LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PUGLIA - La giunta approva la concessione dellex centrale del latte a un consorzio "Cos sar la Centrale dellarte"
RAFFAELE LORUSSO
02 FEBBRAIO 2008, LA REPUBBLICA, LIGURIA


La giunta comunale ha dato il via libera alla concessione in uso al consorzio Centrale dellarte dellex Centrale del latte di via Orazio Flacco. Adesso si attende soltanto il via libera del consiglio comunale. Prender cos corpo un progetto da 4,5 milioni, che consentir di recuperare la struttura, creando un grande contenitore culturale aperto alla citt. Per trovare i finanziamenti il consorzio cercher di sfruttare uno dei Por 2007-2013. Il contratto con il Comune durer 19 anni.


Il presidente Antonio Loprieno: "Abbiamo lambizione di dare unit ai soggetti che lavorano artisticamente nel capoluogo"
Il recupero della fabbrica coster oltre 4 milioni di euro Allinterno verr attrezzato un teatro con 600 posti a sedere
Sciolto il nodo sul futuro dello spazio di viale Flacco
La struttura a un consorzio di operatori dello spettacolo



La Centrale dellarte quasi un cantiere. Dopo lannuncio di un anno fa, il progetto per trasformare lex Centrale del latte di viale Orazio Flacco in contenitore culturale multifunzionale sta per prendere forma. Su proposta degli assessori Giovanni Giannini (Patrimonio) e Nicola Laforgia (Culture), la giunta comunale ha approvato la concessione della struttura al consorzio cooperativo "La Centrale dellarte". Lultimo passaggio burocratico adesso lesame del consiglio comunale, che avverr a breve.
Con il consorzio - spiega lassessore Giannini - sar sottoscritto un contratto di 19 anni. Il Comune detrarr le somme investite nella ristrutturazione dal canone di affitto. Per il suo collega alle Culture, Nicola Laforgia, loccasione per trasformare un rudere in una risorsa. In una citt con pochi spazi per la cultura - dice - la ristrutturazione di unampia area dismessa sicuramente una buona notizia. Le associazioni che aderiscono al consorzio avranno spazi per le loro attivit, ma potranno anche aprirli alla citt.
Sar unoperazione da 4,5 milioni. prevista la realizzazione di tre sale multifunzionali, laboratori scenotecnici e di registrazione, bar e ristorante. Ad utilizzarli saranno le associazioni che aderiscono al consorzio: teatro Abeliano, Tiberio Fiorilli, Anonima Gr, Fantarca, Agenzia per lo spettacolo Eventi, Costantiello Entertainement, Suoni visionari, Altradanza, Carro dei comici e Radicanto. Il progetto sostenuto dalla Slc Cgil e dalla Lega delle cooperative. Abbiamo lambizione - rileva Antonio Loprieno, presidente del Consorzio - di dare unit al nostro sistema culturale, che stenta a spiccare il volo anche per la mancanza di fondi. Questa loccasione per lavorare finalmente insieme e gettare le basi per migliorare e rendere esportabile la nostra offerta culturale. Per ristrutturare il complesso dellex Centrale del Latte, il Consorzio utilizzer finanziamenti Por e investimenti privati. Stiamo gi lavorando - rivela Loprieno - per rientrare in uno dei canali di finanziamenti dei Por 2007-2013. Vito Signorile, fondatore del teatro Abeliano e direttore artistico della Centrale dellarte, gi sogna ad occhi aperti. un progetto ambizioso che lascer il segno in citt - osserva - A parte lattivit delle cooperative e delle associazioni che hanno aderito al progetto, ci sar la possibilit di creare laboratori per coinvolgere i giovani. Ci saranno anche spazi per fare musica, televisione, ma anche cinema e produzione. Una delle tre sale ideate dai progettisti, tutti baresi, potr ospitare oltre 600 spettatori: le poltrone saranno realizzate in modo da scomparire sotto il pavimento e lasciare lo spazio libero, per consentirne lutilizzo anche come teatro di posa.
Lok della giunta comunale alla convenzione con il consorzio Centrale dellarte chiude una lunga querelle sulla destinazione dellex Centrale del latte. Oltre alle associazioni culturali, infatti, altri enti e istituzioni avevano chiesto al Comune di ottenere in concessione la struttura. Fra questi, anche la facolt di Medicina e chirurgia. Lidea dellallora preside Salvatore Barbuti era quella di creare uno student center e dodici nuove aule per la didattica. La proposta, per, si perse nei meandri della burocrazia universitaria. Lincertezza dei costi di recupero della struttura e la necessit di mettere daccordo tutti i livelli accademici hanno allungato a dismisura i tempi di decisione, spianando la strada alla Centrale dellarte. Va detto, comunque, che quella dellamministrazione comunale una scelta politica: trasformare uno degli ultimi ruderi cittadini in un grande contenitore culturale aperto alla citt. La scommessa ambiziosa: costringere gli operatori teatrali e culturali, spesso in guerra fra loro, a collaborare e ad aprirsi alla gente.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news