LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cortina -Colonia Alpina Ancilotto, iniziata la demolizione
Venerd, 7 Settembre 2007 Il Gazzettino

Ruspe ed escavatori al lavoro ad Aquabona. Prende corpo il progetto che rientra in un piano urbanistico approvato dal consiglio di Cortina nel luglio dello scorso anno

Il piano prevede la costruzione di quattro case. La pi grande, con tredici appartamenti, destinata al Comune


(Dim)Escavatori e camion sono al lavoro ad Acquabona, all'ingresso sud di Cortina, per demolire il grande edificio della colonia alpina Ancillotto, un tempo di propriet della Provincia di Venezia, dopo essere stato caserma della finanza della vicina dogana austroungarica. Il volume di quel grande stabile, e della sottostante casetta, per un totale di 10.775 metri cubi, verr trasformato in quattro condomini, con una quarantina di appartamenti. Il progetto rientra in un piano urbanistico che ha avuto un cammino travagliato. Dopo l'acquisto all'asta del complesso, la societ Giemme costruzione di Roma firm una convenzione con il comune di Cortina, il 18 aprile 2000; l'accordo prevedeva che ai privati rimanesse il 70\% del nuovo complesso residenziale, con la cessione al comune del 30\%. Questo accordo stato ripreso da un piano urbanistico attuativo votato il 30 marzo 2006 dalla giunta comunale e definitivamente approvato dal consiglio comunale il 6 luglio dello scorso anno. Il piano prevede la costruzione di quattro case. La pi grande, per un volume di 3.245 metri cubi, con tredici appartamenti, andr al comune, che ne potr disporre come meglio riterr. Le altre tre case rimarranno alla societ privata Ancillotto, subentrata nel frattempo alla Giemme; saranno pi piccole, con volumi di 2.500, 2.200 e 2.830 metri cubi, con dieci, otto e otto appartamenti. Con uno standard abitativo di 150 metri cubi per persona, nel nuovo comparto potr vivere dunque una settantina di residenti.

In quanto alle opere di urbanizzazione, l'accordo passato in consiglio l'anno scorso prevede la realizzazione, a carico dei privati, di 2.530 metri quadrati di spazi verdi pubblici e di 901 metri quadrati di parcheggi. Quella zona adiacente ad una grossa colata di detriti, un fenomeno di debris flow che si ripete con frequenza, in caso di pioggia abbondante, dalle sovrastanti pareti rocciose e dai canaloni ghiaiosi. Per questo stato necessario redigere un piano di assetto idrogeologico, con una conferenza di servizi alla quale hanno partecipato diversi enti, fra i quali la Regione, tramite diversi dipartimenti, il Genio civile, la Provincia di Belluno, la Sovrintendenza di Venezia e l'Anas, poich a pochi metri passa la statale 51 di Alemagna, sulla quale si dovr creare un raccordo con la strada di accesso alle nuove abitazioni.




news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news