LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Tramvia: "Tramvia, dibattito su falsit"
MASSIMO VANNI
14 febbraio 2008, LA REPUBBLICA - Firenze

Referendum. Studio Cresme prevede lincremento dei valori immobiliari lungo il percorso della tramvia
Le parole del voto: sciagurato, delirio, assurdo
Il dibattito sul referendum, per responsabilit dei promotori, viziato da falsit ed esagerazioni. Mentre la consultazione assurda e sciagurata. Cos dice il sindaco Leonardo Domenici presentando uno studio che annuncia un aumento dei valori immobiliari nei quartieri della tramvia. Il presidente di Italia Nostra Carlo Ripa di Meana, a fianco del promotore Mario Razzanelli, definisce il progetto tramvia un delirio motivato da furia distruttiva.


Presentato uno studio sullaumento dei prezzi degli immobili nei quartieri toccati dal tracciato

le curiosit
Domenici: "Referendum assurdo e sciagurato"




Anzitutto, le mistificazioni: Questo referendum ha gi prodotto un danno, quello di un dibattito esaltato e, per responsabilit dei promotori, fondato su esagerazioni e falsit. Subito dopo gli alleati del leader dei contrari Mario Razzanelli. A cominciare da Paolo Blasi: Ex rettori dicono cose senza n capo n coda, forse avrebbero fatto meglio ad occuparsi delle condizioni finanziarie in cui hanno lasciato luniversit. E per finire, i neofascisti che affiggono manifesti. Il sindaco Leonardo Domenici partecipa alla presentazione dello studio che annuncia un aumento dei prezzi immobiliari nei quartieri attraversati dalla tramvia e, a pochi giorni dal voto, sferra uno dei suoi attacchi pi decisi contro il fronte degli anti-tramvia.
Si parla molto di progetti alternativi che non esistono, ma si sta prendendo in giro la citt, aggiunge il sindaco a proposito del micro-metr rilanciato proprio in questi giorni dal capogruppo dellUdc Razzanelli. E il fatto sorprendente, continua Domenici, che nel referendum sulla Coop della Ex-Longinotti votato nel 1999, anche allora un referendum richiesto da Razzanelli, cera la stessa compagnia di giro e si discuteva degli stessi scenari apocalittici che puntualmente non si sono verificati.
Il sindaco chiede quindi di riportare il dibattito su dati oggettivi (Contrariamente a quanto viene detto, i binari che passano dal Duomo non sono quelli di Santa Maria Novella e saranno a raso). E invita a votare no contro questo assurdo e sciagurato referendum e anche no contro chi si oppone al cambiamento.
Se oggi i cantieri comportano comprensibili disagi, alla fine i vantaggi ci saranno, sostiene il deputato Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente che ha collaborato alla ricerca sulle modifiche dei valori immobiliari post-tramvia condotta da Anco-Cresme Consulting. Larrivo di un mezzo di trasporto come la tramvia avr un effetto di salvaguardia sul patrimonio urbanistico, con conseguente aumento dei prezzi, sostiene Realacci. I dati saltati fuori dallo studio?
Una volta che le tre linee di tramvia saranno realizzate, secondo Anci-Cresme, il valore totale del patrimonio immobiliare della citt passer da 56,40 miliardi a 58,15 miliardi di euro. Un guadagno netto per i privati proprietari di appartamenti, negozi e uffici di 1,75 miliardi. Un aumento che sar significativo soprattutto nelle aree periferiche, i cui valori immobiliari si avvicineranno di 3-4 punti percentuali a quelli del centro. A Novoli, che sar attraversata dalla linea 2 (quella diretta a Peretola), il prezzo degli alloggi, secondo lo studio, si rivaluter di quasi il 5 per cento, mentre quello dei negozi quasi del 6 (gli uffici del 6,7). Mentre a Campo di Marte, laumento sar pi contenuto: circa l1 per cento. A Gavinana gli alloggi lieviteranno del 3,8, i negozi del 4,4. In qualche caso laumento dei valori potr sfiorare anche il 10 per cento.
Secondo lo studio, la tramvia sar in grado di liberare pezzi di citt dal traffico privato, con la conseguenza di abbattere del 30 per cento la produzione di anidride carbonica e di contrastare la proliferazione del numero dei veicoli privati.
Il promotore del referendum Razzanelli sostiene esattamente il contrario? Sostiene che lo spazio sottratto alle auto finir per rendere pi lento e difficile lo scorrimento del traffico privato con leffetto di produrre pi inquinamento atmosferico? Questi tesi non tengono conto di un fatto, che larrivo del nuovo sistema di trasporto pubblico avr un effetto sul numero di auto in circolazione, cio che la tramvia dovr comportare una diminuzione, sostiene il sindaco Domenici. Secondo le stime dellAtaf, interviene anche lassessore allurbanistica Gianni Biagi, circa il 35-40 per cento degli spostamenti effettuati nelle aree servite dalla tramvia passer dal traffico privato alla tramvia. Del resto, aggiunge Biagi, la fluidit del traffico non determinata solo dalla larghezza delle strade: Basta vedere Porta al Prato, dove le corsie sono state ridotte da 8 a 4 senza penalizzazioni per il traffico.
Razzanelli punta il dito sulleffetto cappio dei binari in piazza della Libert e sulle complicazioni del traffico? La piazza sar finalmente pedonalizzata, non sar pi uno spartitraffico ma una delle piazze importanti della citt, risponde lassessore Biagi.








news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news