LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Una folla per salvare il lago dai mostri di cemento
Michele Sada
La Provincia di Como, 17-02-2008

Come ci comportiamo quando un amico in difficolt? Gli stiamo vicino, cerchiamo di scoprire le cause del suo malessere, ci impegniamo per trovare una soluzione che lo tiri fuori dai guai. Ed proprio quello che hanno fatto ieri tanti comaschi, con un amico molto speciale: il Lario, ferito dalla cementificazione selvaggia delle sue sponde. Non ci aspettavamo una partecipazione del genere, commentano a fine giornata gli organizzatori del convegno Costruire il lago? - Quale futuro per il paesaggio del Lario, che si tenuto a Villa Gallia, in un affollatissimo salone. Molti cittadini hanno voluto ribadire con forza il loro no alla proliferazione di mostri di cemento e liniziativa, voluta dalla sezione comasca di Italia Nostra, dal quotidiano La Provincia e da Villa dEste, ha fornito anche loccasione per un dibattito tra esperti e sindaci dei paesi rivieraschi. Il convegno si aperto con la visione di un filmato del regista Tommaso Lipari, che ha puntato sullaccostamento stridente tra le bellezze del Lario e le colate di cemento comparse negli ultimi tempi, ampiamente documentate su queste pagine. Fiammetta Lang, presidente della sezione comasca di Italia Nostra, ha rivelato un sogno: Una parte del Lario potrebbe essere inserita tra i siti posti sotto la tutela dellUnesco, come patrimonio dellumanit. Darko Pandakovic, docente di Architettura del paesaggio al Politecnico di Milano, si detto preoccupato: Ci sentiamo offesi dagli interventi che stravolgono le sponde del lago. Non c sensibilit nei confronti del bello, tanto che il presidente della Provincia recentemente ha dichiarato di non aver visto veri scempi. Lurbanista Vezio De Lucia ha rivelato alcuni dati sullo spreco del territorio: In Italia ogni anno si consumano pi di 250mila ettari di suolo, mentre in Germania possono essere al massimo 10mila, grazie a unapposita legge. Luigi De Falco, segretario campano di Italia Nostra, ha chiuso la sezione del convegno intitolata Pensare, moderata da Margherita Canepa: La cementificazione selvaggia - ha detto De Falco - legata anche allimpressionante regressione della cultura politica, cos come di quella urbanistica . Nella sezione Partecipare, moderata da Giorgio Gandola sono state presentate le esperienze del comitato Salviamo le rive di Blevio, del Fai, del Wwf e della riserva naturale Pian di Spagna e lago di Mezzola. Larchitetto Lorenzo De Stefani, della Soprintendenza lombarda, si soffermato sugli aspetti normativi: Molti problemi discendono dalla legge regionale 18 del 1997, con la quale la Lombardia ha delegato ai Comuni le competenze paesaggistiche, senza riservarsi possibilit di controllo. Il compito di verificare le autorizzazioni spetta alle Soprintendenze, che hanno per enormi difficolt. Siamo solo 14 in Lombardia, io ricevo 4.500 autorizzazioni lanno. Inoltre siamo tecnici, ma dobbiamo valutare atti amministrativi. La logica di chi stila certi progetti : proviamo a chiedere 100, se poi ci concedono 50 guadagniamo comunque. Ma il problema di fondo la mancanza di controlli preventivi: non si pu delegare tutto alla sola Soprintendenza. Anche perch, con le norme attuali, abbiamo un potere limitato.


Guerra: servono vincoli pi rigidi Spallino: sta tornando Tangentopoli

Fino a quando le finanze dei Comuni resteranno legate agli oneri di urbanizzazione, si continuer a consumare suolo. Nel suo intervento al convegno sul Lario ferito, il sindaco di Tremezzo Mauro Guerra non ha nascosto le difficolt di chi amministra i paesi del lago: I problemi sono molti, a partire dallassenza di tecnici sufficientemente preparati - ha detto - Abbiamo comuni molto piccoli, privi di competenze specifiche in materia di paesaggio. Ma il fatto pi grave che le amministrazioni non hanno il fisico per reggere le pressioni di chi vuole costruire: se, come oggi accade, chi consuma il territorio ottiene pi risorse e pu quindi garantire servizi migliori, la cementificazione non cesser. La tentazione per i Comuni troppo forte, perch purtroppo il consenso elettorale si conquista anche in questo modo. Pertanto - ha proseguito - bisogna intervenire sul quadro legislativo. Ben vengano i vincoli, ne abbiamo bisogno. Guerra ha poi suggerito unaltra soluzione: I Comuni si uniscano e stilino insieme i piani di governo del territorio. Puntare sulla programmazione intercomunale lunica strada percorribile, personalmente ci ho provato ma senza successo, anche perch non ci sono molte sponde nella normativa regionale. Infine, deve sicuramente crescere la sensibilit dei sindaci su questi temi. Si soffermato sul tema dellimpreparazione dei tecnici comunali anche lavvocato Lorenzo Spallino: La seconda Repubblica ha affidato a queste figure compiti che non sono i loro - ha sottolineato - In secondo luogo, devo constatare la totale assenza di buone leggi per il governo del territorio, e inizio a pensare che questa mancanza di regole piaccia a molti. Spallino ha quindi chiuso il suo intervento con una nota polemica: Nessuno degli amministratori del Comune e della Provincia di Como ha partecipato al convegno, n ha mandato un messaggio di saluto. Questo mi porta a dire che, forse, non hanno la capacit di intendere e di volere il bello. Parole pesanti sono arrivate anche dal presidente nazionale del Wwf, Franco Venini: Si compiono veri e propri reati contro lidentit culturale dei paesi, i manovali della matita stanno facendo danni enormi. Se la salute del paesaggio rivela il grado di civilt di chi vi abita, non c da stare allegri. Pier Fausto Bagatti Valsecchi, del Fai, ha parlato di villettopoli dilagante e ha definito Menaggio il paese delle gru. Antonio Spallino, presidente del centro Volta, ha detto: Viviamo in un Paese profondamente immorale, sotto queste situazioni c un ritorno di Tangentopoli, anche se nessuno ne parla. Il secondo problema lassenza di amministratori preparati.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news