LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

E queste sarebbero chiese?
Camillo Langone
Panorama 17/1/2008

C' da prendersi paura a sfogliare il catalogo intitolato Arte cristiana contemporanea (editore Ancora) voluto dall'Accademia di belle arti di Brera. Se non fosse che Ges Cristo, fondando la Chiesa, ha detto che le porte degli inferi non prevarranno contro di essa, si potrebbe pensare che le installazioni, le sculture, le opere fotografate nel volumone siano state realizzate dalle avanguardie di Satana pronte a occupare violentemente ogni spazio liturgico. Di fronte a simili immagini non sono soltanto gli esteti a cedere allo sconforto, anche i normali fedeli le percepiscono come un dito nell'occhio, un pugno nello stomaco, un graffio nell'anima. Non pi l'opinabile questione del bello e del brutto, qui c' in gioco qualcosa di pi profondo: il sacro e il non sacro, il cristiano e il non cristiano. Addirittura l'umano e il non umano.
Le opere degli artisti italiani selezionati da Brera sono mediamente orrende, ebbene s (se non ci credete procuratevi il catalogo: 36 euro), ma volendo essere onesti non si pu dire che la vetrata del Duomo di Colonia, realizzata quest'anno da Gerhard Richter, sia brutta. Semplicemente non cattolica. Se n' accorto l'arcivescovo della citt, crocifisso sui media tedeschi per aver detto: Questa vetrata me la posso immaginare in una moschea. Sarebbe stato meglio accorgersene prima ed evitare di commissionare un'opera cos importante a un campione dell'arte astratta. Non ci voleva molto, si sarebbero risparmiati anche dei soldi, bastava ascoltare Joseph Ratzinger che batte su questo tasto da anni, da quando era prefetto della Congregazione per la dottrina della fede.
Il custode dell'ortodossia in un libro del 2000 scrisse: La totale assenza di immagini non conciliabile con la fede nell'Incarnazione di Dio. La prova che nella Chiesa regna la massima libert, per non dire la completa anarchia, sono le nuove chiese commissionate ai divi dell'architettura inconciliabile, ovvero Richard Meier e Mario Botta: nella chiesa romana del primo, a Tor Tre Teste, la croce c' ma non si vede, nella chiesa torinese del secondo, intitolata al Santo Volto, proprio l'immagine del Volto a dileguarsi dietro l'altare.

All'interno del tempio di Botta un povero cristiano che sia solo leggermente miope non sa pi a che santo votarsi e rischia di sprofondare nell'adorazione del nulla. Costruzioni di questo tipo hanno lasciato basito perfino Oliviero Toscani: Ho visto un paio di chiese che sembrano delle basi missilistiche. Ormai fanno dei campanili che sembrano rampe di lancio. Ci voleva un iconoclasta come lui per capire il valore delle icone.
E invece nel catalogone dell'Accademia di Brera ci sono studiosi il cui nome preceduto dal don (ma in quali seminari hanno studiato? Su quali testi? Con quali insegnanti?) che si compiacciono di pale volutamente aniconiche.
Non ci fossero le foto, si potrebbe far finta di non aver capito, ma le foto purtroppo ci sono. L'artista Franco Marrocco, per esempio, sembra essersi specializzato in resurrezioni invisibili: in San Lorenzo ad Aosta al posto di Cristo ha piazzato dei fuochi ftui, in San Savino a Piacenza alcuni cerchietti lattiginosi. E pensare che a pochi chilometri, sulle colline piacentine, il pittore Bruno Grassi ha affrescato a proprie spese (avete letto bene) la chiesetta di Bramaiano di Bettola. L'oratorio settecentesco stava cadendo a pezzi e grazie a questo mecenate di se stesso tornato a nuova vita. Merita una visita e una riflessione: le opere volutamente iconiche e quasi naif di Grassi piacciono a grandi e piccini ma non ai critici d'arte.
Poco male, anzi molto bene, visto che Ges ha detto: Ti benedico, o Padre, perch hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli . La Nativit dipinta da Grassi risveglia il bambino che in noi, il puer aeternus, e il bue che ci osserva dalla destra del quadro pi convincente di un intero corso di catechismo. Bisogna citare anche i portali brulicanti che lo scultore Paolo Annibali sta disseminando nella provincia marchigiana e toscana, con gli angeli che volano, i santi che patiscono e i vesco-vi che benedicono.
Sarei curioso di conoscere il motivo per cui questo artista sapiente, gran conoscitore dei segreti del bronzo, resta confinato in paesi e cittadine e non viene chiamato a Roma o a Milano. Troppo ortodosso? Non abbastanza dissacrante? Forse la sua vera colpa quella di essere papalino. La riscossa dell'immagine nelle chiese cattoliche non si affida soltanto alla buona volont dei singoli, per quanto di valore.
L'Opus Dei, la vituperata Opus Dei, ha commissionato per la parrocchia romana di San Giovanni Battista (quartiereCollatino) 300 metri quadrati di vetrate rigorosamente figurative. Un altro segnale importante: una delle pochissime chiese romane recenti somiglianti a una chiesa e non a un terminal aeroportuale intitolata a San Jos Maria Escriva, il fondatore dell'Opus. Si trova nel quartiere Ardeatino e ha l'unico difetto di un campanile timido, troppo basso.
Ma la grande speranza degli iconofili arriva dall'estremo Sud, dalla Sicilia profonda, ovverosia da Noto, dove nella cattedrale appena risorta (nel 1996 era crollata la cupola) fra pochi giorni entrer in azione un gruppo di talentuosi artisti figurativi, sia italiani sia stranieri. Grande attesa per le pitture di Oleg Supereco, giovane russo innamorato dell'arte italiana, e per l'altare e il pulpito disegnati da Giuseppe Ducrot, gi ammirato a Cassino per il colossale monumento a San Benedetto, uno schiaffo al minimalismo.
In tutto sono sei artisti, coordinati da Vittorio Sgarbi per l'aspetto estetico e da monsignor Carlo Chenis per quello teologico. A loro spetta il compito di riportare in auge, dopo decenni di anoressia figurativa, l'immagine consolatrice di Dio che si fa carne.
Fra meno di un anno (la fine dei lavori prevista per il Natale 2008) sapremo se ci sono riusciti.




news

19-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news