LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Spinosa: Capodimonte riparte dal 600
Pasquale Esposito
19/01/2008, IL MATTINO




Abbiamo superato il numero di visitatori record che fu registrato in occasione della grande mostra su Caravaggio. Finora a Capodimonte sono venute pi di settantamila persone (74.842, per la precisione; e pensiamo di arrivare a 80mila) a vedere Omaggio a Capodimonte - Da Caravaggio a Picasso, la mostra-omaggio per il cinquantenario del museo, che chiude domani. pi che soddisfatto Nicola Spinosa, soprintendente per il Polo museale napoletano, nel rimarcare i risultati raggiunti dal Museo diretto da Mariella Utili, in occasione della inaugurazione della mostra fotografica di Olivo Barbieri: si parla di risultati, di bilancio, ma anche del fitto programma di iniziative: per Omaggio a Capodimonte, la mostra del cinquantennio, ci sono state anche sollecitazioni per una proroga, ma i prestiti hanno i loro tempi di scadenza, le opere devono tornare alla base, e intanto il calendario della Reggia-Museo deve andare avanti nel solco di una programmazione che arriva al 2010. Quando anchio andr in pensione, annuncia il soprintendente, anticipando il progetto di una nuova mostra sul 600 rivisitato con occhi contemporanei. Ci racconti, oltre i dati, la sua Capodimonte tra luci e ombre: non solo sede museale di grande prestigio, ma anche sito scarsamente servito dalle infrastrutture. Ho pi volte sollecitato la necessit assoluta di collegare il Museo al resto della citt; spesso ho sentito parlare di una funicolare da piazza Cavour, di una stazione della nuova metropolitana: sarebbero importantissime, ma da un po che non ne ho pi notizie. E il nostro sito resta difficoltoso da raggiungere: oltre tutto, collegare il Museo alla citt con un trasporto su ferro significherebbe alleviare i problemi di spostamento non solo di chi interessato a venire ad ammirare i nostri capolavori ma anche quelli di tantissima gente che abita in questa zona. E poi la sicurezza, i problemi di gestione sempre allordine del giorno per le scarse risorse finanziarie. Come superare tutte queste difficolt? Il Museo di Capodimonte un faro di luce continua in questa citt ciclicamente attraversata da emergenze. Dalle quali per fortuna riesce sempre a venir fuori grazie anche alla sua forte cifra culturale, artistica, storica. Per Napoli si alternano momenti difficili, di crisi, ad altri di splendore, noi speriamo di contribuire a fare in modo che i secondi abbiano sempre pi stabilmente la meglio sui primi, la citt - per il ruolo che ha avuto e ha nella storia, nellarte, nella cultura tout court merita di non attraversare pi fasi cos complesse e negative come lattuale. Soprintendente, lei fa capire che, nel suo piccolo, Capodimonte pronto a svolgere un ruolo trainante. Un ruolo che abbiamo sempre esercitato. E continueremo a farlo: ora inauguriamo questo ciclo di tre mostre sotto il segno di altrettanti grandi fotografi. Il primo Olivo Barbieri, cui seguir Craige Horsfield, che a sua volta passer il testimone a Mimmo Jodice. Tre letture affidate ad un artista italiano, ad uno straniero e ad uno napoletano, ai quali abbiamo chiesto di rappresentare, documentare uno sguardo su Capodimonte e da Capodimonte su Napoli, dentro il Museo e dalla nostra Pinacoteca sulla citt. Operazione che io trovo estremamente stimolante, di cui torneremo a parlare in altra occasione. I programmi di Capodimonte, ovviamente, non si fermano qui. Cosaltro in cantiere? Una grande mostra su Salvator Rosa tra mito e magia (dal 18 aprile) e, dall11 dello stesso mese, Il fumetto al Museo. A seguire, in autunno, in collaborazione con gli Incontri internazionali dArte di Graziella Buontempo, una mostra dedicata a Luigi Ontani. Seguir una esposizione di sculture pensata proprio per Capodimonte di Louise Bourgeois, che contrassegner il percorso di avvicinamento allingresso con le sue opere e orner il grande cortile con il suo celebre ragno. E poi? Finalmente, il grande Gemito avr una esposizione tutta per lui a Villa Pignatelli. Ma siamo gi nel 2009, linaugurazione avverr a dicembre di questanno. Il grande scultore che definire napoletano riduttivo meritava una esposizione di alto livello, ci pensavo da anni, finalmente ci siamo riusciti. Progetti per il 2009? In primavera, una mostra di arazzi di William Kentridge, in collaborazione con Lia Rumma; due mostre di foto, la prima di Candida Hofer, che lavorer su Capodimonte e su Napoli (ma con un altro sguardo dopo i tre di questanno), la seconda di Luciano DAlessandro, che merita una grande esposizione; una mostra sul 900 a Napoli, a SantElmo, non solo arti visive ma anche cinema, teatro, musica. Infine? il 2010. E io andr in pensione. A conlcusione di questa mia straordinaria esperienza di vita, ho in mente una nuova mostra sul 600 napoletano, secolo importantissimo nella storia della citt. Ma avr un occhio diverso rispetto alla grande mostra sulla civilt del 600 (ottobre 1984), recuperando un sacco di altre informazioni nel frattempo venute a nostra conoscenza.




news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news