LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Ex Orfanotrofio, sar polo culturale
DONATELLA LONGOBARDI
22/11/2007 IL MATTINO





Ancora diciotto mesi e San Nicola della Palma (il complesso dellex Orfanotrofio) sar di nuovo della citt. E diventer polo per le attivit culturali. Il sindaco Vincenzo De Luca (nella foto) ieri mattina ha dato il via ai lavori. Nel caso dello storico edificio pi che di un inizio si dovrebbe parlare di una ripresa dei lavori. Da quattro anni, circa, infatti fermo il recupero. Proprio dove Menna segn la svolta di Salerno, restituendo dignit a centinaia di orfani, presto sorger un polo della cultura: un auditorium da 300 posti; due sale di ascolto da circa 100 posti; una piazza belvedere da adibire in estate a teatro all'aperto; un percorso archeologico per ammirare l'acquedotto romano e le terme tardo bizantine, un museo archeologico.

La dismissione nel 1986 Nel 2004 lok al progetto Quattro mesi fa lapertura


Monterrey. Per entrare nel Horno 3 si pagano 80 pesetas (circa 6 euro). A mezzogiorno esatto suona ancora la sirena, la stessa che indicava agli operai la sosta per il pranzo. Ogni mattina un vecchietto raduna i visitatori, soprattutto ragazzini, e racconta loro comera lavorare l dentro tra le colate di ferro. Di sera, invece, lo show diventa musicale e tecnologico, un filmato mostra il passato e si finisce tra fuochi dartificio. Lo Horno 3, laltoforno 3, era il cuore della Fundidora di Monterrey, la fonderia, 80 ettari ai margini della capitale industriale del Nuevo Len, dove il Messico assomiglia tanto al vicino Texas e per strada girano pi cowboy che sombreri. Attiva dal 1900, la fonderia ha creato la ricchezza di questo angolo di centroamerica. Ha funzionato fino all86 quando, tra mille polemiche, venne chiusa. Una storia, la sua, che assomiglia tanto a quella di Bagnoli con il dolore della dismissione, il futuro da ripensare. Solo che qui, a Monterrey, nel 2004 stato varato un progetto di recupero e riconversione dellimpianto siderurgico, completato a tempo di record. Solo per lo Horno 3 sono stati spesi 36 milioni di dollari, un terzo a carico dello Stato, due terzi da aziende siderurgiche nazionali. Ad agosto scorso stato inaugurato il nuovo parco Fundidora che ospita fino all8 dicembre il Forum universale delle Culture, la grande kermesse patrocinata dallUnesco cui Napoli candidata per il 2013. Con un piano ambizioso. La vetrina internazionale prevede infatti un mese di eventi puntati su: Memoria del futuro: conoscere le proprie radici per progettare il futuro comune. Ma sopratutto, con una spesa che supera complessivamente il miliardo di euro, il piano relativo al Forum prevede che la parte occidentale della citt sia al centro di una serie di interventi che colmerebbero finalmente uno dei pi rilevanti vuoti urbani di tuttEuropa, simbolo di degrado ma anche uno dei luoghi pi suggestivi della citt praticamente inutilizzato dal 20 ottobre del 90, quando fu fermata per sempre la linea a caldo dellItalsider. Punto nodale del progetto di recupero il viale Giochi del Mediterraneo: da una parte c la Mostra dOltremare, da un altro Bagnoli e larea della Nato con lex collegio Ciano che dovrebbe essere liberato nel 2008, in tempo per essere trasformato in un grande centro di soggiorno. Insomma, un piano che ricorda molto da vicino lintervento gi realizzato a Monterrey dove gli 80 ettari del complesso industriale sono diventati un polmone verde, con giardini, laghetti, alberghi, ristoranti, impianti sportivi. I capannoni dei laminatoi sono stati trasformati in enormi centri espositivi, con sale per incontri, convegni, spettacoli e unarena da 16mila posti. E anche il vecchio altoforno, lo Horno 3 ha un volto nuovo: oggi il museo del ferro e dellacciaio, offre centoquaranta installazioni multimediali che raccontano la storia della trasformazione dellacciaio nella regione, il suo contributo allo sviluppo economico della zona ma anche il ruolo che il ferro e lacciaio hanno giocato nella modernizzazione del Messico e della vita di tutti i giorni. Tutto documentato: dalluso delle travi per costruire i primi edifici a pi piani, ai frigoriferi, alle prime automobili, con tanto di fotografie un po ingiallite degli impianti e di quanti ci lavoravano. Rari documenti di archeologia industriale salternano ad angoli che fanno pensare a Disneyland. Come quando, attraverso un ponticello, si entra in quello che era il cuore pulsante dellaltoforno dove sono intatti i resti dellultima colata, in unatmosfera cupa con luci soffuse e rossastre. Due ascensori in diagonale che in passato trasportavano i minerali da fondere, invece, ora accompagnano i visitatori pi spericolati fino alla cima dellimpianto da dove si pu ammirare il panorama di tutta Monterrey, una citt senza particolari attrattive in una zona desertica che negli ultimi anni s dotata di strutture e infrastrutture allavanguardia, strade, musei, una piazza che vanta dessere la seconda pi grande al mondo dopo la Piazza Rossa. Ma anche una citt centro di eccellenza nel campo della formazione e dellistruzione con la pi alta percentuale di scuole, istituti e centri di educazione superiore di tutto il Messico. Anche per questo, la Fondazione che si occupa di promuovere i Forum delle culture con base a Barcellona - sede del primo Forum nel 2004 - scelse di fare di Monterrey la seconda citt al mondo che ospita levento. La terza dovrebbe essere Valparaiso, la quarta Napoli. Chiss.




news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news