LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma - Foro Italico, salviamolo da ultras e negozi
Adele Cambria
l'Unit (Roma) 10/02/2008

PASSEGGIATE AL FORO ITALICO Non ci tornavo da decenni, da quando, alla fine dell`udienza di un processo - non mi ricordo pi
quale, facevo per La Stampa la cronaca dei processi che coinvolgevano una donna, o come vittima o come presunta assassina
- un avvocato, Eugenio De Simone, famoso nel foro romano
per essere l`avvocato del Principe di Bisanzio, Antonio De
Curtis (Tot), mi invit ad accompagnarlo al Foro Mussolini. (Lui
lo chiamava ancora cos). Voglio farle vedere - mi disse - come
l`hanno ridotto i suoi amici comunisti!.
Accettai la provocazione, del resto il napoletano De Simone
non era nemmeno fascista, era un monarchico fervente,
forse addirittura "bizantino"... L`avvocato mi trascin dunque fino al Piazzale dell`Impero, davanti ai mosaici bianchi e neri semicancellati; mi disse anche il nome dell`autore dei cartoni. Lo dimenticai subito. Ora invece lo so: era Giulio Rosso, ed stata restaurata una parte delle immagini da lui concepite. Gladiatori, schermitoci, una famiglia contadina alla semina,
ma anche un aeroplano di tela di quegli anni, e, ahim, un
camion con un carico di fascisti che inneggiano, W Mussolini,
molti nemici molto onore. ecc. ecc.
Infatti in queste settimane continuo ad esplorare il Foro Italico. Per rendermi conto di una realt che, forse come tanti, avevo rimosso: la memoria del fascismo e della guerra sommandosi con l`orrendo "bretellone" dello Stadio Olimpico che incombe sul complesso monumentale, e con le ricorrenti visioni delle "ordalie" allestite dagli ultras del calcio. Ma la sezione romana di Italia Nostra, presieduta da Carlo Ripa di Meana, dopo aver tentato invano di segnalare agli organi responsabili del complesso monumentale (Soprintendenze, Ministero dei Beni
Culturali ed Ambientali), le condizioni in cui esso versa, si rivolta al governo e agli enti locali, perch non consentano oltre che il Coni porti al pi assoluto degrado quello che non solo in Italia considerato il pi importante complesso monumentale sportivo dell`epoca moderna. L`appello di Italia Nostra rafforzato da un testo firmato da 20 professioni-
sti di alto livello. Qualche nome: Carlo Aymonino, Massimiliano
Fuckas, Vezio De Lucia, Bianca Maria Tedeschini Lalli. E tutti insieme avvertono: In questi giorni si sta decidendo, nelle consuete condizioni di emergenza, interventi che si annunciano disastrosi: come la costruzione di un nuovo stadio del tennis, tra il vecchio "Centrale" e la Casa delle Armi. Indipendentemente
dalle qualit tecniche del progetto, il volume del nuovo edificio, la sua altezza, il suo impatto paesaggistico, l`indotto
provocato dai servizi commerciali previsti, si preannunciano
come una vera e propria aggressione ad un patrimonio storico-artistico il cui valore ormai universalmente riconosciuto.
Il magistrato Giovanni Losavio, Presidente nazionale di Italia Nostra, denuncia dal canto suo una situazione lesiva della legalit costituzionale, e segnala anche la manomissione della Casa della Scherma, e l`allontanamento dell`Ostello della Giovent per far posto a un centro commerciale; nonch la realizzazione di un gigantesco parcheggio sotterraneo tangente alla Casa della Scherma. Le richieste dell`associazione alle
istituzioni: assegnazione del complesso monumentale, per la sua
conservazione e gestione, ad un ente di alto profilo morale e culturale; progettazione unitaria di un`opera di restauro e di restituzione del Foro Italico alle originarie linee progettuali; trasloco delle partite di calcio di serie A dallo Stadio Olimpico ad un nuovo stadio. Per realizzare il quale, Italia Nostra
suggerisce di utilizzare una parte dei 40 ettari di verde nella
zona di Tor di Quinto, che, anche in seguito alle campagne delle associazioni ambientaliste, il Comune di Roma espropri destinandoli a parco pubblico.
Ma non una follia - chiedo a Vanna Mannucci, vicepresidente
della sezione romana - pretendere di chiudere alla serie A l`Olimpico?. Non c` altro modo - mi risponde - per salvare il Foro Italico. Perch fino a quando le orde degli ultras continueranno a farne terreno di guerriglia tra loro e contro le forze dell`ordine, nessun vero restauro possibile.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news