LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un anno d'affitto vale tutta l'Accademia di Firenze.
gi.ca.
l'Unit 07/08/2007

Un progetto voluto dalla destra, mai realizzato e adesso al centro di una polemica politica con l'attuale governo. Una vicenda vecchia di pi di tre anni, ma che continua a tenere banco, II progetto Grande Brera infatti del 3 marzo del 2004. In quella data firmarono un accordo i ministri Giuliano Urbani (Beni culturali) e Letizia Moratti (Miur), motivandolo cos: L'allargamento di Brera necessario. Il ministero dei Beni culturali finanzi il restauro di 27.800 metri quadrati della sede storica con 43 milioni di euro. Sulla carta l'Accademia lascierebbe alla Pinacoteca 4 mila metri quadrati, recuperandone per 6.500 con il restauro di Palazzo Citterio (finanziato con 11,8 milioni) e allargandosi in un edificio alla Bovisa.
Il ministero dell'Universit e della Ricerca approv il 10 maggio 2004, dopo aver considerato il rilievo nazionale di questa Accademia. Il ministero si impegn cos ad assicurare
un contributo non superiore a due milioni di euro annui. Quella cifra venne considerata giusta ed appropriata per una sede di 20 mila metri quadrati. Comune e Agenzia del territorio diedero il via libera ed il il 26 luglio del 2006 lo stesso fece l'Avvocatura dello Stato. Nel frattempo per il governo era cambiato ed il sottosegretario all'Universit, Nando Dalla Chiesa, rifece i conti di quel piano deludendo chi considerava l'investimento come cosa gi fatta: II progetto costa troppo. Con l'affitto di un anno alla Bovisa, lo Stato potrebbe acquistare la nuova Accademia di Firenze. Non intendiamo certo stracciare il progetto, ma governarlo dal punto di vista finanziario. Brera un gioiello: avvieremo una trattativa per verificare le condizioni d'acquisto della sede. Da quel momento parte una trattativa tra il governo da una parte e l'amministrazione comunale dall'altra. Il tavolo per non decolla, perch le posizioni rimangono distanti. Nel
Sgarbi fa il generoso centro-destra milanese, a partire da luglio, i toni si fanno sempre pi impazienti e perentori. Fino agli ultimi giorni, che evidentemente hanno fatto aumentare la voglia di scontro tra le fila del governo cittadino. Vittorio Sgarbi, assessore alla Cultura, una volta tanto non polemizza con i suoi stessi compagni di viaggio, ma spiega che quella del governo nazionale gli sembra la controffensiva di chi non vuole fare nulla. Di chi vuole mettere una pietra tombale sopra all'iniziativa. Non escludo che il progetto della Bovisa possa avere dei limiti. Ma perch dirlo soltanto ora? E perch non proporre gi da adesso un'alternativa? Dico da sempre che Brera per Milano e per il Paese dovrebbe essere come la Scala. Nelle prossime settimane si capir se il governo cittadino realmente interessato a realizzare l'opera in modo intelligente o se ci troviamo di fronte ad una strumentalizzazione tornata buona per attaccare il governo Prodi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news