LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma - Dal degrado alla tragedia: c'era una volta Castel Sant'Angelo
Elena Pamarella
Il Messaggero, mercoled 6 febbraio 2008

C'era una volta Castel Sant'Angelo, uno dei simboli della Capitale... Oggi attorno a questo storico luogo si parla solo di degrado. Nei giardini del parco Adriano c' una vera e propria discarica a cielo aperto, infestata dai topi. Ai piedi del passetto papale montagne di sporcizia abbandonate da tempo. Le antiche mura, ridotte a bagni pubblici. Accampamenti e giacigli di fortuna di barboni, senzatetto e sbandati aumentano con il passar dei giorni. Cuscini, coperte, teloni di plastica accantonati ad ogni angolo. Depositi di bagagli nel fossato e sui bastioni. E ieri l'ultimo episodio che racconta di questo abbandono e degrado. Il corpo senza vita di uno di questi disperati, che ha fatto di questi giardini la sua casa, stato trovato dietro un chiosco per le informazioni turistiche, proprio all'ingresso dei giardini della Mole Adriana.
Ero sceso a portare il cane nel parco - racconta Pietro M., residente - erano gi arrivati i carabinieri, il corpo di un uomo era a terra, pensavo stesse male e invece era morto. E' troppo tempo ormai che abbiamo lanciato l'allarme contro lo stato di abbandono in cui versa questo luogo storico. E' troppo tempo che riceviamo promesse che non vengono mai mantenute. Ma come possibile che un uomo possa morire cos abbandonato a se stesso? Oltretutto a due passi dalla tenda del Comune, quella che ospita i tanti disperati che la notte vagano per questi giardini. La verit che mancano i controlli e chi si deve occupare di questo luogo non
lo fa.
In tanti vivono l, nel parco Adriano. Tutti uomini, giovani e vecchi. Molti di loro sono arrivati dall'Europa dell'Est, alcuni dall'Africa o dal Bangladesh e di questo luogo antico ne hanno fatto la loro casa. Questi invisibili, che poi invisibili non sono, la sera si ritrovano sulle panchine lungo i viali alberati, ognuno con la sua valigia piena di tutto. In quei passaggi antichi che corrono lungo il perimetro del parco Adriano hanno lasciato coperte, valige, vestiti, stracci. Certi che nessuno mai toccher le loro cose, perch quello ormai diventato il loro mondo. La mattina, sbucano uno a uno, i primi a prepararsi sono quelli che un lavoretto ce l'hanno e allora li vedi allontanarsi lungo i marciapiedi dove qualcuno si ferma gi di prima mattina a vendere la solita merce, a chiedere l'elemosina, qualcuno a pulire i vetri. Poi si preparano tutti gli altri che vivono alla giornata. Si lavano alla fontana, si fanno la barba, strofinano con un pezzo di sapone i vestiti sotto gli occhi sbalorditi dei turisti. Sulle ringhiere vengono stesi i panni ad asciugare. Sotto le panchine di marmo piccoli mattoncini fungono da fornello per la cena, basta qualche pezzetto di legno e con una pentola riesci a farti un po' di zuppa o un piatto di pasta, racconta in un italiano perfetto, Ivan, romeno, 26 anni. Non vado a dormire nella tenda perch mi fermo per pochi giorni in questo posto, forse mi hanno trovato un posto dove dormire, in una vera casa.
Con i suoi panni stesi, con i suoi giacigli di cartone, con i suoi bagni a cielo aperto i turisti in visita al Castellum Crescendi e i fedeli diretti in Vaticano ogni giorno restano senza parole di fronte a questo scenario. E' davvero un peccato che non si possa ripulire un luogo cos bello, dicono due turiste inglesi.
Per oggi il direttore del servizio giardini, Stefano Mastrangelo, ha convocato i tecnici della Roma Multiservizi per effettuare immediatamente un sopralluogo per poi attuare una bonifica, si spera in tempi brevi, di tutta l'area. E quella cancellata di protezione tanto attesa, i cui lavori erano stati annunciati prima dal Comune per l'estate (del 2006) e poi dal XVII Municipio per l'inizio del mese (di dicembre scorso), non mai arrivata. In realt l'area di cantiere stata consegnata gi alla ditta che deve eseguirei lavori-spiega il direttore del Servizio giardini del Comune, Stefano Mastrangelo - Hanno dovuto procurarsi il materiale, a breve comincer l'installazione della struttura, che sar pronte per giugno. Il costo dell'operazione, decisa dall'assessore all'Ambiente Dario Esposito e concordata con la Soprintendenza, di quasi 700 mila euro: la recinzione sar aperta dal Servizio giardini all'alba e chiusa di sera, come gi avviene a Colle Oppio. Speriamo che non si tratta delle solite chiacchiere o le solite promesse che durano all'infinito e che non arrivano mai ad una fine, incalza Mara, che vive a piazza Adriana.
Intanto all'interno del parco, che non si trova certo in una zona abbandonata e poco in vista della citt, il bivacco permanente ancora l. Stessa cosa per la casbah con vista sul Cupolone, cos come il dormitorio di parco Adriano. Che, per intenderci, parte integrante del Polo museale romano.



news

17-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news