LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Opificio, Bruno Santi verso le Soprintendenza
Marco Ferri
Il Giornale della Toscana, 31 gennaio 2008

Mentre il governo Prodi, ancorch sfiduciato, sta esalando i suoi ultimi respiri, la geografia degli organi periferici del Ministero per i beni e le attivit culturali (e relativi dirigenti) sta cambiando notevolmente. E dal momento che le poltrone dei vari soprintendenti sono molto ambite, sar interessante assistere alla risistemazione dei ruoli uno dei quali - la soprintendenza dellOpificio delle Pietre Dure di Firenze - pare ormai nelle mani di Bruno Santi. Ma vediamo che cosa sta accadendo. In Italia esistono4 poli museali (Firenze, Roma, Napoli e Venezia), un numero di soprintendenze che tutelano i beni architettonici (Palazzi, Monumenti etc..) e altre che tutelano i beni mobili del territorio, cio i beni artistici. Questi ultimi due tipi di soprintendenze in qualche caso sono miste, cio una sola soprintendenza si occupa sia dei beni architettonici sia di quelli artistici. Mentre in tutta Italia questa anomalia va scomparendo, inspiegabilmente in Toscana - dove la tutela la valorizzazione e lo studio dei beni culturali innegabilmente pi importante che altrove - le soprintendenze miste aumentano, evidentemente a scapito della razionalizzazione del sistema. AdArezzo si sono aggiunte, infatti, le miste di Lucca e MassaCarrara, di Pisa e Livorno e adesso di Firenze, Prato e Pistoia, con lesclusione di Firenze capoluogo, i cui beni artistici dal primo gennaio sono passati sotto la tutela del Polo museale fiorentino. Tra coloro che fanno le spese di questa nuova geografia dei beni culturali in Toscana c Bruno Santi, soprintendente per i beni artistici di Firenze (solo la provincia), Prato e Pistoia. Il suo ruolo pare abbia le ore contate e che le sue competenze passino alla collega Paola Grifoni (responsabile dei beni architettonici di Firenze, Prato e Pistoia) non ancora detto. Paola Grifoni infatti non essendo ancora vincitrice di concorso e avendo un contratto esterno, potrebbe anche non rimanere in quellincarico. A tutto ci si aggiunge lidea del (quasi ex) sottosegretario per i beni culturali, Andrea Marcucci, di destinare Santi alla guida dellOpificio per i prossimi tredici mesi che gli mancano alla pensione, ipotesi che sta prendendo campo e che trova daccordo anche la direzione regionale toscane (Lolli Ghetti) e i sindacati. Permesarebbe un grande onore - ha detto Santi - e si tratterebbe di un ritorno perch da funzionario vi ho gi lavorato nel 1981-1982, allepoca di Umberto Baldini. Certo che per ora non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dal Ministero e, sinceramente, mi piacerebbe sapere dove trascorrer il mio ultimoanno di servizio. Posso solo dire che in tutti questi anni ho assistito a un fenomeno quantomenostrano.Daquando, nel 1974, lonorevole Spadolini guid per primo il ministero per i beni culturali, fino al 2001 non vi era stata alcuna riforma. Poi, negli ultimi sette anni, le riforme che si sono succedute sono addirittura tre. Forse c qualcosa che non va per il giusto verso. Dal punto di vista strettamente personale - ha concluso Bruno Santi - anche se mi manca poco pi di un anno alla fine del mio servizio, posso dire che mi piacerebbe essere ricordato come una persona che ha sempre cercato di far lavorare bene gli uffici dove si trovava. Il direttore regionale per i beni culturali della Toscana, Mario Lolli Ghetti, ha definito Santi un buon amico, affettuoso, competente e, se fosse destinato alla guida dellOpificio, non avrei niente in contrario. Se ci avvenisse cancellerebbe le speranze dei due nuovi dirigenti toscani freschi di nomina - Isabella Lapi Ballerini e Mario Scalini - e di Fabrizio Vona, il direttore del laboratorio restauri della soprintendenza di Bari-Lecce che si era autocandidato per la poltrona di via degli Alfani.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news