LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Più facili condono e vendita dei beni culturali
Luca Cifoni
Il Messaggero, 29/10/2003

Condono edilizio con paletti meno rigidi, ritorno del principio del silenzio-assenso (ma con tempi più lunghi) per la vendita di beni culturali, compromesso sulla Cassa Depositi e prestiti che recepisce le richieste principali di Giulio Tremonti. Alla fine il governo ha presentato in Senato il maxi-emendamento al "decretone" che accompagna la legge finanziaria. Quarantasette pagine di correzioni (molte di sola forma) che delineano la versione definitiva del testo, sulla quale domani verrà posta la fiducia.
Il nodo più intricato era quello della Cassa Depositi e prestiti. Che viene risolto, almeno per il momento, sostanzialmente in favore del ministero dell'Economia. Non è stato infatti modificato il comma 6 dell'articolo 5 del decreto, che prevede per la nuova cassa spa lo status di non banca ma di intermediario finanziario, sottoposto quindi ad un diverso regime di vigilanza. Così come resta il potere di indirizzo attribuito a Via Venti Settembre per quanto riguarda l'attività di finanziamento delle opere pubbliche.

In compenso la parte della maggioranza che ha sostenuto le ragioni della Banca d'Italia incassa una concessione politico-simbolica. In deroga alle normali regole del codice civile, lo statuto della società e la nomina dei primi amministratori verranno decisi con un decreto del presidente del Consiglio dei ministri. In altre parole ci sarà una mediazione di Palazzo Chigi su questi aspetti, che però non vanno a toccare lo status di fondo della nuova cassa.

Il ministero dell'Economia incassa soluzioni soddisfacenti anche su altre due questioni "calde" emerse nel dibattito in commissione: la vendita dei beni culturali e i limiti al condono edilizio. Sul primo punto, viene confermato il principio del silenzio assenso, non previsto dal testo originario ma contenuto in un emendamento del relatore (e ispirato dal Tesoro stesso): se le soprintendenze, interpellate sull'eventuale vincolo per un certo bene culturale, non risponderanno entro 120 giorni, il bene si intenderà vendibile. Nella prima versione il tempo concesso agli uffici, spesso oberati di lavoro, era di 60 giorni. Sulla sanatoria edilizia
non passa invece l'impostazione di An, che voleva fissare a 750 metri cubi il limite massimo per la condonabilità non solo di singole unità abitative, ma anche del palazzo nel suo insieme. Un limite che secondo il ministero dell'Economia avrebbe messo a rischio gli incassi. Nel maxi emendamento si prevedono invece due distinte soglie: di 750 metri cubi per l'unità abitativa, di 3000 per l'intera costruzione.

Sul fronte della vendita degli immobili, vengono parzialmente accolte le richieste dei militari: non potranno essere ceduti gli alloggi di servizio effettivamente occupati. Invece è prevista per l'Agenzia del Demanio la facoltà di cedere in blocco alla società Sviluppo Italia immobili pubblici di possibile interesse turistico. La novità dovrebbe nelle intenzioni dare anche una mano ai conti pubblici.

Soluzione di compromesso anche sulla riforma degli enti pubblici locali. Le modifiche già introdotte in commissione, con l'obiettivo di allungare le concessioni delle attuali municipalizate, vengono condizionate all'accordo con le norme europee.

È stato riscritto l'articolo relativo al concordato preventivo, la cui scadenza è spostata dal 28 febbraio al 16 marzo. Molte novità anche per la pensione dei lavoratori esposti all'amianto: in particolare si stabilisce che sono fatti salvi i diritti acquisiti di chi aveva già maturato il diritto alla pensione: una soluzione che però non soddisfa i sindacati. Infine tra i videogiochi vengono esplicitamente vietati quelli che si richiamano al poker.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news