LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il primo passo è la mappa del patrimonio
A. Che.
Il Sole 24 ore - 21/10/2003

ROMA - Forse si potrebbe ripartire da lì, da quell'elenco di 119 beni statali che l'allora ministero del Tesoro aveva, nel marzo Duemila, ritenuto alienabili. In quella lista c'era un po' di tutto: a iniziare dal Foro Italico, passando per l'ex castello dei Duchi di Genova ad Agliè (Torino), proseguendo per l'ex stabilimento salifero di Cornacchie (Ferrara), per arrivare al castello Orsini di Soriano del Cimino (Viterbo), e,ancora più giù nella Penisola al Palazzo Bagnare (Napoli), per spingersi fino alle casermette militari di Guspini (Cagliari),
Quell'elenco passò poi nelle mani del ministero dei Beni culturali, che tagliò la lista, individuando 66 immobili di pregio, 16 dei quali dovevano rimanere assolutamente sotto la tutela statale e indicando per altri un supplemento di istruttoria. Per gran parte quell'operazione si è fermata tra gli inghippi burocratici e i ricorsi alla giustizia amministrativa.
Quella ricognizione effettuata tre anni fa è rimasta, per quanto parziale, la più aggiornata. Altri censimenti del genere sono stati effettuati nel corso dell'ultimo decennio, fin da quando si mise in piedi l'operazione Immobiliare Italia, che intendeva mettere sul mercato 7mila beni, alcuni dei quali di valore storico e paesaggistico. Ma anche quel progetto si risolse con un nulla di fatto.
Non esiste, dunque, una mappa completa dei beni di cui lo Stato e gli Enti locali possono potenzialmente disfarsi. Ed è, pertanto, da lì che si deve partire se si vuole mettere in pratica quanto previsto nel decretone collegato alla Finanziaria. Con tutti i rischi del caso. Rischi che l'emendamento presentato da Ivo Tarolli (Udc), relatore al
disegno di legge di conversione, fa crescere, introducendo il meccanismo del silenzio assenso da parte delle soprintendenze, laddove la norma originaria prevede il parere necessario dei soprintendenti in relazione al pregio dell’immobile.
L'intenzione del ministero dei Beni culturali è di procedere a un programma di dismissioni con cautela, che faccia dimenticare i rischi insiti in un'altra operazione affine, quella della Patrimonio Spa. I criteri di alienazione di parte del patrimonio statale e degli altri enti pubblici si trovano ben delineati i nel Codice dei beni culturali, che ha già ricevuto il primo sì dal Consiglio dei ministri a inizio ottobre. La norma è stata poi trasferita nel decretone, perché prima entra in vigore e prima permette di fare cassa. Con un intervento di chirurgia legislativa si farà in modo, alla fine, che a sopravvivere sia la norma del Codice, una volta che questo diventerà operativo.
Il meccanismo messo a punto con il Codice prevede che siano assolutamente sottratti alla vendita: gli immobili e le aree di interesse archeologico, gli immobili riconosciuti monumenti nazionali con atti aventi forza di legge, le raccolte di musei, pinacoteche e biblioteche, gli archivi. In via provvisoria è stata, inoltre, introdotta l'inalienabilità di immobili pubblici con più di 50. «Mai, finché non sia stabilito il loro effettivo interesse culturale. Procedura che deve essere seguita (ma senza il vincolo del silenzio assenso) per tutti gli altri immobili, eccetto quelli di valore artistico espressamente sottratti alla vendita.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news