LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei e visitatori. Il sistema-musei fuori classifica
Bruno Bisogni
22 agosto 2007, Il Sole 24Ore


Solo la Campania figura tra i primi venti in Italia - LE POSIZIONI Pompei al secondo posto dopo il Colosseo Segue a distanza la Reggia di Caserta


la Campania l'unica regione del Sud sede di musei statali che rientrino tra i primi venti d'Italia per numero di visitatori. La Campania annovera a tal riguardo Pompei, la Reggia di Caserta, il Museo Archeologico di Napoli, la Grotta Azzurra (museo naturale arricchito dai reperti archeologici di epoca tiberiana) ed Ercolano. Se si estende la ricerca ai primi trenta musei statali italiani per afflusso di visitatori, si trovano nell'ordine ancora due siti della regione, ovvero la Reggia di Capodimonte e Paestum, nonch, finalmente, al ventisettesimo posto, il pugliese Castel del Monte di Andria. Le statistiche sui visitatori, riferite all'anno 2005, sono ricordate nel recente volume "Musei Virtuali" di Francesco Antinucci, dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione (Istc) del Consiglio nazionale delle ricerche, edito recentemente da Laterza.
La classificazione di un museo tra i pi visitati un elemento particolarmente rilevante, come spiega Antinucci. Il numero di visitatori dei musei statali italiani balzato, nel decennio 1996-2005, da 25 a 33 milioni, con un ritmo annuo superiore al 3,5%. Il dato confortante, ma a beneficiare della crescita sono poche realt. Su 402 sedi complessive, le prime nove in graduatoria contano la met dei visitatori. Nei tre quarti dei musei statali italiani si registra appena il 10% degli afflussi complessivi. Pompei, seconda solo al Colosseo, tra i quattro siti italiani con pi di un milione di visitatori. La Reggia di Caserta, al settimo posto assoluto della classifica nazionale, l'unico altro museo statale del Sud con pi di mezzo milione di visitatori. Ben piazzato, al tredicesimo posto, anche il Museo Archeologico di Napoli, con i suoi 344 mila visitatori. Una performance non trascurabile, se si considera che la struttura napoletana, da sola, fa registrare afflussi ben superiori a quelli dei tre musei archeologici romani messi insieme: Palazzo Massimo, Palazzo Altemps e Terne di Diocleziano sommano non pi di 208 mila visite annue.
Resta il problema della fruizione inadeguata di tante opere d'arte distribuite nella Penisola, che Antinucci provocatoriamente risolve nel quesito: a chi serve e quanto costa, allo Stato, mantenere aperti 402 musei? Per l'autore di Musei Virtuali, la questione centrale che l'attrattivit dei musei prescinde in buona parte dai contenuti, risolvendosi piuttosto nel fascino del brand. il marchio Pompei che consente al sito vesuviano di raccogliere due milioni 344 mila visitatori contro i 264 mila di Ercolano. Le differenze di contenuti, richiami artistici e culturali tra i due scavi non sono tali da giustificare un numero di visitatori nove volte superiore. Ercolano pi vicina e facilmente raggiungibile rispetto a Pompei. Oltretutto le opere sotto il profilo conservativo si presentano meglio rispetto a quelle dell'altro sito, pi rinomato e prestigioso. Pompei, insomma, un brand. Ercolano, no.
L'altra faccia della medaglia di questo stato di cose sta nel livello di percezione delle opere d'arte visitate. Da una serie di monitoraggi effettuati nell'ambito dell'indagine risulta tra l'altro che quasi un terzo di coloro che sono appena usciti da un museo non ricordano neppure i nomi delle sale visitate. C' un problema di mancata o insufficiente trasmissione dei valori culturali. Per poter essere comunicata, l'opera d'arte deve superare due limiti impliciti, di codice e di contesto. Il linguaggio e l'ambientazione culturale storica e paesaggistica dei tempi in cui stata prodotta sono di solito distanti da quelli del pubblico che la osserva. Queste lontananze temporali e spaziali possono essere ridotte, se non colmate, grazie alle nuove tecnologie. I musei virtuali, appunto, che attraverso la rete possono rappresentare un potente strumento di richiamo, tale da risollevare le sorti di tante strutture dimenticate, in particolar modo al Sud.
Bruno Bisogni




news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news