LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, il referendum contro la tramvia boicottaggio
Osvaldo Sabato
l'Unit 13/02/2008

IN GIOCO non c solo il tracciato della tramvia. Non la solita lotta guelfi e ghibellini. Questa volta il confronto, che culminer con il referendum di domenica prossima rappresenta
qualcosa di pi: sintetizza la disputa tra chi per linnovazione della citt e chi invece per la conservazione
. questa la vera sfida lanciata dal sindaco Leonardo Domenici. Ecco la vera posta in gioco: presente e futuro a giocarsi la partita pi importante. stata una campagna referendaria
caratterizzata dalle falsit messe in giro dai promotori del referendum attacca Domenici. Non stato facile, infatti, rispondere alle trambufale del comitato antitramvia e del capogruppo dellUdc, Mario Razzanelli, vero promoter della raccolta firme per questo referendum si tratta di un atto
contro la citt, un sabotaggio che ai fiorentini fa perdere soldi e tempo commenta Domenici. Naturalmente il centro destra con la
sua battaglia forsennata contro la tramvia ha tentato in tutti i modi di politicizzare il referendum.
Comunque ora c e credo che sia importante votare no a chi vuole il blocco della tramvia aggiunge il sindaco.
La domanda se i tram devono, si o no, passare per trecento metri vicino al Duomo sarebbe solo un pretesto, un granello di sabbia. Domenica? Il mio appello ai fiorentini di andare a votare no a chi vuole ingessare la citt, a chi vuole provocare il declino di Firenze spiega Domenici.
Sindaco se a vincere saranno i si cosa succeder?
Io sono fiducioso sul risultato del referendum. Ma come noto, secondo il nostro statuto comunale, sullesame dei risultati referendari lultima parola spetta al consiglio comunale. Ricordo infatti che si tratta di un referendum consultivo, che qualcuno lo presenta come abrogativo esclusivamente per le proprie smodate ambizioni personali, mentre qualcunaltro lo cavalca perch la debolezza politica e culturale del centro destra fiorentino
tale che non hanno avuto nemmeno il coraggio di discutere
tra di loro e di frenare questa improvvida iniziativa referendaria. Ecco perch questa citt non ha meritato, non merita oggi, e non meriter mai un governo di questo inetto centro destra.
Lei ha chiesto a Razzanelli una trasparenza sulle spese referendarie del comitato per il si. Ma lesponente dellUdc ha
replicato che si tratta di soldi di privati e che non tenuto a
dare conto. Questo dimostra che Razzanelli non riesce a comprendere il senso delle istituzioni democratiche: se sono soldi suoi, lo dica e lo dimostri. sempre cos. Quando c
una campagna elettorale si fa il rendicontodelle spese, si fanno vedere entrate e uscite, perch si deve sapere come uno ha preso i soldi e come li ha investiti. Se sono soldi suoi va bene, vuol dire che ne ha tanti. Considero gravissima la risposta di Razzanelli, per usare un linguaggio attuale dico che la risposta di chi fa parte di una casta, cio di una persona che non si rende conto di essere un rappresentante nelle istituzioni del popolo sovrano, convinto di non dovere rendere conto a nessuno. Anche il direttore dei Musei Vaticani, Paolucci, si
schierato contro i tram in piazza Duomo.
Il professor Paolucci era soprintendente del polo museale quando discutevamo il progetto, stato in consiglio comunale, quindi sa
di che cosa stiamo parlando. Ma evidentemente cambia idea con
una certa facilit. Credo che bisogna sempre considerare che non
stiamo parlando di una questione che nata ieri, o pochi anni fa, la prima ipotesi dei tre tracciati in discussione del 1994. Non capisco come si possa sostenere che queste erano scelte ignote soprattutto per chi ricopriva incarichi di responsabilit
e che aveva avallato.
Ma i fiorentini conoscono bene questi progetti?
Forse c una sorta di squilibrio: da una parte c chi molto informato, dallaltra c chi lo meno, perch pensa che la tramvia sia una questione che riguardi unaltra parte di citt.Ecco a questo proposito voglio mandare un messaggio: la tramvia riguarda tutta la citt perch fa parte di un progetto integrato che dovr poi unirsi alla liberazione dei binari di superficie con il sottopasso dellAlta Velocit a un ridisegno delle linee su gomma, che inevitabilmente riguarda tutta la citt. Quindi io credo chea questo referendum dovranno votare
tutti i fiorentini. Altrimenti si pensa che sia solo un referendum sui tram in piazza Duomo. Non cos.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news