LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Clochard ai Fori, in arrivo più sorveglianza
Raffaella Troili
Il Messaggero 29/8/2007

Giacigli di barboni, addirittura materassi, tra i monumenti simbolo di Roma, nel cuore della città eterna, ai margini dei Fori, all'ombra del Campidoglio, del Colosseo e della Colonna Traiana.
Presenze metropolitane sotto gli occhi di tutti, all'ordine del giorno. Archeologi e amministratori stavolta, dopo il reportage pubblicato dal Messaggero, pur riconoscendo il «problema sociale» degli homeless, si interrogano sulle misure da prendere. Perché una cosa è certa: «I Fori sono i Fori, e lì barboni non ce ne devono stare», dichiara l'assessore capitolino alla cultura. Silvio Di Francia. «Che le aree archeologiche non diventino un luogo di bivacco, perché oggi e il barbone, domani può essere il turista-vandalo. I sistemi di sicurezza sono collegati con i nostri uffici e con i vigili urbani, dunque quest'ultimi hanno tutti i poteri per intervenire. Insom-
ma non ci sono alibi: le regole esistono e vanno fatte rispettare. Com'è che nessun barbone si mette mai al Quirinale? Ecco, non vorrei che qualche controllo si fosse allentato sotto ferragosto..».
A pochi metri da lì infatti è stata messa in scena l'Iliade, e nessuno aveva notato niente. «La cosa mi preoccupa - sempre Di Francia - non vorrei che prendesse piede. Se è il caso di aumentare la sorveglianza, anche con le telecamere collegate ai nuclei, lo faremo al più presto». Vista la grande presenza
in città di senzatetto, è solo un caso che la zona coinvolta nelle foto pubblicate martedì sia di competenza della Soprintendenza comunale. L'area centrale dei Fori infatti è così ripartita: muovendosi con piazza Venezia alle spalle e il Colosseo davanti, la zona a sinistra, quella del Foro di Traiano con i mercati Traianei è di competenza del Comune, tranne la Colonna che invece sotto la Soprintendenza archeologica di Stato. Dal lato destro, invece, solo il Foro di Cesare è del Comune, mentre tutto il resto è di competenza dello Stato.
Il soprintendente ai Beni culturali del Comune, Eugenio La Rocca, tiene però a precisare: «Non è vero che l'accesso è libero al Foro Traiano, c'è un sistema d'allarme e si entra con il biglietto. Dunque quegli episodi di degrado si sono verificati fuori dell'area archeologica vera e propria, dentro l'area di una cantina dell'ex palazzo Simonetti, lungo il percorso pedonale laterale lasciato aperto al pubblico». Ma comunque nel bel mezzo di una delle aree maggiormente visitate dai turisti, luogo di passaggio dove a migliaia, di notte come di giorno, si fermano a scattare una foto ricordo di Roma. «Il fenomeno dei barboni che cercano riparo tra i monumenti esiste -riprende La Rocca - e quando ce ne accorgiamo, avvertiamo la polizia che poi interviene. La cosa più semplice e logica è creare sempre più recinzioni, impianti d'allarme e sistemi di bigliettazione. Ma ci tengo a ribadire che le aree archeologiche sono difese, gli allarmi non hanno mai suonato».
Punta l'attenzione sul problema sociale il soprintendente ai Beni archeologici, Angelo Bottini: «C'è un cospicuo numero di persone non garantite che cercano un riparo per la notte. E' un problema di decoro dei monumenti, ma prima di tutto un problema sociale, patologico direi, a cui non so dare delle risposte, sono i numeri - 7 mila i senzatetto romani - a parlare da soli. C'è una persona che dorme accoccolata accanto a Palazzo Altemps, lo vedo ogni mattina... Che dobbiamo fare, cacciarli via?». Bottini ha chiesto di introdurre la bigliettazione per il Foro romano, «la riunione della commissione biglietti della Direzione regionale è imminente. Per il resto, non c'è possibilità né per il Comune né per lo Stato di garantire un controllo capillare, vista la scarsità del personale di vigilanza».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news