LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA. Duomo, ancora fermi i lavori A marzo summit sul transetto
GIOVEDÌ, 07 FEBBRAIO 2008, IL TIRRENO - Lucca



--------------------------------------------------------------------------------

La speranza sta tutta nell’incontro di inizio marzo. Riservato a invitati importanti. La Curia, in primo luogo. Poi gli enti locali e, soprattutto le Belle Arti. I lavori al transetto del Duomo - dove storicamente era collocato il monumento funebre a Ilaria del Carretto - sono ancora fermi. E quindi diventa necessario il summit di (quasi) primavera per capire come e quando riprenderanno. Il professor Bruno Santi, responsabile della Sovrintendenza alle Belle arti di Lucca, garantisce che «non perdiamo di vista la questione». Ma ammette anche che l’intervento è bloccato. Perché non ci sarebbe accordo sul modo di procedere.
Sono due - stando a Santi - le scuole di pensiero in contrasto, che tengono fermo l’intervento più atteso della città: da una parte ci sono esperti che vorrebbero procedere con demolizioni di parti di parete, dall’altra ci sono esperti che si oppongono. Nel mezzo, resta il direttore dei lavori, l’ingegner Francesco Cecati, che si divide fra Lucca e l’incarico di sovrintendente in Calabria. Così il cantiere resta fermo. Ma la situazione non è considerata più accettabile. Da nessuno. Tanto che, proprio su sollecito dell’arcivescovo Italo Castellani, verrà indetto all’inizio di marzo un incontro al quale parteciperà la Sovrintendenza di Lucca (con Santi, l’architetto Glauco Borella e l’ingegner Cecati), la Sovrintendenza di Pisa (ancora referente per i finanziamenti), la Curia (che vuole accelerare i tempi dei lavori) e anche il sindaco Mauro Favilla. Proprio quel summit - secondo la Sovrintendenza lucchese - dovrebbe rimettere in moto il cantiere. «Al momento, però - dice il professor Santi - è difficile dire quando i lavori potranno riprendere e quanto potranno durare. Non è facile neppure calcolare i fondi necessari per un intervento del genere». Anche perché, nei fatti, i lavori non sono mai partiti. «A grandi linee - riprende il sovrintendente - possiamo dire che finora sul transetto sono stati effettuati lavori di consolidamento (per evitare ulteriori crolli) e sono stati effettuati alcuni saggi. I tecnici si sono concentrati sul monitoraggio del transetto, sull’esame di alcuni materiali che sono stati rimossi. Non si è andati oltre». Per procedere, ovviamente, non basterà solo il summit di marzo. È necessario - spiega Santi - che arrivino osservazioni «sulle modalità di intervento da parte della direzione regionale del ministero dei Beni culturali» che ha sede a Firenze ed è affidata all’architetto Mario Lolli Ghetti. A questa direzione, infatti, compete il coordinamento degli interventi e delle attività sul territorio portate avanti dalle varie Sovrintendenze. Comprese quelle di Lucca e Pisa che stanno intervenendo sulla cattedrale di San Martino. «È necessario - riprende il sovrintendente Santi - fare una precisazione: nel duomo sono in corso due operazioni. La prima riguarda il consolidamento e il recupero del transetto e la seconda riguarda lavori interni alla cattedrale. Il consolidamento è bloccati, è innegabile; i lavori interni a San Martino, invece, procedono. E hanno anche una linea di finanziamento diversa da quella del transetto». Sono, infatti, pagati in parte con fondi propri della Sovrintendenza di Lucca e in (buona) parte con contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che ha stanziato 1,5 milioni in un triennio: 500mila euro l’anno. Per recuperare e rendere sicuro il transetto, però, ce ne vorranno molti di più.
Ilaria Bonuccelli



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news