LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lite sulla Grande Brera. Zecchi: hanno voluto fare del male a Milano
Gianni Santucci
Corriere della Sera 5/8/2007

È furibondo. Ribatte alle «inesattezze» punto per punto. Primo: «Per le procedure, sia di gara, sia di individuazione dell'area, siamo stati seguiti dall'Avvocatura dello Stato». Quindi? «Tutto corretto». E per i costi? «Abbiamo la valutazione dell'Agenzia del territorio. Il prezzo è congruo».
Stefano Zecchi è stato presidente dell'Accademia di Brera per quasi sei anni. L'operazione trasloco alla Bovisa è nata sotto i suoi mandati. In qualche modo è una sua «creatura», alla cui progettazione hanno partecipato ministero della Cultura e della Pubblica istruzione, più la Soprintendenza. Prima che, col cambio di governo, diventasse tutto «nebbioso, per poi naufragare». Uno stop che Zecchi non riesce a spiegarsi. Tra una certezza: «Hanno voluto fare del male a Milano». E un dubbio: «Credo sia solo una questione politica, non voglio pensare a interessi speculativi».
È’ stato il sottosegretario all'Università, Nando Dalla Chiesa, a riaprire le polemiche sulla Grande Brera. Per «mettere fine alle voci secondo cui il Governo avrebbe abbandonato il progetto», ha avanzato dubbi su correttezza procedurale e convenienza economica del nuovo insediamento.
Zecchi riprende punto per punto le accuse, a partire da alcuni dati citati da Dalla Chiesa che ritiene «frutto di malafede, o smemoratezza dovuta al caldo»: «Perché io e l'allora vicepresidente Ennio Brion abbiamo incontrato più volte il sottosegretario e gli abbiamo esposto i piani. Ora non può tirar fuori numeri sballati». A partire dai costi: «L'accordo con la società Andumor — attacca Zecchi — prevedeva un affitto di due milioni di euro l'anno. La prima rata era un anticipo per la costruzione del palazzo, con le garanzie di restituzione dei soldi (più danni) qualora il progetto non fosse stato realizzato nei tempi stabiliti».
C'è poi la questione dello spazio: «Duemila metri quadri di parcheggio e 16 mila di istituto, non 12 mila. La sistemazione era adeguata». Le ultime due «precisazioni» riguardano il luogo («Non in mezzo al nulla, ma di fronte al Politecnico») e la pinacoteca: «Con l'acquisizione di Palazzo Citterio, adiacente all'accademia, l'esposizione non avrebbe più avuto problemi di spazio».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news