LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nola. Festa per la ratifica della convenzione Unesco
CARMEN FUSCO
23/09/2007 IL MATTINO




Da Valencia a Roma in direzione della tutela dell'Unesco. Un giglio di Nola, lo stesso ospitato a marzo dalla citt spagnola, baller domenica prossima nella Capitale. L'appuntamento per mezzogiorno in punto a via dei Fori Imperiali. l infatti che il ministero dei Beni culturali ha organizzato Le giornate della cultura immateriale, manifestazione promossa per festeggiare la ratifica, da parte della Camera dei Deputati, della convenzione Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale. Un atto importante attraverso il quale l'Italia ha colmato un gap lunghissimo. dal 2003, anno in cui l'organismo internazionale adott il provvedimento, che se ne attendeva l'adesione. un segnale di speranza per la citt dei gigli, dove da anni si lavora per ottenere la prestigiosa tutela. Non un caso che la presenza della storica tradizione popolare nolana nel calendario della kermesse romana sia vista proprio come una tappa decisiva per ottenere il riconoscimento dell'Unesco. Se il ministero ci ha chiesto di partecipare perch - dice il sindaco di Nola, Felice Napolitano - ormai non siamo solo noi a pensare che i gigli rappresentino un bene culturale, un punto fermo del folclore nazionale. Ad essere state giudicate incoraggianti anche le parole che il ministro Francesco Rutelli ha pronunciato in occasione della ratifica della convenzione da parte della Camera: un traguardo che consente all'Italia di valorizzare con ancora pi forza la sua azione a difesa del nostro patrimonio e della nostra cultura. Finalmente siamo in condizione di poter partecipare a pieno titolo ai lavori del comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, che ha gi riconosciuto i Pupi siciliani e i Tenores sardi, come parte di un tessuto di tradizioni e feste che va oltre i nostri confini e che in tutto il mondo rappresenta una straordinaria ricchezza italiana. I pupi ed i tenores saranno infatti, insieme con il giglio, tra le maggiori attrazioni in programma domenica. Nuova trasferta dunque per i giganti di legno e cartapesta, il cui prototipo comincer ad essere costruito gioved a via Foro Traiano, accanto all'Altare della Patria. A dargli forma ci penseranno i carpentieri e i cartapestai riuniti nel consorzio presieduto da Vittorio Avella, gli stessi che hanno realizzato i carri per la rinata festa della Piedigrotta di Napoli. L'appuntamento di Roma sancisce il successo delle iniziative messe in campo in passato con le trasferte portoghesi e spagnole, dice Nicola Vecchione, artigiano della cartapesta dell'omonima bottega. A met settimana un team di addetti ai lavori partir alla volta della Capitale. Un camion trasporter la materia prima, compreso il rivestimento del giglio: per l'evento si scelto un abito d'antan, che risale al 1979. D'altronde il successo assicurato visto il consenso ottenuto a Valencia. Non potranno ovviamente mancare i cullatori, ai quali spetter l'impegnativo compito di regalare agli spettatori suggestive perfomances al ritmo della tradizionale musicale nolana.




news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news