LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Autosufficienza sempre pi difficile per le fondazioni
Sara Deganello
Il Sole 24 ore Nord Est 6/2/2008

La diminuzione di fondi pubblici alle Onlus rende essenziale la presenza di sponsor

Pareggio di bilancio e iniziative di rilievo: un binomio sempre pi difficile, per alcune fondazioni di diritto pubblico del Nord-Est, reso possibile solo grazie a interventi straordinari, pubblici e privati.
Si tratta, in particolare, delle fondazioni onlus riconosciute come istituti culturali di interesse nazionale dal Ministero dei Beni culturali.
Nel Triveneto spiccano la Fondazione Cini, la Querini Stampalia, la Olga e Ugo Levi - tutte e tre di Venezia - e la Fondazione Palazzo Coronini Cronberg di Gorizia.
Nate nella maggior parte dei casi da un lascito testamentario, hanno finalit pubbliche di promozione del sapere e dell'arte e usano tutti gli utili per le loro attivit.
La Giorgio Cini, dal 1951, ha l'obiettivo di tutelare il complesso monumentale dell'Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia e insieme di promuovere la ricerca in vari campi, dalla storia dell'arte alla musica, con seminari, borse di studio, pubblicazioni, mostre.
Il 12 aprile prossimo, con una retrospettiva dedicata a Giuseppe Santomaso, inaugurer un nuovo spazio espositivo sull'isola, ricavato dagli antichi magazzini del porto franco. La fondazione ha chiuso in pareggio il bilancio 2007 raccogliendo 4,5 milioni di euro: il 10% in pi rispetto all'anno precedente.
Delle entrate il 90% proviene .comunque da fonti private, il 10% arriva da enti pubblici, con la Regione Veneto in prima fila. Sappiamo quali sono le nostre risorse e di conseguenza le cose che possiamo fare - spiega Emilio Quinte della Fondazione Cini -: ma l'insufficienza dei fondi un dato fisiologico per chi fa cultura. Oltre agli sponsor per le singole manifestazioni, i sostenitori istituzionali, tra cui Intesa Sanpaolo, Fondazione Cariplo e Assicurazioni Generali, contribuiscono all'attivit ordinaria della fondazione. A loro fianco gli Amici di San Giorgio: Banco Popolare di Verona e Novara, Fondazione Prada, San Pellegrino.
nata invece nel 1869 la Fondazione Querini Stampalia, per volere dell'ultimo discendente della famiglia. Gestisce il museo e la collezione d'arte nella sede storica e organizza conferenze e mostre. La prossima, di Stefano Adenti, aprir il 9 marzo. Nel 2007 la Fondazione ha ospitato 30.513 visitatori e ha raccolto nel 2006 - ultimo bilancio disponibile, chiuso con un disavanzo di 35mila euro - contributi per 1,695 milioni: di questi, 600mila euro derivano da entrate patrimoniali, 700mila da enti pubblici (Comune e Regione in primis), 45mila da privati e 350mila da fondazioni bancarie (soprattutto Fondazione di Venezia). A influenzare l'andamento la diminuzione dei fidi pubblici e la costante difficolt nel reperire fondi privati. La situazione finanziaria in sostanziale equilibrio, ma in presenza di costi fissi crescenti, soprattutto per il personale e la manutenzione - dichiara il presidente della Querini Stampalia, Marino Cortese - necessaria una continua rincorsa alla ricerca di maggiori entrate per poter garantire l'elevato standard dei servizi.
La Fondazione Olga e Ugo Levi, sorta nel 1962, promuove invece studi, convegni, concerti, eventi legati alla musicologia. Stasera, a esempio, alle 21 nella chiesa di Santa Maria Formosa il Concerto delle ceneri, con laude dei secoli XIII-XVI. Non dobbiamo sostenere i costi di grandi manifestazioni come la Biennale - spiega il presidente, Davide Croff - ma chiaro che, per chiudere in pareggio, facciamo quelle attivit per cui abbiamo i soldi.
I fondi ammontano a circa 800mila euro annui, con il Ministero per i Beni culturali che eroga 30mila euro, la Regione 28mila e il Comune 5mila. Il resto viene dalla valorizzazione immobiliare e da sponsor: Purtroppo gli enti pubblici finanziano sempre meno e ora che avremmo bisogno di restaurare la sede cerchiamo entrate extra.
Situazione simile per la Fondazione Palazzo Coronini Cronberg di Gorizia, nata nel 1990 alla morte dell'ultimo Coronini Cronberg, Guglielmo, che ha aperto al pubblico il suo palazzo, il parco, gli archivi, la biblioteca, le collezioni. Altalenante il bilancio
dell'ente negli ultimi anni, intorno a circa 400mila euro: negativo nel 2006, in pareggio nel 2007.
La gestione del museo, che nel 2007 stato visitato da 5mila persone, e l'amministrazione del patrimonio sono garantite dai contributi di Ministero, Regione, Comune, Fondazione Carigo e dalla rendita degli immobili.
I restauri e le iniziative culturali, che non rientrano nell'attivit ordinaria, sono possibili solo con finanziamenti ad hoc.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news