LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fuksas: il certificato antimafia ci ostacola
Stefano Bucci
Corriere della Sera 8/2/2008

PALERMO Se vero che uno dei mali maggiori che affligge l'architettura italiana (e non solo) quello della burocrazia, persino la richiesta del certificato antimafia pu contribuire ad aggravare la situazione, facendo perdere ancora pi tempo. Massimiliano Fuksas non certo critico della legge antimafia, piuttosto la considera in certi casi un problema in pi per chi progetta. Insomma, per lui (ma la sua un'opinione condivisa anche dal sindaco di Castellammare di Stabia Salvatore Vozza, eletto in una lista civica di centrosinistra, e da altri tecnici), persino la buona legge antimafia pu trasformarsi in un handicap in una situazione difficile come quella dell'architettura italiana. Insieme alla legge Merloni che definisce le regole degli appalti pubblici (da abolire senza possibilit di appello, meglio la vecchia legge del Regno d'Italia), ai concorsi di idee (una via di uscita quando non si vuole far niente), al disinteresse quasi totale della politica (l'unico che ha fatto qualcosa stato Lunardi con la Legge obbiettivo), ai concorsi dove decidono i funzionali e non i committenti.
L'occasione per parlare di questi, e di altri mali, dell'architettura stata la tavola rotonda (Fuksas era uno dei protagonisti) tenutasi ieri durante la prima giornata del Congresso nazionale degli architetti in programma (fino domani) a Palermo. Democrazia urbana stato il motto della tavola rotonda, dietro cui si nasconde l'intenzione di trasformare le periferie in citt come ha detto Raffaele Sirica, presidente del Consiglio nazionale degli architetti superando quell'urbanistica del dopoguerra che ha prodotto il disastro dei condoni (Fuksas ha per specificato: Un paese non pu essere democratico solo in una sua parte, lo in tutto oppure non lo ).
Gli architetti si dicono pronti a una sorta di rivoluzione culturale per ricollocare la loro professione all'interno di nuovi meccanismi economici, politici e sociali. E proprio la riqualificazione urbana pu diventare una molla di occupazione e di sviluppo. I dati di una ricerca del Cresme, presentata ieri nell'ambito del congresso, parlano chiaro: in Italia ci sono 76.041 studenti di architettura (in Germania 45 mila e nel Regno Unito 7948) e 123.083 architetti registrati (50 mila in Germania, 30 mila in Spagna) ma tra i primi cinquanta maggiori studi d'Europa per numero di persone impiegate e per fatturato non c' per niente (e nessuno) di italiano.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news