LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - TRAMVIA Solo cos la citt sar contemporanea
15 FEBBRAIO 2008, L'Unit, Firenze


IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA (Giovanni Gentile) Solo cos la citt sar contemporanea



Presidente Gentile, voi siete sempre stati favorevoli alla tramvia. Da cosa nasce il s convinto che gli industriali?
Dallessere favorevoli al cambiamento per questa citt. Firenze ha bisogno di tante cose e pensiamo che la tramvia possa rientrare in questo progetto di cambiamento e adeguamento alla contemporaneit. Si pu discutere del passaggio o meno dal Duomo, di tante migliorie auspicabili ma non si pu pensare di rigettare in toto un progetto che per la Linea1 gi realizzato e per le Linee2e3ha i contratti gi fatti. Questa una citt in cui ogni volta che si fa qualcosa, poi si rimette sempre in discussione. Non va bene.
Sulla tramvia c il consenso di industriali, categorie economiche, sindacati. stata decisa 15 anni fa, finanziata 5 anni fa eppure ora oggetto di referendum. Perch?
Innanzitutto perch lo Statuto del Comune consente questa consultazione che ha formalmente laspetto di un referendum abrogativo ma in sostanza soltanto consultivo e qualunque sia il risultato lopera va avanti. Ha solo una valenza politica e mi sembra che non sia questa la strada giusta. Se si voleva fare andava fatto dieci anni fa. Si comincia a lavorare, si spendono i soldi, ci sono penali e ora si fa il referendum?.
Come vive il fatto che il promotore del referendum sia un vostro associato?
Le posizioni devono essere distinte. Da una parte c un associato di Confindustria che fa lindustriale e come uomo libero fa quello che crede meglio. Dallaltra c la sua posizione politica e quella di promotore del referendum e tutto questo deve essere ben distinto se no non si capisce pi nulla. Lui libero di agire come politico, lassociazione ha i suoi organi e decide sulla base di impostazioni che tra laltro non sono nate oggi.
La posizione di Razzanelli non ha provocato qualche frizione nellAssociazione? Credo sia una posizione rimasta distinta ed giusto cos. Non vedo niente di sconveniente nel fatto che un nostro associato faccia politica ma naturalmente questo non pu impegnare lAssociazione.
E dopo la tramvia cosa si dovr fare a Firenze?
questo il punto. Noi non abbiamo detto s alla tramvia e basta. Questo un tassello nella riorganizzazione generale della mobilit cittadina e metropolitana. Tramvia, Tav, sistema dei parcheggi. Fa tutto parte di un piano organico di ammodernamento della mobilit in citt. In molte citt allestero in cui stata inserita la tramvia, allinizio ci sono state proteste ma adesso nessuno si sogna di contestarla pi perch un mezzo ecologico e pulito. Le infrastrutture cittadine, laeroporto, la Fortezza da Basso, la costruzione del nuovo Auditorium, fanno parte di un ridisegno di Firenze che a mio avviso va appoggiato, sostenuto e gestito al meglio. Si tratta di fare di Firenze una citt realmente moderna e contemporanea o lasciarla avviarsi ad un lento declino.
Ci sono gli estremi per costruire un patto sulle grandi opere?
Sarebbe auspicabile. Su questi temi si misurano anche le opzioni elettorali. Nonne faccio questione di schieramenti ma di contenuti. Confindustria molto pragmatica in questo senso. A questo progetto di citt noi teniamo molto e tutti quelli che lo condividono sono benvenuti. Noi pensiamo che un cambiamento di questa citt sia indispensabile. un disegno grande, o ci si crede o no. Se si vuole la Firenze da cartolina, la Firenze della rendita, si pu campare ancora una generazione o due ma il futuro non quello.
Forze politiche del centrodestra sui dicono contro il tram. sorpreso? Questo referendum inquina tutto perch stato troppo politicizzato. Ho apprezzato molto il gesto di Domenici che ha detto di non volersi candidare per portare a termine il mandato. Mi pare un gesto di grande seriet. E in questo mandato, tra laltro, qualcosa si sta davvero ottenendo: lo scambio della Fortezza, lAuiditorium alla Leopolda, la tramvia sono operazioni importanti per il futuro di questa citt.
f.san.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news