LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CASTELNUOVO.Una cava minaccia il Castel di Cornia Il turismo lo salver?
Francesco Turchi
VENERD, 08 FEBBRAIO 2008 IL TIRRENO - Pontedera

Antonella Manfredi, appassionata darcheologia, lancia lallarme Un simbolo rischia di morire
----------------------------------------------------

Lapertura della cava del Turbone segner la fine del Castel di Cornia. A lanciare lallarme Antonella Manfredi, impegnata da sempre nel campo dei beni culturali, che ripercorre la storia della nota Torraccia, situata a cavallo tra i comuni di Pomarance e Castelnuovo Valdicecina: Oggi propriet privata della famiglia de Larderel. Fondato intorno al Mille da una signoria locale, legata ai Gherardesca, il castello insieme alla vicina villa di Lustignano ed alla pieve di San Giovanni faceva parte di una curtis citata gi nellAlto medioevo. La struttura del castello, che aveva anche un monastero si sviluppa soprattutto tra i secoli XI e XII, quando il nucleo originario della torre viene circondato da mura e nuovi ambienti in muratura. La storia del castello si identifica con la storia del territorio e rientra nellimmaginario collettivo in particolare della popolazione di Lustignano, da generazioni nata alla sua ombra.
Ma tutto questo rischia di scomparire: La cava sorger a circa 200 metri dal sito ed avr una estensione di circa 12 ettari. Ad aggravare la situazione c il fatto che il castello non stato mai censito dalla Soprintendenza.
Ma, stando alle dichiarazioni dei sindaci interessati, la Torraccia vivr. E anzi, potrebbe addirittura diventare una struttura ricettiva. La cava in questione dovrebbe sorgere nel territorio di Pomarance, ma il primo cittadino Maurizio Maggi, spiega: La cava era prevista gi nel vecchio piano regolatore, allinterno di una zona a vocazione estrattiva. C unazienda locale che ha avanzato la richiesta di ripristino della cava. Abbiamo analizzato la pratica, anche a livello di Comunit montana, prevedendo una serie di prescrizioni, a cominciare dal fatto che proprietari dei terreni confinanti dovranno dare la loro autorizzazione allapertura della cava. E poi ci sono delle questioni legate alla viabilit... Insomma, la questione laboriosa e alla fine credo che il progetto non andr in porto. Il Castel di Cornia si salver: Per allo stesso tempo stiamo anche lavorando per trovare un sito alternativo per la cava: se da una parte vogliamo lavorare per la salvaguardia del patrimonio artistico, dallaltra dobbiamo anche andare incontro alle esigenze produttive di unazienda che conta 100 dipendenti.
La cava in territorio pomarancino, ma larea della Torraccia nel Comune di Castelnuovo Valdicecina. Che non se dimenticato, come sottolinea il sindaco Elisa Battaglini: Laspetto curioso che il Castelluccio non vincolato dalla Soprintendenza. Comunque schedato sul nostro piano strutturale, dove sono anche previste le modalit per un eventuale recupero. La Torraccia potrebbe ospitare i turisti: Abbiamo previsto la possibilit da parte dei proprietari di adibire sia il Castelluccio che il podere annesso a struttura ricettiva, ovviamente rispettando le caratteristiche paesaggistiche e ambientali del territorio circostante: tutto questo sar possibile presentando un piano di recupero che dovr essere vagliato e approvato dal consiglio comunale. Il pericolo sembra scampato: ora per c da capire quanto e se sar luminoso il futuro della Torraccia.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news