del parco regionale delle Prealpi Giulie e di creare l'autorità per la laguna.

Ed ancora, la revisione complessiva della legislazione venatoria, con i requisiti essenziali che prevedono l'abolizione dell'uccellagione, l'eliminazione della caccia con il segugio e la partecipazione paritaria di ambientalisti e agricoltori negli organi di gestione venatoria.

Il Wwf indica inoltre la conversione dell'agricoltura regionale verso l'approdo 'bio' e, soprattutto, la chiusura di un modello devastante di sfruttamento turistico legato alla pratica sciistica intensiva. Un lungo elenco di secchi no a questo proposito: no a interventi a Pramollo, a nuovi impianti a Sella Prevala, all'espansione del polo di Piancavallo in direzione Cansiglio, al finanziamento di impianti sotto i 1.500 metri. «Stiamo spendendo miliardi di euro - si è scaldato il presidente - per rovinare le nostre montagne e mettere in discussione il futuro delle falde sotterranee in cui 'pescano' i cannoni che sparano la neve artificiale, è ora di dire basta».

Sui casi Sistiana e cementificio di Torviscosa il movimento chiede che si rafforzino le valutazioni Via e Vas e che non ci siano più intromissioni politiche. Nel documento si trovano anche le indicazioni per una nuova politica energetica (no a rigassificatori, ad elettrodotti aerei in montagna, agli inceneritori) e le regole per evitare che il Friuli Venezia Giulia divenga solo una piattaforma logistica che mette al bando la tutela dei beni ambientali e paesaggistici. Intanto, la guerra contro l'ampliamento della centrale nucleare di Krsko continua sul versante legale e fra pochi giorni sarà pronto il dossier definitivo sui cinque anni di governo Illy. «Il giudizio complessivo - anticipa il presidente - è negativo, sia per quanto riguarda la maggioranza sia l'opposizione, consenziente spesso e altrettanto taciturna».






news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news