LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La "rete" infinita dei gioielli fiorentini
Marco Ferri
Il Giornale della Toscana, 18 gennaio 2008

Le sue pi strette collaboratrici, Graziella Cirri e Marta Bezzini, la chiamano simpaticamente Nostra Signora degli Inventari. Maria Sframeli alla direzione dellUfficio Ricerche della soprintendenza fiorentina, fondato nel 1970 da Evelina Borea e guidato poi da Silvia Meloni. alla sempre disponibile e paziente Maria Sframeli che studiosi da tutto il mondo si rivolgono per avere informazioni sullingente patrimonio museale (e non solo) di Firenze grazie una completa documentazione storica e iconografica delle opere darte delle Gallerie. Pi di un anno fa - era la fine di settembre 2006 - lallora soprintendente Paolucci prima di andare in pensione present il progetto di digitalizzazione e fruizione on line di questo materiale. Qualche mese pi tardi, il nuovo soprintendente, Cristina Acidini, annunci che il primo inventario - quello del 1890 (il pi consistente del Polo Museale Fiorentino, annovera circa 11mila voci) - era on line. Ieri mattina, nella Biblioteca Magliabechiana, stato presentato laggiornamento di questo ambizioso progetto coordinato dalla stressa Sframeli con la collaborazione di Filippo Fineschi che ha curato la realizzazione informatica. Da oggi gli studiosi di tutto il mondo hanno a disposizione su Internet altri 5 inventari: quello della Galleria Palatina, redatto nel 1912, descrive e documenta lallestimento delle opere pittoriche (887 fra dipinti e miniature); quello delle sculture, redatto nel 1914, descrive e raccoglie ben 1755 voci relative alle sculture, la maggior parte delle quali esposta nei musei statali fiorentini; delle gemme, redatto nel 1921, annovera 2744 pezzi tra vasi in pietre dure, gioielli, cammei e intagli, prevalentemente custoditi presso il Museo degli Argenti; delle 95 robbiane del Bargello, comprendenti opere autografe di Luca, Andrea e Giovanni Della Robbia e numerosi esemplari realizzati nella loro bottega; della Collezione Martelli, in tutto 2156 pezzi, registra tutte le opere (quadri, sculture, mobili, monete, medaglie, fotografie, disegni, oggetti vari e matrici) della collezione della famiglia Martelli, acquisita recentemente dallo Stato. Come si pu gi sperimentare in rete, ad ogni opera inventariata corrisponde una scheda user friendly, cio di facile consultazione, dove sono annotate numerose informazioni (titolo, soggetto, autore, data e collocazione dellopera, indicazioni dei restauri, dei passaggi di collocazione, delle mostre cui ha partecipato) e annessa una fotografia che pi essere ingrandita per motivi di studio. Tutte queste informazioni permettono di fare ricerche avanzate, davvero molto utili per chi fa ricerca. Come ha detto Maria Sframeli, si tratta di lavori aperti, infiniti, perennemente in divenire perch si modificano ogni giorno, ma che danno subito dei frutti, come ad esempio nuove attribuzioni di opere discusse o nuove individuazioni. Perch ad esempio - ha proseguito - riattribuire a unopera un numero di inventario che le era stato dato tanto tempo prima, significa restituirle la storia. Senza contare che, con questa lodevole e virtuosa iniziativa, sono state fatte anche delle scoperte inattese, come una serie di cammei custoditi nel deposito del Museo degli Argenti, mai mostrati dal 1921 e ritenuti opere di secondaria importanza. Invece tra essi sono stati rintracciati perfino degli intagli molto antichi e assolutamente di valore. Il delicato lavoro di digitalizzazione solo allinizio perch on line per il momento si trovano meno di 20mila delle 300mila opere (tra cui ben 140mila disegni e stampe) costituenti il patrimonio del Polo Museale Fiorentino. Queste sono catalogate in circa 55 inventari (29 sono solo quelli del Bargello) di cui solo 6 sono disponibili in rete. Parallelamente Maria Sframeli e il suo staff - comprendente anche la fidatissima Simona Pasquinucci - hanno messo on line gli indici delle filze dellarchivio storico delle gallerie fiorentine dal 1738 al 1940; inoltre stato dato il via anche alla catalogazione (indipendentemente che si trattai di opere musealizzate o meno) le cui prime 17094 schede sono gi disponibili. Altri progetti di catalogazione e fruizione on line riguardano il patrimonio del Gabinetto Fotografico della soprintendenza (che possiede oltre 560mila negativi fotografici) e le Corali di San Marco, disponibili dalla fine di marzo. In totale si tratta di progetti che negli ultimi due anni hanno comportato un investimento di circa 210mila euro. Durante la mattina stato presentato anche il nuovo portale del Polo museale (www.polomuseale.firenze. it) attraverso cui sar possibile anche acquistare i biglietti per i musei; nel 2007 i contatti del portale sono stati 614.757, per 4.175.743 pagine web visitate. Poco pi del 50 per cento dei visitatori sono stati italiani e quasi il 10 per cento americani. Infine una curiosit: al portale i cibernauti ci arrivano, attraverso i motori di ricerca, soprattutto digitando la parola Uffizi; e ci accade anche nell1,1 per cento dei casi che, sbagliando, scrivono Uffizzi con due zeta.



news

24-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news