LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL PRATO FINTO Togliete da Villa Borghese quel prato di plastica
CORRADO AUGIAS
MARTED, 19 FEBBRAIO 2008 LA REPUBBLICA - Commenti




La polemica
A Piazza di Siena un manto verde finto per risparmiare


Proprio domenica, guarda caso, ho accompagnato due amici giunti da Parigi a vedere qualche cosa di Roma. Siamo andati di qua e di l poi abbiamo attraversato Villa Borghese e ho visto dallalto il magnifico manto smeraldino che copriva il fondo di piazza di Siena. Dentro di me sono stato contento, quel verde uniforme e ben nutrito faceva dallalto del viale una magnifica figura.
Siamo arrivati alla Galleria e l ho lasciato gli amici. Poi ho letto della plastica: il mantello che maveva cos rallegrato era finto, non si trattava di curatissima erba ma di plastica. Piazza di Siena riempita di plastica? E perch mai? Perch, la risposta che viene da alcuni uffici del Comune, le spese di manutenzione di un vero prato sono eccessive. Ogni anno, in quel "magnifico scenario arboreo", come viene di solito descritto, si svolge (dal 1928) il concorso ippico che fa parte di un circuito degli otto incontri ippici pi prestigiosi del mondo. Ogni anno bisogna coprire il fondo con della sabbia e poi, finita la competizione, bisogna portare via la sabbia e ripiantare lerba. La quale erba ha i suoi tempi, vuole molta acqua per crescere, vuole essere tosata per assumere laspetto regolare di ogni prato che si rispetti: cura, tempo, lavoro; cio soldi. Con la plastica tutto diventa pi facile e si risparmiano, stato detto, 400 mila euro lanno. Il ragionamento fila ma il problema, per una volta, davvero altrove, scavalca i soldi ed riassumibile in questi termini: in un luogo ameno come villa Borghese che anche un luogo carico di storia, si pu mettere un prato finto? Pi in generale: si possono mettere in maschera luoghi di grande prestigio e significato? Faccio un altro, recente, esempio: in occasione del compleanno del sarto Valentino, sono state drizzate sulla terrazza del tempio di Venere a Roma, tra larco di Costantino e larco di Tito, delle alte colonne di plastica bianca per compensare la vista di quelle smozzicate che l sorgono. Era unoperazione temporanea e le colonne finte, per la verit senza troppa fretta, sono poi state rimosse. Anche in quel caso per s trattato di unoperazione azzardata. Le rovine di Roma, i suoi luoghi storici, non si prestano ad essere camuffati. Non credo di scivolare nel fanatismo dicendo che quei luoghi sono arrivati fino a noi a capo di vicende complesse, spesso drammatiche, che ogni colonna spezzata, ogni resto di edificio, ogni luogo che ricorda lesistenza di chi vissuto qui prima di noi, merita considerazione e rispetto. Las Vegas o le nuove citt asiatiche dei divertimenti si possono permettere i finti colossei e le finte calli veneziane, noi che siamo depositari degli originali non lo possiamo fare. Come ha detto con efficace sintesi il sovrintendente ai Beni Culturali del Comune Eugenio La Rocca: In una villa storica lerba sintetica non si pu mettere. E se lerba vera si presentasse, come tante volte ho visto in passato, un po rognosetta? Meglio rognosetta che finta. E se gli amici parigini alzassero un po il sopracciglio? Gli si pu dire che i prati del Jardin du Luxembourg sono cos impeccabili perch a Parigi piove molto pi che a Roma. Da noi i prati, veri, vengono cos. Per piazza di Siena c solo qui.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news