LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MONTE ARGENTARIO. LArgentario caccia chi fa abusi edilizi Villa abusiva, espulsa la proprietaria
EMILIO GUARIGLIA
13 FEBBARIO 2008, il tirreno



Arrivano i divieti di dimora, pugno di ferro contro mattone selvaggio

Punita la proprietaria di una villa. Altre misure eccezionali
La signora romana la sua villa non potr neanche guardarla dal cancello. Perch la villa per gli inquirenti abusiva e la Procura ha deciso di punire la donna con il divieto di dimora allArgentario. soltanto uno dei clamorosi provvedimenti che stanno colpendo diverse persone nella zona. Per il pm di Grosseto i lavori nella villa sono talmente illeciti da necessitare un intervento esemplare, una misura punitiva senza precedenti, a cui si affianca la sospensione di sei mesi dalla professione per il geometra che dirige il cantiere. Un costruttore e un direttore dei lavori invece non potranno mettere piede in un cantiere dove sono stati commessi abusi.





MONTE ARGENTARIO. La signora romana la sua villa non potr godersela neppure guardandola dal cancello. Perch la villa, secondo gli inquirenti, abusiva, e la Procura ha deciso di punire la donna con il divieto di dimora allArgentario.
Insomma, fino a processo finito, non potr mettere piede in zona, in caso contrario rischier larresto. questo soltanto uno dei clamorosi provvedimenti che in queste ore stanno colpendo un bel po di persone tra Porto Santo Stefano e Porto Ercole, esclusive perle della costa.
La signora, la cui identit resta coperta dal pi assoluto riserbo, la proprietaria di una villa sul Promontorio, e risulta committente dei lavori in corso. Per il sostituto procuratore grossetano Stefano Pizza quei lavori sono talmente illeciti da necessitare un intervento esemplare. E cos, oltre al banale sequestro del cantiere, ecco il provvedimento-choc indirizzato alla persona fisica. Misura punitiva senza precedenti, alla quale si affianca la sospensione di sei mesi dalla professione ordinata per il geometra che dirige il cantiere. Mai visto prima.
Mai visto, ma a quanto pare destinato a vedersi spesso, dora in avanti. Perch a stretto giro di posta, nello scorso fine settimana i carabinieri di Porto Santo Stefano hanno notificato altri due provvedimenti da brivido ai danni di altrettanti presunti furbetti: si tratta di un costruttore e di un direttore dei lavori, entrambi residenti a Monte Argentario. Ed entrambi colpiti da divieto di dimora a Monte Argentario stesso.
Esiliati? Non proprio. A quanto si apprende, infatti, la misura cautelare sar applicata solo nellarea del cantiere e limitrofe. Insomma, se i due decidono incautamente di avvicinarsi al luogo del delitto, rischiano larresto. Uno dei due, addirittura, deve pure presentarsi quotidianamente alla polizia giudiziaria per dimostrare di non essere in giro a combinare guai.
Spiegano i carabinieri dal comando compagnia di Orbetello che tanta durezza, in questi ultimi casi, si spiega con il fatto che i due denunciati sono recidivi, habitus dellabuso edilizio. Dunque, con loro, mano pesantissima.
I provvedimenti di questi giorni allArgentario, aspri quanto insoliti, al di l delle singole situazioni si spiegano compiutamente solo in un quadro generale, che a dire il vero molto sconfortante. Circa un mese fa, infatti, la Procura della Repubblica di Grosseto ordin un clamoroso blitz della polizia nel palazzo comunale di Monte Argentario: perquisizioni e sequestri a raffica, con ben undici persone indagate per reati vari, dalla corruzione allabuso dufficio, connessi proprio al sacco urbanistico ed edilizio nel quale sarebbe stato infilato per anni lArgentario, addirittura - ipotizza la Procura - con la gestione di una cupola.
E mentre il commissario prefettizio (il Comune senza sindaco da mesi) d avvio alla demolizione di un ecomostro simbolo - un orribile muro costruito su una delle spiagge pi belle del promontorio - i carabinieri continuano a sigillare, uno dietro laltro, cantieri nei quali si ritiene si costruisca illecitamente. Solo la settimana scorsa sono stati sigillati beni immobili per un valore stimato di circa 8 milioni di euro.
A quanto pare per i sigilli non bastano. E cos ecco le inedite e durissime misure cautelari. Misure che, dicono i carabinieri, vogliono innanzitutto lanciare il chiarissimo messaggio della tolleranza zero: niente pi trippa per furbetti, dora in avanti. Ma che al tempo stesso, come fanno notare in molti, danno anche il segno di una sconfitta collettiva: per fermare lassalto c bisogno di inventarsi nuove forme di repressione. Come a dire che se non gli metti davvero paura, qui tutti continuerebbero a fare bellamente il loro comodo.








news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news