LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LOMBARDIA - Como Lago non si tocca: un monumento
Pietro Berra
La Provincia di Como 7/2/2008

Il soprintendente Artioli critico sull'ipotesi di spostare il capolinea delle Fnm all'altezza del Comune. Tuteleremo la stazione in stile liberty come abbiamo fatto con l'attracco dei battelli di CeRNobbio


Mentre le Nord studiano come limare la pendenza che devono affrontare i treni tra Como Borghi e Camerlata, parte in salita il progetto di arretramento della stazione a lago. L'ipotesi, presentata l'altro ieri in giunta dal sindaco Stefano Bruni, prevede di trasferire il capolinea all'altezza di Palazzo Cernezzi e di trasformare l'area di CoMo Lago in una nuova struttura per la sosta dei veicoli e la ricettivit turistica (leggasi albergo)- II soprintendente ai Beni architettonici lombardi, Alberto Artoli, esclude che si possano fare interventi radicali sull'edificio che fa angolo tra il lungolago e largo Leopardi. Non entro nel merito delle scelte politiche , premette il tecnico. Che si limita a ricordare quello che prevede la legge: Gli edifici che appartengono ad enti o societ pubblici da pi di cinquant'anni sono automaticamente vincolati. I proprietari, se vogliono apportare delle modifiche, devono chiederci di verificare il reale valore storico-artistico del bene. Se lo giudichiamo di scarso pregio, possono intervenire come vogliono. Altrimenti viene vincolato.
Questa seconda ipotesi la pi probabile nel caso di Com Lago. un monumento - afferma Artioli -. Quell'edificio sicuramente di pregevole fattura e di interesse storico. Rappresenta un'immagine, legata non solo all'evoluzione storica dei trasporti, ma anche a quella turistica del lago di Corno. Ci ricorda quando i gitanti arrivavano da Milano e salivano a Brunate. Come abbiamo salvaguardato l'attracco dei battelli di Cernobbio - aggiunge -, che Como Lago richiama fortemente nello stile vicino al liberty, tuteleremo anche la stazione.
Sul fronte politico, il progetto presentato da Bruni stato subito bocciato dall'opposizione per voce del capogruppo del Pd Luca Gaffuri. Sarebbe un errore clamoroso - commenta -. Arretrare una fermata a lago, con la possibilit di collegamenti con i battelli e la funicolare, vuoi dire andare in una direzione opposta a quella che vuole essere la vocazione turistica della citt.
Il centrosinistra contesta anche il ridisegno complessivo della tratta cittadina delle Nord, cos com' stato illustrata dal sindaco. Penso che sia troppo limitato il raddoppio dei binari da Grandate al Comune - sostiene Gaffuri -. Il tratto Grandate-Camerlata gi in duplice binario, ma oltre a questo riteniamo che si debba costruire un sistema: da Cant a Chiasso con le ferrovie dello Stato, da Com Lago al nuovo ospedale con le Nord e tra Corno Lago e Como San Giovanni ipotizziamo una metrotranvia sulle strade attuali. Infine promette di rispondere al sindaco pubblicamente prima di Pasqua, con un convegno in cui presenteremo la nostra proposta.
Tra le voci contrarie all'arretramento di Como Lago anche quella dell'avvocato Lorenzo Spallino, che ieri ha rispolverato un progetto di Vittorio Gregotti del 1984, in cui gi si paventava lo spostamento della stazione. Lo definisce incredibile. Mentre quello presentato da Bruni a suo parere addirittura devastante. Penalizza - osserva - le fasce meno agiate della popolazione che scendono dai paesi del lago con i mezzi pubblici e anche i turisti che arrivano in treno dalla Brianza e da Milano. Spallino invita a non rinunciare a una stazione fronte lago unica al mondo e ad imitare Zurigo, dove i treni diventano tram quando entrano in centro, senza passaggi a livello, sostituiti da semplici semafori.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news