LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Incendio doloso nel parco di Veio
30 agosto 2007, L'Unit

Enorme rogo nella pregiata area sotto tutela, in fumo oltre 50 ettari di verde
La protezione civile: causato da 4 inneschi diversi, sicuramente opera di piromani
Il presidente del Parco: I piromani sappiano che abbiamo pronta la mappa delle zone incendiate






Non ho mai sentito i miei collaboratori parlare di un incendio in quei termini, urlavano che era un dramma, che sarebbe stata una tragedia, che le fiamme erano alte 20 metri e che lambivano le case. Fabio Neri, coordinatore dei guardiaparco non aveva mai visto nel parco regionale di Veio, un incendio come quello che ieri ha mandato in fumo 25 ettari di prato e 25 di bosco, quasi tutti ubicati nel territorio del comune di Campagnano di Roma. Incendio doloso - spiega il capo della protezione civile regionale Maurizio Pucci -. Partito da almeno 3 o 4 inneschi diversi .
Le fiamme sono partite ieri alle 12.30 dal lato destro della Cassia Bis, direzione Viterbo. Dopo tre ore il fuoco, spinto dal vento di ponente, aveva gi bruciato quasi tutta la superficie interessata arrivando, in localit Monte Lupoli, a 50metri dalle case. A evitare il peggio stato il grande dispiegamento di forze (5 elicotteri e un canadair, 100 volontari della protezione civile, 7 squadre dei vigili del fuoco, i guardaparco e la guardia forestale, 3mezzi antincendio del parco dei due laghi) e le forre: i canaloni tipici dellorografia della zona, pericolosi incubatori per gli ultimi residui di fuoco ma vere e proprie trincee per le fiamme alte. Il rogo dopo Monte Lupoli, ha bruciato le localit Torraccia e Valli del Sorbo, dove i volontari hanno spento gli ultimi focolai alle 20. Si salvata la parte pi pregiata del parco (15mila ettari incuneati tra Cassia e Flaminia) ma sono andate a fuoco querce di 30 anni e, vicino la Cassia, un casolare di campagna dove i guardiaparco raccontano di aver visto conigli morti bruciati nelle gabbie e pecore in fuga.

Il danno inestimabile - dice il neoeletto presidente dell'ente parco di Veio, Fernando Petrivelli -. Noi siamo pronti a costituirci parte civile qualora dovessero essere individuati dolosit e responsabili di questo incendio. Sappiano poi, i piromani, che abbiamo pronta la mappa delle zone incendiate all'interno del Parco e a fine estate la notificheremo ai Comuni.
Diversi gli elementi sospetti, spiega il comandante dei vigili del fuoco di Roma Guido Parisi, nell'incendio di ieri al parco di Veio. Tra questi la rapidit con cui si propagato, un fronte del fuoco che ha raggiunto anche i due chilometri e, aggiungono rispettivamente i vertici della Guardia Forestale di Castelnuovo di Porto e Petrivelli: La presenza sul territorio di pastorizia e di forti pressioni urbanistiche . Venti giorni fa un altro incendio, non grave, era divampato nello stesso punto. Sul luogo del rogo sono giunti, ieri, anche i carabinieri della Compagnia Cassia. Oggi la conta degli animali morti e la ricognizione completa dei danni. Intanto definisce criminali i piromani, l'assessore all'ambiente del Comune di Roma dopo l'incendio che, ieri alle 15, ha lambito Villa Ada distruggendo un ettaro di sottobosco a Monte Antenne: Rogo-ha detto Dario Esposito - che una sfida alle istituzioni perch Villa Ada un parco storico, e non si pu pensare che ci si costruisca o venga trasformata a pascolo. Chiunque sia stato un criminale. Dalla Pisana, invece, il presidente della commissione regionale ambiente Claudio Bucci, ha chiesto l'intervento dell'esercito contro l'emergenza incendi nel Lazio, quarta regione per numero di roghi sviluppatisi dall'inizio dell'anno, secondo la classifica della Forestale.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news