LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SAN MINIATO. Dagli scavi per riparare l’acquedotto affiora un tratto dell’antica Francigena
Luciano Gianfranceschi
SABATO, 16 FEBBRAIO 2008 IL TIRRENO - Empoli

Il selciato è all’entrata di Ponte a Elsa. Ed è lungo circa sei metri
---------------------------------------------

E’ venuto alla luce un tratto importante dell’antica via Francigena, durante i lavori in profondità per un intervento all’acquedotto, all’ingresso di Ponte a Elsa, in via Nazionale, poco distante dalla scuola materna: il selciato, in antiche pietre, è lungo 5-6 metri, e largo circa un metro e mezzo. «Un tipico percorso da viandante” ha detto ieri mattina un funzionario della sovrintendenza ai monumenti - accorso da Firenze - al priore don Lido Freschi. L’area è ovviamente transennata. Distanziato di una decina di metri c’è anche un antico muretto di 70-80 centimetri, sempre in pietre e presumibilmente della stessa epoca: l’alto Medioevo. «E’ un ritrovamento fondamentale», hanno aggiunto gli esperti fiorentini, facendo capire l’intenzione di trasportarlo nel capoluogo regionale.
Il percorso mancante. Don Lido spiega perché il ritrovamento è importante: «Non si conosceva, finora, il tracciato che arrivava sicuramente da Altopascio, e attraversato l’Arno, forse nei pressi di San Pierino ma non è certo, proseguiva per Roma. Sul tratto di San Miniato, esistevano 2 tesi: l’attuale ritrovamento conferma che la via Francigena passava da San Genesio, poi San Lazzaro, per andare su attraverso Capo di Vacca a Coiano. Senza toccare San Miniato, né Calenzano: perché, stando al sovrintendente, le altre strade sono del 1200 circa, sicuramente posteriori. Mentre la primitiva via Francigena ritrovata, quella dei viandanti diretti a Roma, è assai più antica del XIII secolo. Ha pietre belle, tonde, come sulla via Francigena già conosciuta, al Galleno. E’ bassa, ad un metro sotto il suolo - continua il priore - parlavano di smontarla, pietra per pietra, e portarla a Firenze».
Disapprovazione. Altre persone, che stanno ascoltando, disapprovano l’intenzione della Sovrintendenza. «Chissà che fine farà nel capoluogo toscano, tra tanti altri reperti - hanno poi detto alcuni parrocchiani al priore - mentre la storia passa di qui». A riportare alla luce la via Francigena è stata l’impresa Rinascita di Cascina, che sta svolgendo i lavori per Acque Spa. «Sono stati bravi a individuarla - conclude don Lido - perché si trova tra una grande fogna e la tubazione del metano. Quando sono stati posizionati sotto terra, non era stato visto niente. Eppure sono tracce importanti».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news