LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rutelli e la "prova-periferie". Buche, verde, sicurezza: ecco il tour dentro il cuore della citt
SIMONA CASALINI
VENERD, 15 FEBBRAIO 2008, la repubblica - Roma







Domenica scade lultimatum che si dato per decidere se correre a sindaco



--------------------------------------------------------------------------------

Come risponde un vicepremier e ministro dei Beni culturali uscente a un ragazzotto con giubbotto che dietro piazza dei Mirti lo punta dallaltra parte del marciapiede, chiede conferma agli amici che lui, proprio lui, Francesco Rutelli, molla il braccio della ragazza col piercing, attraversa deciso la strada, gli si piazza a dieci centimetri a muso duro e lo investe di insulti su quello schifo di Mastella, quella faccia di c... di Bassolino, e pure Prodi e pure Berlusconi e mo vedremo pure Veltroni e gi contumelie contro tutti voi che ci avete ridotto sul lastrico e non vi vergognate. Non tira dritto, il sempre pi probabile candidato sindaco Rutelli, anzi ci si butta dentro: Alt lo stoppa, io non mi vergogno affatto e infatti sono qua a parlare con voi in strada. E dico anche che noi politici non siamo tutti uguali. Ci sono le elezioni, potrete scegliere chi volete al governo e chi volete come sindaco, e per quanto mi riguarda rivendico con orgoglio tutto quello che ho fatto nella mia vita politica.
Si vivono anche momenti piuttosto caldi, ma non tanti per la verit, a seguire Rutelli nei suoi giri a sorpresa, stile "cronaca vera" nelle periferie della citt. Ieri a Centocelle, ad esempio, partendo proprio dalla piazza dei Mirti letteralmente inghiottita dallenorme cantiere della metro C, il ragazzotto esagitato stato volontariamente affrontato come in un incontro duro di boxe, ma la stragrande maggioranza della gente in piazza, in strada, dentro i negozi, a passeggio con i bambini, di corsa sul motorino, quando lo vede vuole avvicinarsi sorridente e confidente. E lui aggancia interlocutori o si fa volentieri "rimorchiare". In oltre due ore di giri di quartiere, a parte un paio di attacchi sgarbati, avr parlato e stretto la mano a una cinquantina di romani bendisposti, oltre ad altrettanti arzilli e tosti vecchietti del centro anziani Sandro Pertini.
E tutti parlano volentieri a quel "signor Rutelli", cos lo chiamano, accolto come se fosse uno di famiglia o come uno a cui fare la foto col telefonino. Gli danno del tu, qualcuno lo chiama come allora, negli otto anni dal 93 al 2001, o augurante per il prossimo futuro, "salve, sindaco" e, soprattutto, non gli chiedono miracoli. Nessuno ma proprio nessuno gli chiede di vicende che appassionano cerchie di intellettuali ma non il comune sentire come ad esempio la sua maggiore vicinanza ai temi cattolici, piuttosto lo incalzano a prendere appunti su piccole grandi cose che lui potr "certamente" fare (vero sindaco?) per migliorare la loro vita cittadina di tutti i giorni.
La rozza statistica del taccuino annota che su dieci casuali interlocutori di fila, quattro (di cui tre donne) gli hanno chiesto di aumentare la sicurezza (troppi extracomunitari in giro, basta prostituzione sulla Togliatti, poche pattuglie in giro, vigili che non si vedono mai), due hanno chiesto di migliorare il verde (il Parco di Centocelle!!! Lo aveva inaugurato lei ma ha visto ora come ridotto?), due se la prendono con le buche nelle strade e i marciapiedi pericolosi e due, a domanda diretta, quali sono i problemi pi gravi che vivete qui a Centocelle? si sfogano, apocalittici, contro le troppe cacche dei cani. Questione di percezioni.
E per, a spanne e senza sondaggi a freddo, anche a Centocelle, cos come per lo era stato anche nelle altre periferie monitorate, la questione "sicurezza" il problema pi comune. Rutelli, di ritorno, ne ragioner sopra. Quandero sindaco io, tutti si lamentavano del traffico, era la priorit assoluta. Oggi invece, nelle periferie dove sono andato ma probabilmente anche in quelle dove andr nei prossimi giorni, il tema prioritario la sicurezza legata al degrado, il sacrosanto diritto di camminare in strada e non temere pericoli. E anche da quello che gli dice "la strada", Rutelli prende le misure, ipotizza una continuit strategica ma anche radicalmente nuova.
Domenica scade lultimatum che si dato per decidere se correre o no per il dopo-Veltroni. Glielhanno chiesto un po tutti, anche Bettini, certo, ma ho davvero avuto "un affettuoso accerchiamento". E io, anche da ministro, ho sempre mantenuto devozione e dedizione per questa citt. E chiaro, la prova non sar facile dice con una fuga in avanti che per ancora corregge, se decider di correre. Ma prima di qualunque ragionamento su alleanze, programmi, continuo a riaprire cos, partendo dal basso, il mio rapporto con la citt. E tra i tanti che gli si avvicinano, a Centocelle capita anche chi gli dice cos: E uno bravo, ma laziale e non ci parlo.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news