LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIVORNO - «Macché tesoro etrusco, sono souvenir»
di Lara Loreti
04 febbraio 2008, IL TIRRENO



Il proprietario delle anfore sequestrate: la mia collezione? Vale 300 euro


-------------------------------------------

LIVORNO. «Ma quali vasi villanoviani ed etruschi: quello che la polizia chiama tesoro sono trenta pezzi comprati nei negozi di souvenir di un valore totale di neanche 300 euro!». Il proprietario delle anfore antiche, sequestrate venerdì mattina dalla polizia, a stento trattiene il riso nel raccontare una vicenda che, a suo avviso, ha i tratti di un megamalinteso. “Malinteso” che ha portato alla denuncia per ricettazione della moglie del collezionista, G.R., 46 anni, proprietaria dell’appartamento dove gli oggetti erano custoditi. «Altro che museo in casa, la verità è che sono un appassionato e mi piace andare in giro a caccia di antichità, che però sono copie - dice il cinquantenne, Massimo, che ironizza - Ma se avessi un tesoro in casa, mi alzerei ogni mattina alle 6 per andare a lavoro?».
Facciamo un passo indietro. Venerdì mattina all’alba i poliziotti si sono presentati nella casa, in via Maestri del Lavoro, dove si trovavano anfore, monete e altri oggetti considerati preziosi. Gli agenti, muniti di mandato di perquisizione, già conoscevano l’appartamento per un precedente intervento di dicembre. La moglie del collezionista, infatti, aveva chiamato il 113 perché credeva che nel suo appartamento ci fossero dei ladri. I poliziotti delle Volanti erano arrivati così nella casa per un controllo e, una volta entrati, avevano notato tutti quei preziosi esposti in una vetrina. Ai loro occhi, si trattava di una collezione dal valore inestimabile: avevano quindi chiesto alla donna delle spiegazioni, che, tuttavia, non erano state soddisfacenti. Così, in base a quanto appreso, era partito tutto l’iter degli accertamenti e era stata anche sensibilizzata la Sovrintendenza ai Beni culturali di Firenze: dalle verifiche era emerso che la livornese non aveva l’autorizzazione necessaria per tenere in casa dei simili beni. Per questo è stata denunciata per ricettazione. Inoltre, erano scattati perquisizione e poi sequestro. E in questi giorni, sono in corso verifiche per valutare l’autenticità dei beni.
Tuttavia, al collezionista tutta questa storia non va giù. «È possibile vedersi piombare alle 6.40 un folto gruppo di poliziotti, che battono con forza la porta e che sequestrano degli oggetti che hanno un valore dai 13 ai 19 euro? Mia moglie, denunciata, s’è anche arrabbiata - si chiede Massimo - La mia bambina di 9 anni, non sapendo cosa fosse accaduto, s’è messa a piangere. Io in quel momento non c’ero, ma sono subito tornato indietro, e ho cercato di spiegare agli agenti che, lavorando sulle navi, mi muovo molto e, avendo la passione per l’archeologia, dedico il mio tempo libero alla ricerca di souvenir. Quegli oggetti l’ho comprati a Volterra, Siena, Civitavecchia, Pompei e così via, su molti c’erano persino i marchi col prezzo». Quest’ultimo particolare, secondo la polizia, non è indicativo, in quanto accade spesso che i collezionisti appongano finti prezzi per dimostrare lo scarso valore di oggetti in realtà preziosi.
Massimo spiega che ha impiegato dieci anni a metter su la sua collezione, che comprende anche delle monete. «Alcune fanno parte di una collezione Parmalat, altre l’ho pagate sui 2-4 euro comprandole sul web, ho anche le ricevute - dice il 50enne - Ma valeva la pena scomodare magistratura e Belle arti per una cosa così banale? - si chiede l’imprenditore - mi toccherà anche pagare l’avvocato...». Un particolare: «Qualcuno ha detto che tra quelle anfore c’era la famosa “Ombra della sera”, che ha un valore inestimabile: io l’ho pagata 6 euro».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news