LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - SAN MARCELLO. Il conservatorio ospiter biblioteca e archivio
CRISTIANO MARCACCI
GIOVED, 03 GENNAIO 2008 il Tirreno - Pistoia






Sarei ostaggio di Rifondazione? Non hanno argomenti seri su cui attaccarmi La mia bussola il programma elettorale


Oltre sei mesi trascorsi sullo scranno di sindaco. Un tempo pi che sufficiente per adattarsi al nuovo ruolo, creare il giusto feeling con i propri collaboratori e conoscere pi approfonditamente il territorio ed i suoi problemi. Per Carla Strufaldi arriva ora il momento delle scelte e delle decisioni. Nel 2008 il comune di San Marcello dovr affrontare numerose sfide. In questa intervista al Tirreno il primo cittadino erede di Moreno Seghi mette a fuoco gli obiettivi.
Sindaco Strufaldi, si gi pentita di aver lasciato lo studio di avvocato?
Pentita assolutamente no, anche se la carica di sindaco comporta un impegno senzaltro maggiore in termini di tempo e di energie.
Una perla e un errore di questi primi sei mesi da sindaco.
Di perle, forse, troppo presto per parlare, ma direi che la cosa che mi sta dando pi soddisfazione in questi primi mesi del mandato sono il grande impegno e la collaborazione che gli assessori stanno dimostrando, ognuno nel suo settore, segno di massima compattezza allinterno dellamministrazione. Nemmeno di errori vorrei parlare, anche se sono quasi inevitabili quando si amministra, visto che non esistono decisioni sulle quali tutti i cittadini si trovano daccordo. So per qual lerrore da non fare: peccare dingenuit e non approfondire le questioni fidandosi soltanto delle parole. Credo che questa consapevolezza mi derivi dalla professione di avvocato.
I suoi detrattori politici pi accaniti le rimproverano di aver spostato lasse politico del Comune verso la sinistra radicale, a discapito della Margherita (che ha perso la poltrona di vicesindaco), e di essere ora ostaggio di Rifondazione Comunista. Cosa risponde?
Non sono ostaggio di nessuno, forse ai miei detrattori fa comodo dire questo perch altrimenti non avrebbero altri argomenti sui quali attaccarmi. Detto questo, oggi esistono il Pd, del quale faccio parte insieme ad altri componenti del gruppo di maggioranza, e le altre forze politiche presenti nello stesso gruppo che hanno sostenuto il programma elettorale della sottoscritta quale candidata a sindaco. alla realizzazione di questo programma che stiamo lavorando.
A proposito dellindebolimento della Margherita, in bilico la poltrona di Mauro Gualtierotti alla presidenza della Comunit montana. Ora che la Finanziaria ha salvato lente dalla cancellazione, quando sono previste le nuove nomine sanmarcelline? Quale ruolo pensa debba svolgere in futuro la Comunit montana? daccordo sullipotesi di una giunta istituzionale, formata cio dai sindaci?
La Comunit montana, come ho pi volte dichiarato, dovrebbe avere un duplice ruolo: da una parte occuparsi delle proprie materie di competenza delegatele dalla Regione, dallaltra costituire una sorta di ente sovracomuale che coordina e unisce le forze dei singoli comuni nel confronto con gli enti sovraordinati e che gestisce anche alcuni servizi per i quali, opportunamente, i comuni si associano. La Comunit montana, per, per come oggi organizzata dal punto di vista degli organi politici, viene percepita come un carrozzone e la responsabilit di tutto ci anche in un sistema politico che va riformato ed questo che, a parer mio, il governo centrale ha cercato, in maniera provocatoria, di fare attraverso la minaccia di abolire buona parte delle Comunita montane. Ad oggi e con a disposizione 6 mesi, senza parlare di abolizione, vi per una ferma volont anche da parte della Regione di razionalizzare e riformare gli organismi politici (come dichiarato anche dallassessore Fragai). Pertanto, non posso che dichiararmi soddisfatta della decisione di lasciare alla Regione le decisioni sulla riorganizzazione delle Comunit montane e dire che a breve ci riuniremo, come gruppo di maggioranza, per decidere il da farsi sulle nomine, ferma restando la volont di addivenire ad un rinnovamento come dichiarato in consiglio dal nostro capogruppo. Per quanto riguarda la giunta dei sindaci, non nego che potrebbe essere una soluzione praticabile, anche se ritengo che i sindaci abbiano gi abbastanza da fare a seguire i propri comuni; probabilmente, la soluzione ipotizzabile potrebbe essere un organismo esecutivo formato da tre membri (un presidente e massimo due assessori) ed un consiglio notevolmente ridotto.
Il 2008 sar lanno delladozione del nuovo regolamento urbanistico. Come e dove cambier volto il territorio comunale?
Considero lapprovazione degli strumenti urbanistici (piano strutturale e regolamento urbanistico) fondamentale per un rinnovato sviluppo del nostro territorio. Senzaltro, posso dire che gi dalle tavole progettuali del piano strutturale il comune di San Marcello potrebbe avere davvero e finalmente quello sviluppo turistico che da sempre viene rivendicato, puntando ad un turismo verde, escursionistico e sportivo, per il quale abbiamo a disposizione potenzialit notevoli e sul quale lamministrazione dovr investire in termini di infrastrutture. Attraverso il regolamento urbanistico spero si arrivi finalmente ad un recupero delle strutture ed aree esistenti ad oggi dismesse ma che sono una risorsa importantissima per gli investimenti che possono portare sul territorio. Altro importante tema da trattare quello delle infrastrutture viarie, sia in termini di miglioramenti ed adeguamenti delle strade esistenti che in termini di vere e proprie varianti. Sui miglioramenti ed adeguamenti, soprattutto nella viabilit di servizio alle aree artigianali e produttive, posso dire che stiamo gi lavorando sia come Comune che in collaborazione con la Provincia.
Ex Maeba: verso quale soluzione si procede?
Sullarea ex Maeba procederemo, come abbiamo gi dichiarato anche in consiglio comunale, alla predisposizione di un questionario che riguarder tutta larea, compreso lattuale campo sportivo, per capire quali sono le aspettative della cittadinanza in merito alla futura destinazione complessiva della stessa. Successivamente, faremo il vero e proprio bando per la gestione. Ci permetter allamministrazione anche di avviare, su un tema importante e molto sentito, il processo di partecipazione dei cittadini alle scelte.
Il Tirreno ha inserito limprenditore Gianluigi Venturi, patron dellHusky Festival e del comitato San Marcello 3000, tra i personaggi dellanno. Ma la multa per le luminarie brucia ancora. Non le sembra che rimanga lungo il cammino verso la sburocratizzazione della macchina comunale?
Anzitutto, lamministrazione deve preoccuparsi della semplificazione, perch necessaria soprattutto ai cittadini e alle attivit produttive nei loro rapporti con lente. Detto questo, certamente fa piacere che persone come Venturi si impegnino nella organizzazione di eventi e, come ho dimostrato pi volte, sono sempre stata e sar disponibile alla collaborazione ed al confronto sia con lui che con chi, da anni, si occupa di organizzare le manifestazioni nel nostro comune. Purtroppo, questanno, a causa dei ritardi dovuti al poco tempo a disposizione, ci sono stati alcuni problemi non dovuti a responsabilit del Comune, che viceversa ha cercato di venire incontro il pi possibile alle richieste. Problemi che spero verranno definitivamente eliminati con la guida che stiamo predisponendo per le varie associazioni, che conterr un vademecum chiaro e semplice degli adempimenti che verranno richiesti per lo svolgimento delle manifestazioni, nonch attraverso lorganizzazione di un ufficio ad hoc.
Scelga e indichi i cinque obiettivi principali per il 2008.
Gli obiettivi sarebbero tanti ma, realisticamente, scelgo anzitutto la riorganizzazione degli uffici comunali, anche attraverso la stabilizzazione di alcune figure attualmente precarie ed il potenziamento dei servizi al territorio. Altro obiettivo fondamentale lapprovazione del piano strutturale e almeno ladozione del regolamento urbanistico. Il terzo la risoluzione dei problemi legati alla gestione del servizio idrico e ai rapporti con Gaia spa. Il quarto riuscire a sbloccare la situazione con il Ministero dellIstruzione per il progetto di recupero dellex conservatorio di Santa Caterina, nel quale vorremmo portare biblioteca ed archivio storico del Comune. Quinto: pensare in termini di sviluppo sostenibile con provvedimenti rivolti ai cittadini e finalizzati ad incentivare il risparmio energetico ed il potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti nonch la riduzione degli stessi.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news