LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - SANTA MARGHERITA Nuovo ricorso al Tar contro l'allungamento della diga foranea
Gloria Barbetta
Il Secolo XIX Levante 15/2/2008

di Verdi Ambiente e Societ e Green Cross Italia II sindaco: Sono sconcertato, qualcuno intervenga

SANTA MARGHERITA. Nuovo ricorso al Tar contro l'allungamento della diga foranea: a presentarlo sono state le associazioni ambientaliste Verdi Ambiente e Societ e Green Cross Italia, difese dall'avvocato Daniele Granara, contro il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il provveditorato alle opere pubbliche, la Regione, il Comune di Santa Margherita, la Provincia, il ministero per i Beni e le Attivit Culturali, l'Agenzia del Demanio, la capitaneria di porto di Genova, e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Liguria, ovvero gli enti che avevano partecipato alla conferenza dei servizi per l'allungamento del molo foraneo, un intervento che dovrebbe venire realizzato dal provveditorato alle opere pubbliche per un importo pari a due milioni e mezzo di euro.
Spiega Granara: Abbiamo presentato ricorso al Tar per varie ragioni e fra quelle principali si ricorda che manca il parere favorevole della Soprintendenza, quindi non si capisce come la conferenza dei servizi abbia potuto approvare tale progetto; l'area in questione vincolata e le precedenti relazioni paesistiche tengono conto di questo aspetto. Ai fini della sicurezza non ha senso costruire il molo di sopra-flutto senza quello di sottoflutto, che per ragioni di impatto ambientale era stato opportunamente escluso dal progetto. A questo punto perch procedere con l'allungamento della diga?. Tra le motivazioni che il ricorso evidenzia la mancanza del parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Quanto deliberato dalla conferenza dei servizi non chiaro - precisa Granara- Manca la Valutazione Ambientale Strategica, necessaria per rispettare le direttive comunitarie e la lettera congiunta che il sindaco Marsano ha ricevuto dalla Regione e dalla Soprintendenza una conferma della correttezza di questo ricorso.
Totalmente contrario a quanto dichiarato da Granara il sindaco Claudio Marsano, che con toni accesi afferma: Sono sconcertato. La messa in sicurezza del porto di Santa Margherita fondamentale, ormai una questione di importanza nazionale, qualcuno dovr intervenire perch questa faccenda va conclusa.
Il progetto del prolungamento del molo di sopraflutto di circa 80 metri, si
legge nel ricorso al Tar, provocherebbe un impatto artificiale di rilevanti dimensioni, pregiudicando i caratteri del porto e comporterebbe la occlusione delle visuali panoramiche del golfo del Tigullio orientale. Gli atti propedeutici alla realizzazione dell'opera erano gi stati impugnati con un precedente ricorso presentato nel 2006 da Green Cross Italia, V AS. e Italia Nostra, che il Tar aveva accolto nel 2007: il provveditorato alle opere pubbliche aveva riawiato successivamente la procedura convocando la conferenza dei servizi, dalla quale era emerso che la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio chiedeva ulteriori integrazioni.


SORPRESA IN CITT C'ERA L'ACCORDO
*.. SANTA MARGHERITA. Siamo sconcertati: dopo l'intervento del presidente della Regione, Claudio Burlando, credevamo di essere tutti d'accordo per l'allungamento della diga e la messa in sicurezza del porto. Oggi avremo un incontro con il comandante del porto per il nuovo regolamento portuale e la sistemazione degli ormeggi e cercheremo di capire meglio la situazione, ha detto ieri Gianfranco Cabella, presidente della societ Progetto Sviluppo Santa Margherita Ligure, che raggruppa gli operatori portuali. Pietro Micheli, comandante del Circomare, afferma: Mi spiace che ci sia un nuovo ricorso al Tar contro l'allungamento della diga: la riunione in programma con gli operatori portuali affronter vari temi, tra i quali il nuovo regolamento portuale, che dovr migliorare il livello della sicurezza e si parler di sistemazione degli ormeggi oltre che di destinazione d'uso definitiva delle aree portuali, per questo all'incontro interverr anche il Comune. Il presidente del comitato "Tuteliamo Santa", Francesco Ortona, dice: Avevo appena preso contatti con l'architetto Rossini della Soprintendenza per assicurami che venisse rispettato quanto deciso durante l'ultima conferenza dei servizi, ovvero che la parte finale della diga fosse una soffolta di dieci metri, che l'altezza del muro venisse abbassata e che negli atti si precisasse che il sottoflutto non sar mai realizzato. Ora la novit del ricorso al Tar modifica le prospettive. Noi di "Tuteliamo Santa "continueremo a vigilare e se gli accordi presi durante la conferenza dei servizi non saranno rispettati faremo le nostre mosse. Ortona tuttavia precisa che il sodalizio da lui presieduto conferma che se gli accordi presi saranno confermati non ci saranno ricorsi: occorre per che vengano rispettate le premesse annunciate nella conferenza dei servizi.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news