LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GROSSETO.Tesori estruschi tornano a casa
VENERD, 07 SETTEMBRE 2007, IL TIRRENO - Grosseto



Finalmente laccordo tra il Comune di Grosseto e la Soprintendenza. Tra i reperti anche resti di tombe



Provengono da Roselle ma giacciono da anni nei magazzini fiorentini






--------------------------------------------------------------------------------

Tesori etruschi torneranno presto a casa. E non cosa che accade di frequente.
Si tratta di reperti importanti e vari: da vasi, a suppellettili e persino a resti di tombe etrusche.
Insomma, un autentico tesoro proveniente dal parco archeologico di Roselle, e custodito da anni al museo archeologico nazionale di Firenze, sta, finalmente, per rientrare a casa, nella sale del museo archeologico di Grosseto.
Si tratta di reperti importanti, da anni conservati nei magazzini fiorentini del museo, uno dei pi importanti al mondo nel settore delletruscologia.
A breve il patrimonio custodito del museo del capoluogo regione, in gran parte non esposto al pubblico, perch riposto nei magazzini, sar restituito ai grossetani, in virt di un accordo stretto tra Comune di Grosseto e Soprintendenza archeologica di Firenze.
Lannuncio del prezioso recupero dato dallassessore comunale Marco Barzanti, a fianco di Giuseppina Carlotta Cianferoni, direttore del museo archeologico nazionale di Firenze, la quale, data limportanza delloperazione, preferisce glissare sui dettagli.
Si tratta comunque di un passo importante, spiega Barzanti, nel percorso di valorizzazione del patrimonio archeologico maremmano.
Questo accordo tra Grosseto e Firenze - dice Barzanti - far s che i reperti che Grosseto vede conservati a Firenze, molti dei quali in deposito, per mancanza di spazio nei magazzini del museo, possano tornare a Grosseto, ed essere esposti nelle teche del museo archeologico e darte della Maremma o in altre strutture ad hoc. Tra le altre cose, spiega Barzanti, la raccolta comprende una tomba andata in restauro nel capoluogo fiorentino, e sempre proveniente dal parco rasennate.
Un patrimonio da anni in decadenza, come mostrano - tra le altre cose - le condizioni fatiscenti dellintera area archeologica di Roselle, dissanguata dalla mancanza di fondi del ministero per i beni archeologici. Inoltre, nellultimo anno, il trend dei turisti in visita agli scavi archeologici di Roselle ha subito un calo fortissimo. Se nel99 erano circa 75mila allanno, alla fine del 2006 sono scesi a 44mila. I servizi sono in rovina. Tolilettes da brivido, cartelli informativi obsoleti e scritti in archeologichese. Se il ministero ha tagliato i fondi, come avviene anche in altre zone archeologiche dItalia, il Comune di Grosseto - per conto suo - ha annunciato gi da un po tutto il suo impegno nella ricerca dei fondi. Tra le altre cose, la non facile ricerca di uno sponsor per finanziare il progetto di rifacimento dei servizi igienici, pessimo biglietto da visita per i turisti in visita alla struttura. E ora laccordo con Firenze per riportare a Grosseto tombe e suppellettili. Un passo delicato, dice il Comune, per tentare di risollevare le non facili sorti di un patrimonio archeologico dimenticato altrove, e - allo stesso tempo - ridare lustro al museo di piazza Baccarini.
Elisabetta Giorgi



news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news