LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sardegna - Anfiteatro, unestate senza spettacoli?
ROBERTO PARACCHINI
La Nuova Sardegna 06/02/2008

CAGLIARI. Lanfiteatro romano a un bivio. Siamo a febbraio - afferma Massimo Palmas, di Sardegna concerti - se si vuole decidere per la stagione estiva dello spettacolo occorre farlo subito, altrimenti gli artisti prenderanno altri impegni. Ma a tuttoggi non sappiamo che cosa fare per quanto riguarda lanfiteatro romano. Quello che ci preoccupa maggiormente il fatto che non si decide: noi operatori non sappiamo ancora se potremo utilizzare questo importante e suggestivo spazio cittadino. La situazione, per il momento, ferma. Spettacoli s o spettacoli no? Il Comune favorevole, per questa estate, la Regione no. Lanno scorso, verso aprile, era stato affermato, sia dalla direzione regionale delle soprindendenze che dal Comune, che per lestate del 2007 si sarebbe continuata la programmazione allanfiteatro. Poi si sarebbe proceduto allo smantellamento del rivestimento ligneo. E cos erano cominciati i colloqui tra gli enti, Regione compresa. Poi ci si fermati. La storia racconta di un contenzioso che nasce dal Duemila, assieme alle tribune di legno sistemate sul monumento. Gli ambientalisti, tra cui larcheologo Giovanni Lilliu e lattuale assessora regionale alla Cultura Maria Antonietta Mongiu, lo studioso Antonio Romagnino e le svrintendenze chiedevano che le tribune di legno venissero tolte. Inizialmentre era stato previsto uno smantellamento fatto ad ogni fine stagione. Ma probabilmente non si era valutato il tipo di intervento da realizzare. Sta di fatto che ci si accorse che togliere il rivestimento ogni anno sarebbe costato un patrimonio. Allora inizi un contenzioso finito al Tar tra Comune e soprindendenze. In ultimo il tribunale amministrativo prese atto che gli enti interesati stavano trattando. E cos era, seppure a rilento. Poi, ai primi di gennaio di questanno, c stato anche il cambio nella direzione regionale degli enti periferici del ministero della Cultura: Paolo Scarpellini ha lasciato il posto a Elio Garzillo e il dialogo ha avuto un ulteriore rallentamento. A giorni mi incontrer col dottor Garzillo - afferma lassessore Mongiu - non possibile continuare a restare in questa situazione di stallo. Qualcuno deve assumersi la responsabilit. Durante gli incontri avuti col sindaco di Cagliari Emilio Floris ci siamo trovati daccordo sulla necessit di un progetto complessivo per tutta larea. Lobiettivo quello di realizzare un grande parco urbano che vada dallanfiteatro, totalmente recuperato alla fruizione, allorto botanico e a quello dei cappuccini. Il tutto allinterno di una sorta di campus universitario formato dalle facolt economico giuridiche, scientifiche, ingegneristiche, letterari e, in parte, mediche. Un altro grande spazio per la citt del sole, ma per il qui ed ora: per questa estate il monumento potr essere ancora utilizzato per la stagione degli spettacoli? No, penso di no - precisa il responsabile regionale della Cultura - spetta alle istituzioni fare ora dei progetti per il futuro del monumento e dellarea. Grande rispetto per gli spettacoli e per chi vi opera, ma in questo caso, e se ne parla da un anno, occorre agire in modo diverso e iniziare a lavorare operativamente per il grande parco, di cui si discusse pure nel secondo dopo guerra. Ora occorre verificare quante sono le risorse necessarie per questo intervento e andare avanti. Anche il primo cittadino plaude al grande parco e, anzi, lo considera la condizione indispensabile per procedere allo smantellamento del rivestimento ligneo: Se la citt dovr perdere uno spazio cos prestigioso per lo spettacolo, che ci invidiano da tantissime parti e che viene richiesto anche da molti artisti doltre Tirreno, ne deve valere la pena - precisa il sindaco Floris - e il percorso anfiteatro-orto botanico-orto dei cappuccini darebbe il giusto risalto alla zona. Ma non vanno trascurati gli spettacoli che rappresentano un modo importante per valorizzare le bellezze e lambiente della citt. Per questo credo che sia importante dare una alternativa: uno spazio adeguato, in termini di prestigio, in cui poter tenere i vari spettacoli estivi. Non dimentichiamo che questo settore ha unattrattiva molto ampia sia per i cittadini che per i turisti e che Cagliari rappresenta un complesso di archeologia, storia, cultura e spettacolo da non perdere. Lammnistrazione, nel bilancio di previsione, aveva ipotizzato novecntomila euro per il ripristino originario del monumento: smontare limpalcatura e le tribune in legno e ricomporle nello spazio grandi eventi, a SantElia. Ma oggi non pi possibile - spiega il sindaco Floris - sia per i tempi, ma soprattutto perch in quellarea sorger il museo Betile. Necessita un altro luogo, altrettanto suggestivo. Si parlato di realizzarlo a Tuvixeddu (nellidea di parco presentata di Gilles Clement - ndr), ma per il momento non c. Per questo penso che si debba mantenere, almeno per questestate, luso per lo spettacolo dellanfiteatro romano. In parallelo importante fare passi avani verso il progetto del grande parco. Bisogner trovare i fondi necessari, ma sia attraverso la Regione che lEuropa, credo sia possibile ottenerli.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news