LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L`arte di Dio. Ravasi: «Il Vaticano alla Biennale? Il sacro può riempire un vuoto»
Sara D`Ascenzo
Corriere del Veneto 03/02/2008

Pronuncia una parola importante: dialogo. E confessa un sogno:
«Un Padiglione per il Vaticano alla prossima Biennale». Monsignor
Gianfranco Ravasi è presidente del Pontificio consiglio della Cultura, il «ministro della Cultura» del Vaticano.
Ammette: «E solo un`idea. Non c`è ancora nessun contatto. Io alla
Biennale non ho neanche mai messo piede, conosco però gli artisti
che mi interessano. Lo vedrei come punto d`arrivo di un percorso di un rapporto tra l`arte contemporanea e i temi spirituali. Non sarebbe un vero e proprio padiglione. Piuttosto un territorio di confronto».
La Biennale però non è un luogo neutro, ma un luogo fortemente
politico, dove spesso l`arte trova la forma della provocazione
per esprimersi. In quel caso come vi comportereste?
«Certamente. Bisognerebbe tener conto del contesto della Biennale. Ripeto: non lo conosco, dovrei mandare i miei collaboratori. Se le dissonanze dovessero essere eccessive
non potrebbe esserci una nostra partecipazione. In caso contrario
non bisogna temere. E come andare in televisione: io ho una rubrica su Canale 5, nel mio palinsesto c`è il Grande Fratello. Non per questo rinuncio ad andarci».
L`estate scorsa ci fu il caso di «Messiah Game» il balletto ritenuto blasfemo. In un caso simile come vi comportereste?
«Ripeto: se le dissonanze dovessero connotare l`evento come blasfemo non potremmo andarci. Cercherei un altro posto in cui esporre. Un posto più serio. Se non puoi fare un discorso e la tua presenza viene usata per spettacolarizzare, allora è meglio non farlo».
È il caso della Sapienza. «Quello che mi ha colpito lì è stata
la mancanza di curiosità del mondo universitario nei confronti
di un altro mondo».
Come è nato questo desiderio di dialogo col mondo dell`arte
contemporanea?
«Lo spunto è stato il nuovo lezionario.
Contiene 8o illustrazioni di artisti contemporanei. In copertina
c`è Mimmo Palladino, ci sono opere di Sandro Chia, Pomodoro.
L`idea è proprio quella di riprendere il filo del dialogo tra la spiritualità cattolica, la liturgia e l`arte contemporanea che è quella più difficile.
La sfida è vedere se è possibile che una loro visione, che tante volte è alternativa, non possa spingerli a creare qualcosa di nuovo. Vorrei stimolare la curiositas degli artisti.
Nel lezionario ci si imbatte in cose inattese: l`uso dell`acciaio
inox, del legno multistrato, della cera».
Pensa che l`iconografia sacra potrebbe essere di stimolo all`arte
contemporanea?
«Credo proprio di sì. A volte, sfogliando Flash Art, si percepisce la fatica, il vuoto in cui si dibattono gli artisti contemporanei, sono avvoltolati su se stessi. Noi oggi possiamo
dare un contributo agli artisti, potremmo dar loro la possibilità
di ripensare al sacro con linguaggi nuovi. Del resto è questo il compito dei veri mecenati. Penso ad artisti come Kounellis, Rauschenberg, Jasper Johns».
Ma l`arte sacra deve essere per forza figurativa? Sarebbe un limite per l`arte contemporanea...
«No, non necessariamente. Nel lezionario ci sono opere di Sebastiano Vago, astratte, o di Pomodoro».
Sarebbe riannodare le fila di un rapporto che in passato ha
prodotto grandi opere.
«E indubbio. Basta pensare a Tintoretto, Veronese, Giorgione. Venezia è il luogo più alto in cui si è manifestato questo dialogo tra arte e sacro. Il mondo veneziano è stato tra i più attenti a questo rapporto.
Basta passare per le chiese di Venezia per vedere come l`arte era in continuo dialogo, anche con tutta la libertà creativa. E un esempio da mostrare. Anche se forse adesso non abbiamo i grandi artisti di una volta...».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news