LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI - Edilizia, a Bari record di abusivismo
Ida Galise
4 febbraio 2008, BARI SERA

Raddoppiati i reati ambientali rispetto al 2006. Pioggia di sigilli


Una colata di cemento. Questo diventata Bari. Terreni tutelati dalla Sovrintendenza divorati dai mattoni, masserie un tempo isolate, ora in divise in condominio con palazzoni di nuova lega. Il tutto - quando va bene - condito con i sigilli del Tribunale. Dov' la novit? Che nel 2007 il numero degli abusi edilizi raddoppiato. Gi, raddoppiato.
Come d'un tratto la citt di San Nicola diventata il simbolo dei reati urbanistici e ambientali. Soli 12 mesi, e il numero di reati di questo tipo sono passati dai 380 del 2006 ai 715 dell'anno scorso. Un mix di cemento sistemato l dove non dovrebbe starci, e concessioni modificate: strutture nate per ospitare case di studenti, diventate vere e proprie abitazioni, per esempio. Sono solo alcuni dei casi passati in rassegna dai giudici del Tribunale di Bari. I dati messi in fila dal presidente della Corte d'Appello di Bari parlano chiaro: i reati ambientali e urbanistici sono aumentati nella sola citt di Bari del 47%.
Fino a qualche tempo fa era Foggia la provincia dove imperversavano palazzine 'abusive' (tra il 2005 e il 2006 si contarono tra gli 800 e i 1000 abusi). Oggi, gli errori baresi quasi offuscano quel dato, e il +47% registrato nel capoluogo pugliese una mazzata, rispetto al +10% del foggiano.
Un passo indietro. Quello che ci siamo lasciati alle spalle stato l'anno dei sigilli a Lama Balice, quando sono stati bloccati i lavori per la realizzazione di un esercito di appartamenti: 144 in tutto, per un complesso di quattro edifici. E due sequestri. Il primo a novembre 2006, il secondo a febbraio 2007. In entrambi i casi si trattato di violazione della legge Galasso che regola la distanza minima dai beni protetti, e del decreto ministeriale Galassino, che tutela le lame della provincia di Bari. Oggi l c' il parco e pochi giorni fa stato firmato l'accordo preliminare per la gestione tra Comune di Bari-Bitonto e Provincia. Quindi, l'albergo, le case, il centro sportivo, il multisala l non ci potevano stare. Tantomeno gli appartamenti.
Nel mirino dei ricorrenti finita anche la nuova immagine della Fiera del Levante: in base al bando di riqualificazione (di 23 milioni di euro), la tutela del verde stato uno dei requisiti principali per l'aggiudicazione della gara. Ma qualcuno ci ha visto del marcio, e un megapadiglione violerebbe anche degli standard urbanistici. Come anche una costruzione nei pressi di Mungivacca, realizzata accanto ad una masseria, di quelle tutelate dal Ministro dei Beni culturali. Persino il presidente della Commissione urbanistica del Comune di Bari, Fabio Cassano, (Udeur, e gi fuoriuscito dalla maggioranza) non si risparmia nelle denunce: "Il controllo del territorio del tutto inesistente. Nonostante la proliferazione di costruzioni, la vigilanza resta inadeguata, cos come la prevenzione". Che tipo di prevenzione? "Quella che dovrebbe fare la giunta o il consiglio comunale", sentenzia Cassano. Scaramucce politiche a parte, il dato della Corte d'Appello di Bari parla chiaro: 329 reati in pi rispetto al 2006.
Non se la cava bene neanche la salute dei baresi, che tra spiagge inondate dai liquami post-piovani e aria non proprio da Trentino Alto Adige, ha gi portato al cospetto dei giudici gi 332 cause (144 in pi rispetto al 2006). per reati contro l'incolumit pubblica.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news