LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il "vero" ponte dei sospiri
GIAN ANTONIO STELLA
Corriere della Sera (magazine) 07/02/2008

Per costruire il fantastico ponte Vasco da Gama, che con i suoi 17 chilometri a sei corsie il pi lungo d`Europa e scavalca l`estuario del fiume Tago unendo Lisbona alle regioni meridionali del Paese, i portoghesi impiegarono tre anni, dai primi di febbraio 1995 al 29 marzo 1998. Per costruire a Venezia quello di Calatrava, che dovrebbe scavalcare il Canal Grande davanti a piazzale Roma per un totale di 81 metri, sono gi stati impiegati dieci anni e non sappiamo pi quanto ci vorr a finirlo.
L'architetto di Valencia, che aveva firmato ponti famosissimi dal Miraflores sul Guadalquivir al Puerto Madero di Buenos Aires, dall`East London sul Tamigi all`Overbaum di Berlino, era il 1995.
Quando il geniale professionista regal il suo progetto a Venezia
(si sarebbe fatto pagare solo per l`esecutivo e una consulenza
successiva per un totale di 336 mila euro) era la primavera del
`96. Quando il Comune accett la donazione, il settembre dello stesso anno. Il progetto in pratica un esecutivo che gi domani potrebbe essere realizzato, disse Massimo Cacciaci. Spesa prevista: quattro o cinque miliardi. Che partire da due errori. Primo, la scelta iniziale di Calatrava di non tenere assolutamente conto dei disabili, i quali si ribellarono pretendendo giustamente che dopo 434 ponti costruiti nei secoli senza alcuna attenzione alle barriere architettoniche almeno questo, almeno nel Duemila, cercasse di conciliare la bellezza e il rispetto dei portatori di handicap. Secondo, l`obbligo di accettare nella gara d`appalto l`offerta minima al ribasso, a costo di finire su imprese che si sarebbero rivelate in difficolt davanti a problemi complessi come questo ponte di vetro, acciaio e pietra d`Istria in cui ogni singolo gradino sar diverso da quell`altro.
Insomma, ha spiegato sulla Nuova Venezia Alberto Vitucci, si sviluppato un groviglio di perizie, varianti, consulenze,
aumenti di spesa che ha incasinato tutto. Tanto che, a questo punto, nessuno sa pi quando arriver questa benedetta apertura.
Forse nella tarda primavera, forse ad agosto, forse pi in l ancora. Nel frattempo, nonostante la Corte dei Conti fosse gi intervenuta a censurare l`andazzo, i costi dell`opera sono lievitati ancora. E c` il rischio concreto che questo quarto ponte sul Canal Grande, dopo quelli di Rialto,degli Scalzi e dell`Accademia, possa venire a costare oltre 16 milioni di curo. Cio quasi 200 mila al metro.
Quel che certo che il montare di difficolt tecniche, intoppi burocratici, stop, rilanci, minacce legali e grane di ogni genere, anche al di l delle responsabilit individuali, stanno facendo
del ponte di Calatrava il simbolo stesso di quanto sia complicato,
oggi, fare un`opera pubblica in Italia.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news