LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Il nuovo Piano regolatore rivoluzioner la Capitale
di Roberto DOnofrio
Edizione n. 830 del 07/02/2008 - italia Sera

Ieri in Campidoglio la firma dellintesa con la Regione e con la Provincia




Tutela ampliata da mille a 7mila ettari circa, diffusi all'interno dell'intero territorio cittadino, oltre 25mila luoghi di interesse ambientale e archeologico censiti dalla Carta della Qualit per la citt di Roma, 87.700 ettari inedificabili. Sono alcuni dei numeri del nuovo Piano regolatore della citt di Roma presentato ieri in Campidoglio dal sindaco di Roma, Walter Veltroni, accanto al presidente della Provincia di Roma, Enrico Gasbarra, e al presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo. Il verde pubblico, infatti, passer dagli attuali 3mila e 700 ettari a quasi 7.900. Il nuovo Piano prevede anche 2mila ettari di verde privato in pi, che portano a circa 10.000 ettari la dotazione cittadina al riguardo. Il nuovo Piano regolatore prevede per la cura del ferro, di porre a regime, 14 nuovi corridoi di trasporto pubblico, per un totale di 200 chilometri su cui si muoveranno metropolitane leggere, tram, filobus, bus ecologici. Parte consistente della cura lo sviluppo dell'attuale rete metro-ferroviaria (oggi abbiamo 40 km circa di metro e 430 chilometri di ferrovie regionali). Negli scorsi anni la metro 'A' gi stata raddoppiata, la tratta 'B1' (Bologna -Conca d'Oro) prossima all'apertura dei cantieri, la 'C' vede, invece, gi cantieri aperti (nella tratta Pantano-Torrenova - circa 9 chilometri di linea - i lavori sono a un punto tale da consentire il ripristino della vecchia linea tramviaria in attesa dell'istituzione della nuova metro), la 'D' (Bufalotta-Eur) attualmente in fase di progettazione. A questo riguardo, la rete metro-ferroviaria prodotta dal nuovo Piano svilupper 598 chilometri di binari e sar servita da 298 stazioni. Il problema delle periferie stato affrontato dal nuovo Piano in termini strutturali. Da una parte, la riqualificazione, che coinvolge gi oggi quasi un milione di romani abitanti nei quartieri periferici, dall'altra la realizzazione delle nuove centralit, che doteranno questi stessi quartieri di nuove funzioni urbane e di nuovi servizi. A disposizione mille e 800 milioni di euro di investimenti per i cosiddetti articoli 11, altri 327 milioni per gli articoli 2. Sono invece 140 i nuclei edilizi sorti spontaneamente, per i quali stato avviato il recupero urbanistico. La met sono legati alle vecchie zone 'O', dove vivono oggi 360mila persone. L'altra met sono i quartieri abusivi sorti pi recentemente, per i quali sono gi state approvate 41 proposte di piani preliminari di recupero. I nuovi centri urbani (le cosiddette centralit) previsti dal Piano regolatore sono, a loro volta, 18, di cui 10 gi pianificati. Potenzieranno in periferia il sistema urbano, portando servizi (sanitari, commerciali, culturali, sociali e per il tempo libero) e funzioni anche di alto profilo (come l'universit, la ricezione alberghiera, le strutture fieristiche). Il sistema universitario romano invece composto da circa 240mila studenti e 50mila addetti. Quasi il 30% degli studenti provengono da altre regioni e circa 6mila studenti, pari al 2,5%, sono stranieri. In questo quadro, l'amministrazione comunale e le Universit La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre hanno concordato un programma di interventi volto a dotare ciascuna Universit di veri e propri campus attrezzati, con servizi collettivi e poli sportivi, rendendolo competitivo a livello internazionale. Le localit prescelte sono quelle delle centralit di Pietralata, Tor Vergata e Valco S. Paolo. La Citt dello Sport, ovvero il nuovo complesso situato nella centralit di Tor Vergata stata promosso congiuntamente dal Comune di Roma, dalla stessa Universit e dal Coni e si estende su un'area di circa 53 ettari. Prevede 2 grandi strutture coperte. il Palanuoto, che ospita le piscine e la vasca tuffi, con una capienza di circa 4mila spettatori e il Palasport con un parterre polivalente (pallavolo e basket.) con tribune per 15mila spettatori.Gli spazi per l'agonismo sono integrati con le strutture universitarie dei corsi di Laurea in Scienze Motorie e Riabilitazione Fisica. All'esterno sono collocate altre vasche per il nuoto con tribune in parte fisse e in parte mobili per ospitare fino a 15mila spettatori in occasione dei Mondiali del 2009. Un campo di atletica leggera all'aperto e con un grande parco di connessione ambientale completano gli impianti. Il nuovo complesso polifunzionale di Reem Koolhas, che conserver gli edifici di maggiore qualit storica e architettonica, stato progettato come centro di aggregazione giovanile e comprender attivit formative, culturali, ricreative, di intrattenimento e commerciali. Queste le principali strutture di riferimento.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news