LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Patrimonio Spa, arrivano le regole.
Isabella Bufacchi
Il Sole24Ore 20/12/2002

LE DECISIONI DEL CiPE Una direttiva propedeutica a definire gli indirizzi strategici - Ci sar un Codice etico.

L'obiettivo restano la valorizzazione, gestione e vendita dei beni statali

ROMA Sono sette i comandamenti che delimiteranno il campo di azione di Patrimonio dello Stato Spa, neonata societ voluta dal mistero dell'Economia per valorizzare, gestire e alienare il patrimonio dello Stato senza mettere in discussione le regole vigenti a rispettando pienamente la tutela dei beni di valore artistico, storico, paesaggistico ed ambientale, oltrech i ruoli dei Ministeri competenti.
Le sette linee guida, che elencano una lunghissima serie di paletti e che ispirano a scopi dichiaratamente “etici” sono contenute nella Direttiva emanata ieri dal Cipe, propedeutica per definire gli indirizzi strategici Pspa stabiliti nei prossimi giorni dal ministero dell’Economia con apposito regolamento. Uno sforzo, questo dei sette comandamenti, di cavillosa regolamentazione, per evitare — giocando d'anticipo — che vi siano malintesi sul!'attivit di una Spa che intende fare di tutto per attenersi a principi di imparzialit, trasparenza, efficienza ed eco-nomicit
Questi sette punti, ai quali faranno seguito entro i prossimi giorni le linee strategiche dell'Economia (recepite a loro volta dal primo Cda del 2003 di Patrimonio) elencano con meticolosit “obiettivi e vincoli”, definiscono con precisione l'ambito dei beni trasferibili, puntualizzano i beni di particolare valore storico, artico, culturale e ambientale”, ricalcano i temi della “tutela del patrimonio”, si soffermano sulla struttura etica e sui principi. Non da ultimo, il Cipe fa sapere che la societ si doter di un proprio Codice etico di comportamento e che il suo operato avr una relazione di sintesi annuale presentata al Parlamento.

Pspa infine si manterr in stretta collaborazione con tutti gli “ambitidi competenza”: l’Economia (suo azionista al 100%), ma anche il ministero dei Beni e delle Attivit Culturali, il ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, le Amministrazioni centrali dello Stato, l'Agenzia del Demanio e gli enti locali proprio con i Comuni che Pspa intende operare in stretta collaborazione: per mettere a punto piani di valorizzazione urbanistica,
I tempi di Pspa sono per lunghi. La societ sar a tutti gli effetti operativa, con sede e personale in una struttura snella, dal primo gennaio del 2003. Il prossimo anno sar dedicato in larga misura alla definizione del patrimonio: attraverso il lavoro certosino dell'Agenzia del Territorio, che ha 11mila addetti su tutto il territorio nazionale, e anche consultando gli inventari che sono stati gi fatti dai Beni culturali e ambientali. all'esame anche un sistema di numero verde per consentire ai cittadini di segnalare i beni dello Stato che sono disabitati, in disuso, diroccati. E che potrebbero essere valorizzati, attraverso l'accensione di canoni ad hoc oppure di dismissioni.
L'obiettivo principale di Patrimonio Spa resta quello di valorizzare al meglio il patrimonio dello Stato, che composto da crediti, concessioni, beni immateriali, beni mobili e immobili. La gamma degli strumenti utilizzabili sar molto ampia (alienazione, long leasing, concessione, affitto, etc...) ma altrettanto estesi saranno i vincoli e i paletti. Come recitano i sette comandamenti: il trasferimento dei beni non modificher in alcun modo i vincoli gravanti su essi; la struttura seguir principi di trasparenza, efficienza, imparzialit ed economicit anche seguendo un codice etico; saranno osservate tutte le forme di tutela previste dalla difesa del demanio e del patrimonio indisponibile, rispettando il ruolo delle Amministra-

Gli interventi del Cipe
Patrimonio Spa. Emanata la direttiva propedeutica alla definizione degli indirizzi strategici, cui la societ dovr attenersi nel raggiungimento dei propri obiettivi. La direttiva, in sette punti, individua obiettivi e vincoli della societ e fissa i paletti per i beni di particolare valore e a tutela de) patrimonio pubblico.
• Sviluppo Italia. Approvato il programma quadro predisposto per Sviluppo Italia per realizzare gli obiettivi indicati dai Governo con il Dpef. Il Cipe ha destinato al finanziamento del programma quadro un contributo pari a 70 milioni di euro ai quali vanno aggiunte risorse disposte dalla stessa societ a valersi su finanzia propria.
• Poste. Modificato il contratto di programma '99-2002 con Poste Spa riconoscendo all'azienda un maggior importo di 428,66 milioni per l'anno in corso, a copertura di oneri per il servizio universale.
• Acqua. Aiuti per cinque schemi idrici per il Sud, la ristrutturazione e il telecontrollo dell'Acquedotto del Sinni (lavori per 20 milioni di euro finanziati dalia legge Obiettivo) e ii completamento dell'impianto di potabilizzazione dell'acquedotto del Frida-Sinni-Pertusillo (16 milioni di euro finanziati dalla legge Obiettivo) in Basilicata; in Sicilia l'acquedotto Favara di Burgio (65,9 milioni di euro) e quello di Geia Aragona (oltre 89 milioni di euro), mentre il progetto approvato per la Puglia riguarda ii completamento, riordino e ammodernamento degli impianti irrigui ricadenti in destra Ofanto e destra Rendine (20 milioni di euro).



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news