LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PUGLIA - Ecomostri, la Puglia di Garzia in mostra al Maxxi di Roma
ANTONELLA MARINO
20 OTTOBRE 2007, LA REPUBBLICA, BARI

LA POLEMICA

Fotocronaca di un degrado
La fotografia documenta il degrado. Dopo le esperienze del collettivo Stalker e del gruppo P-Project, arriva il fotografo barese Carlo Garzia, sono parole dello stesso artista, a raccontare linvolgarimento del paesaggio pugliese. Succede cos che cinque delle sue immagini pi recenti, parte di un lavoro inedito nella regione, siano in mostra in questi giorni al Maxxi di Roma, uniche foto del Mezzogiorno a essere comprese nella collettiva "Atlante italiano 007".




Dal capoluogo a San Giovanni Rotondo, cinque immagini dellartista barese nella mostra "Atlante italiano 007" al Maxxi di Roma
Quando la fotografia mette a nudo il degrado
Garzia: "Racconto linvolgarimento del paesaggio"

il progetto Ho raccolto una serie di immagini destinate a essere comprese in un archivio ad hoc
le finalit Lo scopo del nostro mestiere mettere in evidenza, agli altri le interpretazioni



Larte non serve a decorare appartamenti, diceva Picasso. unarma di offesa e difesa contro il nemico. Ma possibile un ruolo sociale per larte oggi? Le esperienze orientate a cogliere la dimensione "politica" del vivere collettivo negli ultimi tempi si moltiplicano. Si confondono e si contaminano i confini tra arte, sociologia, urbanistica, in queste proposte di rilettura alternativa della realt. Ma questo anche uno degli aspetti pi innovativi della fotografia italiana, che negli ultimi anni andata interrogandosi sui mutamenti in corso (a cominciare dal celebratissimo Viaggio in Italia iniziato da Bari nell84) .
Importante, in questa articolarsi delle letture del sociale, la proposta presentata a Roma da un autore barese colto e attivo come Carlo Garzia. lunico invitato a Sud della capitale alla mostra Atlante italiano 007. Rischio paesaggio appena inaugurata al Maxxi, il grande museo delle arti del XXI secolo, in collaborazione con la Darc-Direzione generale per larchitettura e per larte contemporanee del ministero per i Beni culturali (fino al 18 novembre; info 06. 321.101.81). Offre uno sguardo sulle emergenze di unItalia che cambia, commissionato a dieci fotografi italiani e cinque stranieri con lobiettivo di recepire contributi alla definizione di nuova cartografia dei territori a rischio: i paesaggi mutati dal boom edilizio, dallabusivismo dilagante, dalle zone dellabbandono, dallassalto turistico, ma anche le aree di eccellenza, come i parchi di tutela.
Fotografia dunque come denuncia? Nel mio caso, ma anche nelle interpretazioni dei miei colleghi in mostra, mi sembra che laccento sia posto non tanto sulla bruttezza eclatante quanto su unidea di involgarimento del paesaggio, puntualizza Carlo Garzia. Le cinque immagini da me presentate, parte di un ciclo completo che confluir nel costituendo archivio del Maxxi, sono tutte inedite. Essendo lunico meridionale, ho scelto di lavorare sulla mia regione interpretando trasversalmente le tracce suggerite, in modo molto libero. A partire dalla polarit bellezza-catastrofe, ho interpretato la dialettica attrazione-repulsione in modo ironico, proponendo una riflessione sui modelli dellabitare. Filo conduttore di questi scatti infatti lo schema minimo, infantile, della casa: lo ritroviamo in un container per strada; in un alberghetto rosa con tetto a spiovente (lhotel "Limmagine" di San Giovanni Rotondo); o in una parete in tufo scavata che fa da sfondo ad un distributore di benzina sullautostrada. un lavoro documentario ma dautore, che tiene conto di un approccio concettuale alla visione. Credo che lo scopo della fotografia non sia di classificare o inventariare luoghi conclude Garzia. Bens di offrire un punto di vista, un "documento" in senso pi alto, che sta poi ad altri interpretare.
La tesi dellautore barese si propone cos come alternativa rispetto ai due cicli di immagini che due celebri fotografi hanno dedicato a Bari e che - per curiosa concomitanza - sono proposti in contemporanea nella citt. Pi vicina sembra alla visione lucida e sospesa offerta da Gabriele Basilico nella Pinacoteca provinciale; certamente distante dal "realismo" esibito da Uliano Lucas, maestro del fotoreportage a sfondo sociale, alla Sala Murat.
Queste esigenze di lettura e di indagine vanno peraltro ben oltre luso nudo e crudo del medium fotografico. Una testimonianza significativa di modi complessi e diretti di interventi sul sociale venuta di recente, in Puglia, da iniziative come quella degli Stalker, gruppo romano interdisciplinare interessato alle zone al margine e ai vuoti urbani, indagati con mezzi diversi. Come per la perlustrazione a piedi del litorale da Barletta a Bari lo corso anno, restituito attraverso uninedita mappatura sensoriale costituita da foto, video, reperti. In questo percorso lungo la costa Nord con alcuni studenti pugliesi darte e architettura, abbiamo cercato di comprenderne usi, abusi, disusi, usi mancati e usi possibili, racconta uno dei fondatori, Lorenzo Romito. Il nostro un punto di partenza per chi volesse interrogare il territorio prima di proporre ricette per la sua salvaguardia e/o il suo sviluppo.
Si collocano su questa linea di esplorazione del contesto urbano, con un taglio pi provocatorio, anche le street performance del giovane gruppo P-Project di cui fa parte il barese Antonio Porta (tra i selezionati per la Biennale dei giovani artisti del Mediterraneo che si terr proprio in Puglia a maggio). I loro interventi attuano pratiche di disturbo conoscitivo nel tessuto cittadino: come la presa di possesso, con vari media, di due non-luoghi interdetti quali il cantiere di Punta Perotti prima della demolizione e la spiaggia allamianto di Torre Quetta. Nella convinzione dichiarata che, spiega Porta, larte sia una forma di comunicazione e di coscienza critica della realt in cui viviamo.








news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news