LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Allarme per Brera. E' rovinata dalla sporcizia"
Paola D'Amico
Corriere della Sera 28/8/2007

Incuria e sporcizia nel complesso monumentale di Brera. Dal cortile d'onore di Napoleone, dove ogni statua dedicata a milanesi illustri coperta da uno strato di guano, agli scaloni e ai corridoi dell'Accademia di Belle Arti, con le porte delle aule coperte dai graffiti. Il direttore dell'Accademia spiega che questo condominio abitato da sei inquilini che non comunicano. L'ultima parola pare essere della Sovrintendenza. Anche sulle pulizie. Ma l'ex sovrintendente Fiorio ricorda di aver lottato contro i piccioni e di aver perso la battaglia. L'assessore alla Cultura Sgarbi indignato dalla mancanza di- senso estetico generalizzata. Colpevoli allo stesso modo Stato e Comune. C' sempre un alibi per non fare. E per la Grande Brera (che includa i palazzi Cusani e Citterio) propone: Una Fondazione, presidente Bassetti.

Fuori impalcature eterne, dentro sporcizia assoluta: Brera un gioiello trascurato. Il complesso monumentale dove gli Umiliati nel '200 stabilirono la loro casa madre, poi affidato ai Gesuiti, da tre secoli propriet dello Stato e sede dell'Accademia e della Pinacoteca, grida vendetta. Di chi colpa non si sa. Mentre si trascina la discussione se e dove trasferire l'Accademia, il direttore Ernesto De Filippi ricorda che questo un condominio di sei enti che non si parlano da anni. Loro, accademia-universit, costretti a finire le lezioni alle 19 e 30 in punto, perch ci chiudono i portoni, fanno quel che possono. Ci occupiamo dei corridoi interni, delle aule. Ma il cortile non spetta a noi. Anni fa mi sono permesso di mettere lampade d'autore al posto dei fili a penzoloni e mi sono saltati addosso. Le statue in gesso a corona dei corridoi sono sporche da vergognarsi, ma non le possiamo toccare. Da l passano duecentomila visitatori l'anno, quattromila studenti, e ogni giorno chi si reca alla Biblioteca Braidense e all'Osservatorio Astronomico che pure ospita una preziosa e rara collezione di libri. Sporco chiama sporco e le porte delle aule pi defilate, lontane dalla segreteria dell'Accademia, sono dipinte a graffiti.
Le vetrate lungo il perimetro del cortile d'ingresso sono tenute insieme da nastro adesivo da pacchi. Nei muri scrostati i piccioni becchettano la calce. La statua di Napoleone, al centro del cortile d'onore, coperta di guano. Cos la testa degli altri grandi uomini, ai quali i milanesi nel tempo hanno ritenuto doveroso dedicare un monumento e che vigilano sul cortile ai quattro lati: Pietro Verri, creatore de Il Caff, simbolo dell'illuminismo italiano, Gabrio Piola, matematico e fisico, il gesuita allievo di Galileo, Bonaventura Cavaliere, il marchese-architetto Luigi Cagnola. Due
dita di polvere incrostata e mozziconi di sigarette sugli scaloni che portano alla Pinacoteca. L'unico cestino per le cartacce, al piano terra, all'ingresso della Pinacoteca, impresentabile. Come la fontana di marmo, dove si abbeverano i piccioni. E verso sera, poi, immobili e nascosti negli angoli pi bui dei cortili laterali, due barboni se ne stanno rannicchiati, fumano e si preparano il giaciglio.
Via Brera 28: il portinaio osserva anche lui il piccione che becca nel muro. Cosa ci vuol fare. Questi vivono qua. Le griglie con punzoni hanno imparato ad evitarle da tempo. Come le reti poste a protezione dei luoghi chiusi, che superano volando quasi raso terra. Volatili infernali, sembra voler dire l'ex Sovrintendente di Brera, Maria Teresa Fiorio: Mi ricordo che avevamo ripulito le statue. Installato antipiccioni ovunque. Ho combattuto una lotta strenua e ne sono uscita sconfitta. Ma non si dia la colpa alla Pinacoteca. Anche gli allievi di Brera fanno la loro parte. In ferie l'attuale sovrintendente, Carla Enrica Spantigati, che divide le sue energie tra Milano e Torino. Una nota di speranza arriva dalla direttrice regionale ai Beni Culturali, Carla Di Francesco: I lavori delle facciate sono quasi al termine. Poi inizieremo il recupero degli interni. Ma sporco e incuria sono abbastanza per far alzare di un paio di toni la voce dell'assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi: Milano in una condizione assolutamente intollerabile anche nei luoghi che potrebbero essere belli. A cominciare dall'illuminazione. La verit che non c' senso estetico. Anche gli studenti dell'Accademia che scarabocchiano i muri mostrano indifferenza all'estetica. E che poi annuncia deciso: Stato e Comune si avvitano su se stessi, ci si trincera dietro il fatto che-non-si-pu-fare. Serve una fondazione e il decisionismo del privato per la grande Brera, con un uomo come Aldo Bassetti presidente. E il recupero dei palazzi Citterio e Cusani.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news