LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Colosseo in balia dei vandali e c'è chi prende e porta a casa
Mauro Evangelisti
Il Messaggero 14/9/2007

ROMA - Cinque milioni di visitatori ogni anno, ma anche l'assalto dei vandali. Di coloro che non esitano a tracciare una scritta sulle pietre del Colosseo per ricordare il proprio - per nulla memorabile - passaggio. Di chi getta rifiuti lontano dai cestini, tanto che a poche decine di metri dal Colosseo si è accumulata una piccola ma disarmante discarica a cielo aperto. Fino a un fenomeno segnalato da alcuni abitanti di uno degli storici rioni di Roma, Monti, anche se ancora da dimostrare: sul muro esterno del Colosseo vedi delle scalfiture sospette (sotto, la pietra è chiara, come se si trattasse di una ferita recente, non ancora imbrunita dallo smog). E vicino, adagiati a terra, dei sampietrini abbandonati. Il sospetto è che qualche sconsiderato, lontano dalla videosorveglianza, ogni tanto si porti via dei piccoli pezzi di Colosseo usando i sampietrini come scalpello: per ricordo o per rivenderli. Su questo il soprintendente ai Beni Archeologici, Angelo Bottini, invita alla prudenza: «Vogliamo verificare se queste cose succedono sul serio, anche se ormai, tenendo conto delle migliaia di persone che ogni giorno gravitano attorno al Colosseo, non mi sorprendo più di nulla. Quello che posso dire è che rafforzeremo i controlli, perché questi fatti non debbano avvenire». L'area del Colosseo e dei Fori Imperiali è una delle più difficili da controllare, per la sua estensione ma anche per la sua articolazione e complessità, che consente di nascondersi facilmente o di agire senza essere visti. Così, come ha denunciato due settimane fa Il Messaggero, ai margini del Foro di Traiano c'erano dei senzatetto che addirittura avevano allestito dei dormitori fra i ruderi e sotto le stelle, con tanto di materasso. Ma tutt'oggi, passeggiando ad esempio nei pressi della Basilica di Massenzio, puoi vedere una specie di capanna creata da un barbone. Non solo: continuando la passeggiata, è facile imbattersi in cumuli di rifiuti abbandonati. Fino all'immagine inattesa, proprio all'ombra del Colosseo nel lato della stazione della Metropolitana: una zona ricoperta da bottigliette, cartacce, rifiuti abbandonati e lasciati lì chissà da quanto tempo. A cospirare contro il Colosseo, però, c'è anche l'assalto dei turisti che ne hanno fatto il monumento più visitato di Roma: difficile capire cosa passi nella testa della centinaia di persone che sui muri del Colosseo, con pennarelli o incidendo la pietra, hanno tracciato delle scritte a .testimonianza del loro passaggio. Chiude Bottini: «Con i lavori di restauro avremmo voluto eliminarle, ripulire le mura; purtroppo però da due anni sono terminate le risorse economiche che avevamo a disposizione».



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news