LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Duomo e tramvia, faccia a faccia Paolucci-Campos Venuti
Testo raccolto da Osvaldo Sabato
10 FEBBRAIO 2008, l'Unit, FIRENZE



Il direttore dei Musei Vaticani: In centro solo in bici. Lurbanista: A Siviglia il tram passa vicino alla Giralda

S ALLA TRAMVIA, no a un passaggio della tramvia a pochi metri dal Battistero e dal Duomo. Tutto qui. Antonio Paolucci, ex ministro nel governo Ciampi, prima di diventare direttore dei Musei Vaticani stato per anni soprintendente dei Beni architettonici e poi del polo museale fiorentino. So che Paolucci un uomo di grande impegno sulle questioni che riguardano la salvaguardia dei beni storici e architettonici. Ma proprio per questo mi meraviglia in modo incredibile che lui tolleri da decenni ormai, che a fianco del Duomo e del Battistero passino enormi autobus, traffico automobilistico, che soltanto recentemente mi sembra un pochino ridotto, e poi gli d fastidio che tutto questo venga spazzato via per far passare i tram, che sono uno strumento leggero, rispettoso dellambiente, rispettoso della storia e che fino alla fine degli anni cinquanta hanno costeggiato Duomo e Battistero, senza dare nessun fastidio. Lui pi giovane di me, ma forse se lo ricorda quando i tram passavano vicino al Battistero . uno dei nomi pi prestigiosi dellurbanistica italiana a replicare al professore Paolucci, si tratta di Giuseppe Campos Venuti. Entrambi hanno partecipato al forum organizzato dallUnit proprio su questa domanda che divide i fiorentini: s o no ai tram nel cuore storico e monumentale di Firenze? Su un punto entrambi sono daccordo: la tramvia, fa bene alla citt.
Paolucci: No, cos non va bene perch non che io tollero in centro gli autobus pestilenziali, il traffico automobilistico e quantaltro. Io vorrei che a pochi metri dalla porta nord del Battistero, il professore lo sa bene che in tutti i manuali della storia dellarte la prima pagina della storia del Rinascimento comincia da l, non passassero n le auto, n i bus e n la tramvia. Vorrei che quella zona rimanesse incontaminata, libera da qualsiasi mezzo, riservata solo ai pedoni. Tutto qui. una richiesta cos presuntuosa e utopica? Non mi pare. Bastava far passare la tramvia da piazza San Marco, in una zona di minore interesse artistico e monumentale. La mia una preoccupazione da storico dellarte, quale mi sento .

CamposVenuti: Vorrei cercare di far riflettere un uomo di cultura, come Paolucci. Le ricordo che io sono stato lassessore allurbanistica che nel 1961 a Bologna ha lanciato la politica di salvaguardia dei centri storici, prima non esisteva nella politica italiana.
Paolucci: Lo so bene....
Campos Venuti: Come dire che mi sento autorizzato a parlare in difesa dei centri storici. Ora vero che il valore di quelle architetture, che Paolucci conosce meglio di me, un valore intoccabile. Ma noi labbiamo lasciato disturbare, rovinare e intaccare per decenni senza fare niente. Adesso che dopo decenni viene presentata in maniera soft unalternativa reale, un uomo di cultura come lei si oppone a questa alternativa. Il che significa praticamente che per avere la luna non ottiene neanche di eliminare il traffico che c oggi. Vorrei chiedere al professore Paolucci qual lalternativa? Forse quella di allontanare il traffico dal cuore di Firenze?.
Paolucci: Certamente si...
Campos Venuti: Bene. Se questa lalternativa, il cuore di Firenze non pu essere ridotto soltanto ad un luogo pedonale. Lei lo sa che il centro storico di Firenze lungo quasi due chilometri e largo uno e mezzo. Possiamo pensare che sia accessibile altro che dai pedoni? Mi sembra impossibile.

Paolucci: Ma sarebbe bastato spostare la linea duecento metri pi a nord. Tutto qui. Una soluzione potrebbe essere linterramento del tratto della tramvia a ridosso del Battistero e del Duomo .

Campos Venuti: A Bologna abbiamo scelto la follia: fare cio una metropolitana interrata sotto il centro di Bologna. Questa metropolitana non si far mai, perch il costo cinque volte superiore rispetto alla tramvia di superficie. Noi abbiamo progettato con dei costi enormi un mozzicone di sotterranea lunga sei chilometri, quando il sistema delle tre linee fiorentine di 20 chilometri in prima battuta, potrebbero arrivare a 35 se si allungano verso Rifredi e Coverciano. Voi a Firenze avete scelto la soluzione giusta per la salvezza di Firenze e del centro storico fiorentino e adesso si oppongono proprio gli uomini di cultura .

Paolucci: Ma un interramento di trecento metri, sarebbe cos costoso e impossibile?.

Campos Venuti: Non si pu interrare solo di trecento metri, perch il tram non pu andare in pendenza del cinque per cento come fanno le automobili. Il tram ha una pendenza massima delluno per cento. Quest osignifica che per interrare i trecento metri chiesti da Paolucci, bisogna partire da piazza della Libert e sbucare a Sant aMaria Novella. Cio significa fare un chilometro e mezzo di sotterranea. una soluzione che costa una barcata di euro. Per non capisco una cosa: quanti anni ha Paolucci? Non se li ricorda i tram che passavano dal Battistero?

Paolucci:Me li ricordo. Ma come lo devo dire, non voglio che ci passino i tram. Voglio che non ci passi nessuno ma che ci vada solo la gente in bicicletta, come in piazza San Petronio a Bologna. Campos Venuti: No guardi, piazza San Petronio a Bologna marginalmente toccato dagli autobus, dai filobus e non solo. Altro che biciclette. Purtroppo Bologna, sotto questo aspetto non per nulla protetta. Noi da Bologna invidiamo la soluzione fiorentina, perch molto pi rispettosa del centro storico, rispetto a quella che abbiamo adottato noi. I soldi per avere una sotterranea a Firenze o a Bologna non ci saranno mai.
Paolucci: Ma perch a Firenze non si pu mettere la tramvia un po pi in l?.

Campos Venuti: Il problema che in centro bisogna pure arrivarci .
Paolucci: Non lo si pu fare a piedi o in bicicletta?.
CamposVenuti: Insisto, Paolucci uomo di cultura, per vorrei farle notare che lui vuole o tutto o niente. Il risultato che in questo modo nella vita si ottiene niente.
Paolucci: Le dice che bisogna accettare questo compromesso ma a me fa senso pensare che a cinque metri dalla porta di Lorenzo Ghiberti, costata 21 mila fiorini doro, pi di quanto in valuta reale non costi lattuale tramvia, passino due treni (la mia uniperbole) in un senso, o nellaltro. Lo dico da reazionario storico dellarte.

Campos Venuti: Il termine reazionario lei lo usa polemicamente. Io non lho mai detto... . Paolucci: vero, ma questa storia della tramvia lhanno stoltamente messa in politica.
Campos Venuti: Ritengo che la sua sia una posizione che non difende nemmeno il centro storico, perch i centri storici tappezzati di lamiere automobilistiche o autobussistiche sono una stortura. Lei sa benissimo che a Strasburgo a Zurigo o a Siviglia, io ho un figlio che vive proprio a Siviglia, hanno scelto la tramvia. Ma la Giralda per Siviglia, non che sia di valore inferiore rispetto al Battistero per i fiorentini. Eppure l hanno fatto passare accanto la tramvia. Ripeto, a Firenze non sar assolutamente un insulto alla porta del Ghiberti, anche perch fino a cinquanta anni fa cerano i tram e ci stavano benissimo, erano mezzi datati dellottocento, che il novecento aveva conservato e che stavano perfettamente insieme al duecento e quattrocento.

Paolucci: Permettetemi di rimanere della mia idea e soprattutto lasciatemi dire il mio dispiacere nel vedere questo argomento messo in politica. Per cui essere per la tramvia di sinistra, essere contro di destra.
Campos Venuti: Purtroppo per questo non ci compiaciamo n io e n Paolucci. triste che la politica diventi strumento di faziosit e non di discussione corretta e culturalmente significativa. Ripeto, che far passare la tramvia a trecento o quattrocento metri dal Duomo significa ridurre pesantemente il ruolo di questo sistema, che una rete lunga venti chilometri e non sono soltanto quelle centinaia di metri che passano dal Duomo, senza avere il sostegno di pali. L c una modifica richiesta dalla soprintendenza che ha comportato leliminazione di fili sospesi, con le vetture che scorrono a batteria. A me sembra una soluzione originalissima e rispettosa della prospettiva del Duomo e del Battistero. Lo vogliamo chiamare un piccolo compromesso? Io non lo definirei cos perch mi sembra una soluzione architettonicamente pi che corretta. Ma chi lha detto che un piccolo tram non possa passare accanto al Duomo di Firenze. Ripeto, forse Paolucci non conosce le situazioni che ho citato. La Giralda di Siviglia, per la Spagna vale quanto vale per noi il Duomo di Firenze. In Spagna vederci passare vicino il tram non affatto un insulto a quel monumento dellarte, prima cristiana, poi mussulmana e poi ancora cristiana. Non capisco perch ostinarsi a questa sottrazione del rapporto tra un nuovo rispettoso e decoroso e stilisticamente ben disegnato, con lantico, con lo storico, con quello che noi vogliamo vivificare. Noi pensiamo che il centro di Firenze fosse fatto un po meno di uffici e pi residenti. Con che cosa li porteremo questi residenti, tutti a piedi o in bicicletta? Io che ho ottantanni, come faccio ad arrivarci?.
Paolucci: Ho ascoltato con rispetto le opinioni di un illustre collega, come il professore Campos Venuti. Mi lasci per concludere in questo modo:io esprimo un apprezzamento allidea della tramvia, tanto che nel 90 da consigliere comunale della Dc approvai insieme ai miei colleghi il progetto della tramvia leggera. Allepoca si discuteva se farla in superficie o subway. Quindi nessuna obiezione al principio sacrosanto e utile della tramvia. Avrei per voluto unattenzione diversa per quel luogo unico al mondo che il Battistero di Firenze e il Duomo dei fiorentini, mi sarei aspettato una deviazione di qualche centinaia di metri, lasciando esclusivamente ai pedoni, alle biciclette e ai taxi quella parte di Firenze. Quindi via le auto, gli autobus e la tramvia. Ma solo in quel punto. Per il resto la tramvia va benissimo, come essere contrari ad un rapporto leggero su rotaia.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news