LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - GENOVA : Piazza delle Erbe, esplode la rivolta
AVA ZUNINO
VENERD, 04 GENNAIO 2008, LA REPUBBLICA - Genova

I residenti: ci hanno dimenticati, qui conta solo la vita notturna

Resistono bar e ristoranti, ma accanto a macerie e spazzatura
Impianti sportivi, parco, scuola, nellelenco delle incompiute



--------------------------------------------------------------------------------

Piazza delle Erbe, a due passi da De Ferrari e da Palazzo Ducale, stata il simbolo del rilancio del centro storico genovese. Adesso sono passati undici anni dallultima rivolta dei comitati dei residenti di piazza delle Erbe e dintorni: era il 1997 e, stanchi di convivere con la cloaca a cielo aperto in cui si era traformato lo scavo per il parcheggio sotterraneo bloccato dalla presenza di reperti archeologici, gli abitanti chiedevano al Comune di completare il progetto per far tornare a vivere la piazza, eliminando del tutto il buco nero delle macerie di guerra. Da allora, molti progetti sono stati realizzati, ma sulla piazza calato il velo del silenzio e i residenti denunciano che le cosiddette "opere per il quartiere" sono rimaste lettera morta. Nel senso che ci sono ma come se non ci fossero perch di fatto sono inaccessibili per chi vive alle Erbe. Qualcuna delle opere previste, come la nuova scuola, addirittura non mai stata costruita: Sono rimaste le stesse macerie di allora, macerie e rumenta di fianco al rudere della chiesa su Salita del Prione, dice Amerigo Roncallo, uno dei portavoce della battaglia di allora, e che oggi chiede di riaccendere i riflettori sulla piazza e fare il punto di cosa successo. Insieme alla moglie aveva aperto uno dei primi negozi ai tempi del boom di piazza delle Erbe. Poi, con il degrado portato da quel cantiere infinito, rimasto aperto per anni, aveva dovuto chiudere bottega. Adesso lavora a Milano. La famiglia vive sempre alle Erbe, lui fa il pendolare. Roncallo e i residenti della zona hanno ben chiaro lelenco delle incompiute, o meglio, delle opere promesse dalle amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, e che loro non hanno mai potuto utilizzare nonostante le firme di protocolli e quantaltro.
Cominciano con il raccontare del palazzetto per le attivit sportive; funziona a pieno ritmo: Ma affidato ad una societ privata che giustamente tende a dare gli spazi al miglior offerente, quindi di fatto accessibile solo alle societ che fanno contratti annuali.
Ma il sogno che si davvero infranto riguarda due questioni in particolare: il primo lo spazio sopra al palazzetto, con i campi da bocce e i locali che vi si affacciano. Vuoto. Mai utilizzato. Sta gi mostrando i segni dellabbandono nelle strutture che si deteriorano. Doveva essere utilizzato come centro per anziani - raccontano i residenti - Ma che ne stato di questo progetto?. Laltro sogno infranto quello del campo di calcetto, che dovrebbe anche funzionare per pallavolo e basket: anche questo stato predisposto ma non mai stato utilizzato. Piazza delle Erbe nella seconda met degli anni ottanta fu il simbolo forse pi significativo della rinascita del Centro storico: un buco nero della citt, in cui resistevano le macerie di guerra, che stava per chiudersi. Il cuore delloperazione fu ed rimasto un grande parcheggio sotterraneo, di lunga e laboriosa gestazione: il cantiere-cratere deturp per anni la piazza. Poi la macchina si rimise in moto dopo il 97, con la giunta di Giuseppe Percu e dellarchitetto Bruno Gabrielli assessore allUrbanistica. Le opere furono completate. Ma tutto finito l. Da anni silenzio. Nel frattempo la piazza ha continuato a vivere, sviluppando la vocazione di ritrovo per laperitivo o per la cena. Continuano ad avere successo bar e ristoranti. I locali pubblici in generale. Ma non migliorata la vivibilit per chi abita in una zona in cui, raccontano i residenti, i contratti di affitto sono spesso molto vantaggiosi per i proprietari. Un esempio per tutti sono i giardini, a lungo agognati: Circondati da sbarre, non hanno neppure uno spazio giochi, o meglio, c unarea con la gomma a terra ma neanche uno scivolo o unaltalena.



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news