LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ancona - Palazzi e progetti vuoti, il Comune mette ordine
ALESSANDRA CAMILLETTI
Edizione del 3 febbraio 2008, CORRIERE ADRIATICO



Palazzo Malacari sar venduto. Appartamenti al posto degli uffici in via Trieste e in piazza CavourAgli ultimi due piani di piazza del Senato ulteriori servizi comunaliLimmobile Angelini verso la demolizione
Sturani: Concentriamo le sedi e dismettiamo. Il piano nelle mani di un consigliere delegato



Al Comune resteranno la sede centrale con lattuale Camera di commercio, Palazzo degli Anziani, Palazzo Camerata in uso, i palazzi del viale della Vittoria della Fondazione Albertini e la sede della polizia municipale. Per il resto, chiuderemo i contratti dove siamo in affitto e venderemo o daremo in locazione alcuni spazi di propriet. Il sindaco Sturani rimette in fila la situazione patrimoniale di Palazzo, tra contenitori in ristrutturazione e nuovo shopping, ma anche tra le sedi degli uffici comunali, sempre pi sparpagliate anzich essere accentrate. E ad occuparsene sar il primo consigliere delegato della seconda giunta Sturani. Chieder ad un consigliere di lavorare sulle sedi attive e passive, in due o tre anni dobbiamo aver ridotto e riorganizzato gli uffici. Lottica quella di risparmiare chiudendo contratti onerosi e di far fronte a ristrutturazioni e gestioni con le alienazioni.

Allora si prevede di vendere il prestigioso Palazzo Malacari di via Podesti, sede dellassessorato alle attivit economiche, di dare in affitto, a canone di mercato, gli alloggi di via Trieste che ora ospitano lufficio traffico, di vendere o dare in affitto lappartamento al civico 8 di piazza Cavour, un tempo assessorato allo sport. Verranno lasciati gli uffici per cui ora si paga un canone di affitto in via Frediani. Ma in ballo ci sono anche la sede di via Cialdini dove sta lufficio di piano e lattuale Ipsia di via Curtatone: la Provincia medita di trasferire listituto allItis di Torrette e il Comune tornerebbe in possesso del suo immobile, da vendere e trasformare in alloggi.

Un progetto che lo stesso sindaco definisce ambizioso e che necessita da una parte dellapertura di Palazzo degli Anziani, e dallaltra, soprattutto, del trasloco della Camera di commercio, dove si concentrerebbe il grosso degli uffici comunali. Un risiko che si incastra con quello degli immobili che il Comune si trova a gestire, ristrutturare e comprare. Gi, come accaduto alla giunta di mercoled, lamministrazione ha acquistato due edifici Angelini alla Palombella, inutilizzati quasi dalla frana, a fianco del complesso maggiore, costati 843 mila euro. Che ne far ora il Comune? Alloggi per lAgenzia della locazione, prima ipotesi. Potremmo demolirli - annuncia ora Sturani - e recuperare la cubatura nel complesso principale. Sar uno degli interventi pi complessi e non solo perch ricade nellArea ad alto rischio ambientale, che vieta di appesantire la frequentazione dellarea rispetto al passato. C anche un problema di fondi, dopo lacquisto costato 3 milioni di euro. Si proceder con un project, a breve presenteremo il progetto, annuncia Sturani, che proprio nei giorni scorsi ha visionato il preliminare, che prevede una porzione di alloggi per categorie speciali, lostello della giovent, la scuola (si parla dellistituto Nautico; ndr), un parcheggio e spazi direzionali e commerciali. Sar il tema in discussione nel 2008. Per lavvio dei lavori si vedr pi avanti. Il Crn aveva chiesto degli spazi per uffici, uno show room, considerato anche che si prevede un collegamento pedonale con la Zipa, dice il sindaco. Ma il ponte non nel piano degli investimenti del 2008, perch senza finanziamento, e si medita di chiederne la realizzazione proprio ai privati.

Gi, il problema numero uno sono i soldi. Il piano degli investimenti prevede interventi per 30 milioni di euro. E poi ci sono opere fuori bilancio, senza finanziamento, per oltre 90 milioni. Per la prima volta il Comune approva un piano degli investimenti senza prevedere laccensione di mutui - tiene a sottolineare il primo cittadino -, eccetto uno per 400 mila euro (per il contributo ad Anks Marina, il porticciolo dei maxi yacht alla Zipa; ndr). Chi governa deve fare delle scelte. Ci siamo concentrati su alcune priorit come la Mole e gli ampliamenti del Museo della citt e della pinacoteca. Dal listone delle opere fuori bilancio spero di recupero interventi cui far fronte con lavanzo di amministrazione o con un piano pi serrato di alienazioni. Il ragionamento complessivo c. Ma c anche un problema di soldi.

Non prevede certo costi aggiuntivi riempire Palazzo degli Anziani: i lavori terminano a maggio (poi si acquisteranno gli arredi), ma i due ultimi piani restano vuoti, orfani della sovrintendenza regionale. Ci andranno altri uffici comunali, individuando i pi autonomi - dice il sindaco -. Quanto alle infiltrazioni, non pregiudicano il lavoro fatto. Faremo una ricerca per deviare la vena.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news